Beauty wellness

Postbiotici: come agiscono sulla pelle e quali sono i benefici?

Postbiotici: come agiscono sulla pelle e quali sono i benefici?
Ultima modifica 22.05.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Postbiotici sono utili anche per la bellezza della pelle?
  2. Cosa sono i postbiotici
  3. Quali sono i benefici?
  4. Dall'esterno come agiscono sulla pelle?
  5. Quali sono gli effetti anti-age?
  6. Dall’interno, pelle sana e bella: il legame con l’intestino
  7. Uso combinato

Postbiotici sono utili anche per la bellezza della pelle?

I postbiotici una nuova cura naturale per il benessere e la bellezza della pelle, utili quindi non solo non solo per ripristinare un equilibrio del microbiota intestinale. La novità più recente, infatti, è che come agiscono positivamente sulla "flora batterica" dell'intestino, lo stesso fanno sul microbiota della pelle. Un sostegno, quindi, per la naturale barriera cutanea, al tempo stesso contrastare l'invecchiamento. Per redigere questo articolo e conoscere tutte le azioni dei postbiotici sul benessere della pelle, ho chiesto la consulenza della professoressa Maria Rescigno, scienziata, docente di Patologia Generale e Pro Rettrice alla ricerca presso L'Humanitas University di Milano. È grande esperta di microbiota.

Per approfondire: Postbiotici e paraprobiotici: cosa sono, a cosa servono e benefici

Cosa sono i postbiotici

I postbiotici derivano dai probiotici e vengono prodotti da un processo di fermentazione. Sono totalmente naturali, privi di glutine e sicuri. Sono facilmente assorbibili dall'intestino e dalla pelle. Studi clinici hanno messo in luce il potere dei postbiotici nel favorire la riparazione della pelle, oltre al potere anti-age. Ricordiamo che la pelle è l'organo più grande del nostro corpo, la barriera che ci difende dagli attacchi esterni. Ecco perché è importante preservarne l'integrità: questo si traduce non solo in salute, ma in bellezza. Una pelle sana è senza dubbio più bella, luminosa e invecchia meno velocemente.

Quali sono i benefici?

  • Riducono l'infiammazione cutanea.
  • Utile in caso di processo infiammatorio della dermatite atopica
  • Riequilibrano il microbiota della pelle
  • La pelle più forte invecchia meno, hanno un potere anti-età
  • Hanno un effetto riparatore, favoriscono quindi la cicatrizzazione e migliorano acne
  • Sfiammano in caso di acne in corso, proprio per il loro potere antinfiammatorio
  • Utili sui brufoletti

Dall'esterno come agiscono sulla pelle?

Gli studi sui postbiotici hanno messo in luce la loro attività benefica e riparatrice sulla pelle. Oggi sono entrati a far parte dei laboratori di cosmetica, come trattamento di bellezza. Uniti a prodotti per la beauty routine quotidiana (creme, sieri, contorno occhi) sono in grado di modulare positivamente il microbiota cutaneo. Lo rinforzano e rendono la pelle più forte, aumentando il potere di auto-riparazione. Si è visto che uno squilibrio del microbiota della pelle si manifesta con l'insorgenza di disturbi diversi, dai più comuni come la pelle secca fino a processi infiammatori, come ad esempio dermatiti, psoriasi, eczemi

Quali sono gli effetti anti-age?

I postbiotici hanno un effetto anti-age, supportato da studi clinici, in vivo.

  • L'applicazione dei postbiotici sulla pelle inducono la produzione di acido ialuronico da parte dei cheratinociti, che è importante per una corretta idratazione cutanea.
  • Sono utili per migliorare la sintesi di pro-collagene da parte dei fibroblasti, che serve per la produzione del collagene. Di conseguenza la pelle è più rimpolpata.
  • Antirughe: il collagene, abbinato all'acido ialuronico, è fondamentale per contrastare la formazione delle rughe.
  • I postbiotici rinforzando la barriera cutanea aiutano a contrastare la trans epidermal water loss (la perdita di acqua della pelle)
  • Aiutano a contrastare il crono invecchiamento, ma anche il foto-invecchiamento causato dai danni solari.

Dall’interno, pelle sana e bella: il legame con l’intestino

Derivando dai probiotici, dopo il processo di fermentazione, i postbiotici possono essere 'puri' ovvero separati dai batteri che potrebbero danneggiare una pelle escoriata o una mucosa sensibile e concentrati in modo da garantirne un'efficacia maggiore. Oppure 'misti', ovvero contenere anche i batteri inattivati o "morti", detti anche parabiotici, che però sono più instabili. Sono privi di glutine, indicati anche a chi ha problemi di celiachia o di sensibilità al glutine. Vanno a regolarizzare l'intestino e a ripristinare la barriera epiteliale. Questo è già importante per il benessere della pelle. Un intestino che sta bene favorisce anche una corretta depurazione dell'organismo, che si trasmette sulla pelle. Mitigherà i processi infiammatori, le dermatiti, gli sfoghi cutanei di diversa natura, acne compreso.

Uso combinato

I postbiotici possono essere assunti in modo combinato per migliorare la pelle. Sotto forma di integratore e abbinati ai cosmetici per agire dall'interno e dall'esterno.

 

CONDIVIDI:

Autore

Angelica Amodei

Angelica Amodei

Beauty Trainer
Angelica Amodei (Roma, 1976) è una giornalista, scrittrice e autrice televisiva. Per diversi anni è stata caporedattrice del mensile "Più Sani Più Belli". Ha lavorato come autrice per il canale televisivo Alice tv. Si occupa del programma "La salute vien mangiando" ed ha scritto e preso parte a 40 puntate di "In Gran Forma", trasmissione di salute, alimentazione e bellezza. Ha partecipato a diversi programmi Rai e Mediaset. E' autrice dei libri Sorsi di Benessere (2020), Altri sorsi di Benessere (2020) e La salute nel bicchiere (2023).