Skincare

Pennelli per il trucco: perché è importante lavarli?

Pennelli per il trucco: perché è importante lavarli?
Ultima modifica 03.06.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Lavare i pennelli per il trucco: un gesto per il benessere della pelle
  2. Quali sono i pennelli fondamentali per il trucco?
  3. Come si tengono i pennelli per il trucco?
  4. Cosa succede se non lavo i pennelli da trucco?
  5. Perché i pennelli per il make up vanno lavati?
  6. Come lavare i pennelli da trucco?
  7. Quante volte bisogna lavare i pennelli da trucco?
  8. Quali sono i vantaggi della pulizia dei pennelli?
  9. Cosa succede se non lavo i pennelli?

Lavare i pennelli per il trucco: un gesto per il benessere della pelle

Quando si parla di makeup, uno degli strumenti più utili che si hanno a disposizione sono i pennelli per il trucco. Certo, ci si può truccare anche solo semplicemente con le dita, ma l'utilizzo di queste strumenti ad hoc garantisce un trucco decisamente migliore e con anche minor spreco di prodotto. Come per i pennelli di un pittore dopo aver realizzato il suo capolavoro sulla tela, però, è importante che anche i pennelli per il trucco vengano lavati adeguatamente.

E i motivi sono tanti, dalla resa del trucco stesso all'igiene e fino alla loro stessa manutenzione. Prima di scoprire perché è importante lavare i pennelli per il trucco, però, vi invitiamo a  seguire il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere aggiornata su tutte le novità su benessere, bellezza e salute.

Quali sono i pennelli fondamentali per il trucco?

Quando si parla di pennelli per il trucco, si intendono tutti quei pennelli, di varie dimensioni e forme, utili nella stesura del makeup. Dei veri e propri strumenti di lavoro che, così come vengono impiegati dai professionisti, dovreste utilizzare anche voi durante la vostra routine trucco quotidiana. Principalmente, dovreste avere sempre a disposizione:

  • Pennello per fondotinta, in setola naturale per i prodotti in polvere e in setola sintetica per i prodotti liquidi;
  • Pennello kabuki per cipria, in setola naturale;
  • Pennelli per contouring e per sculpting, di diverse grandezze e angolazioni;
  • Pennello per blush con taglio obliquo;
  • Pennelli per occhi di diverse grandezze e angolazioni;
  • Pennello di precisione per eyeliner, in genere piccolo e con setole fitte;
  • Pennelli per sopracciglia di diverse grandezze e angolazioni;
  • Pennello per correttore, generalmente di media grandezza e con setole fitte;
  • Pennello labbra di diverse dimensioni, per applicare e sfumare rossetti e tinte.

Per via delle loro caratteristiche i pennelli per il trucco portano grandi vantaggi durante la stesura del makeup che sì, è possibile applicare anche con le dita, ma che con l'impiego di questi pennelli ad hoc avrà una resa senza dubbio migliore. 

Per approfondire: Contouring per slanciare il viso e il collo

Come si tengono i pennelli per il trucco?

Come abbiamo visto i pennelli per il trucco sono dei veri alleati di bellezza. Ma attenzione, perché come per ogni cosa che viene utilizzata ripetutamente, anche questi pennelli necessitano di manutenzione, sia per garantirgli maggior durata che per permettergli di svolgere il loro lavoro nel modo corretto e senza creare danni.

Innanzitutto, non vanno conservati a casaccio: vanno necessariamente protetti da polvere e sporco. Come? In due modi: o usando un bicchiere dove tenerli a testa in su (mai in giù, perché rischierebbero di entrare a contatto con le impurità che mano a mano si accumulano sul fondo del bicchiere) o posizionandoli distesi all'interno di un'apposita vaschetta, di qualsiasi materiale, che abbia un coperchio. Inoltre, ovviamente, è importantissimo lavarli, almeno tanto quanto è fondamentale detergere il viso per eliminare eventuali impurità. 

 

Cosa succede se non lavo i pennelli da trucco?

Lavare i pennelli per il trucco, infatti, è un tassello chiave all'interno della vostra beauty routine ma anche tra i più sottovalutati. Quante di voi, infatti, si ricordano di farlo? Bene, sappiate che non lavare i pennelli per il trucco equivale a lavarsi i denti con uno spazzolino sporco.

Le setole dei pennelli, infatti, assorbono e trattengono residui di prodotto (ma anche polvere e sporcizia se non sono riposti in un luogo protetto) che, se non viene rimosso, oltre a produrre germi e batteri, torna in contatto con la cute a ogni utilizzo dei pennelli stessi. Di fatto, quindi, utilizzando dei pennelli che non sono stati lavati, si va a danneggiare la cute, eliminando il lavoro fatto con la detersione precedente e facilitando l'ostruzione dei pori della pelle e la comparsa di inestetismi e/o irritazioni.

Ma vediamo meglio quali sono le ragioni più importanti per cui lavare i pennelli per il trucco dovrebbe diventare parte integrante della vostra beauty routine.

Perché i pennelli per il make up vanno lavati?

Come appena detto, il primo motivo per cui lavare i pennelli per il trucco dovrebbe essere una priorità assoluta dopo ogni utilizzo, è l'igiene.  I residui di prodotto, uniti alla sporcizia (come polvere, tracce di cellule morte del viso, creme applicate durante l'idratazione, ecc.), depositati sulle setole, se non vengono eliminati accuratamente, al successivo utilizzo verranno applicate direttamente sulla cute, occludendo i pori della pelle e portano alla comparsa di brufoli e imperfezioni.

Come lavare i pennelli da trucco?

Ma come si lavano i pennelli per il trucco? In realtà è un procedimento davvero molto semplice, ma occorre ricordare di usare dei prodotti appositi o, in alternativa, del sapone neutro come quello di Marsiglia, facile da reperire ed economico. I passaggi sono i seguenti:

  • Prendere i pennelli da lavare;
  • Posizionarli dentro una vaschetta con acqua tiepida dove è stato disciolto un po' di sapone (o l'apposito prodotto);
  • Prendere un pennello per volta e iniziare a strofinare in modo delicato e leggero le setole;
  • Se il pennello è molto sporco, insistete o passandolo sulla saponetta o usando un pad apposito;
  • Continuate finché non vedete le setole tornare del loro colore naturale;
  • Passate al risciacquo.

Non abbiate fretta e cercate di dedicare a questo processo il giusto tempo, perché è un accorgimento fondamentale per mantenere integri i vostri pennelli per il trucco e in salute la vostra pelle.

Quante volte bisogna lavare i pennelli da trucco?

E per quanto riguarda i tempi? Ogni quanto dovrebbe essere un pennello da trucco? Tutto dipende dalla tipologia, ma in linea di massima potremmo dire che la pulizia va fatta:

  • 1 o 2 volte a settimana per quelli utilizzati per la stesura di fondotinta e correttori liquidi (spesso in formulazioni liquidi e più grasse);
  • 1 volta a settimana per quelli usati per stendere gli ombretti:
  • Ogni 8-10 giorni per i pennelli restanti.

Questi sono i tempi massimi, anche se tutti gli esperti di make up suggeriscono di pulire gli strumenti dopo ogni utilizzo o, almeno, di detergerli con dei pad per evitare l'accumulo di troppo sporco.

Quali sono i vantaggi della pulizia dei pennelli?

Lavare i pennelli, per altro, è anche una questione di convenienza. Tra i maggiori vantaggi nell'utilizzo di strumenti puliti, infatti, ci sono:

  • L'utilizzo più oculato dei vari prodotti makeup;
  • Una migliore distribuzione dei prodotti sul viso, in modo più omogeneo e uniforme;
  • Un minor spreco di prodotti;
  • La maggior precisione nella stesura del makeup;
  • La possibilità di creare effetti e sfumature con un effetto naturale e senza contrasti di colore.

Infine, cosa da non sottovalutare quando si parla di strumenti per il makeup è la loro durata. Una corretta manutenzione, infatti, vi permette di donare una vita più lunga ai vostri pennelli per il trucco, assicurandovi un utilizzo prolungato, ma per massimo un anno, termine entro il quale è bene cambiarli.

Cosa succede se non lavo i pennelli?

Non lavare i pennelli significa andare incontro a una serie di problematiche per nulla marginale, tutte legate alla proliferazione dei batteri che, come detto, andrebbero ad intaccare la salute e la bellezza della vostra cute. Ma non solo.

I batteri o germi presenti tra le setole del pennello, una volta che questo viene messo a contatto con il prodotto da applicare sul viso, lo possono contaminare, proliferando all'interno del vostro blush, fondotinta. Un problema enorme se si pensa che questi prodotti li terrete sul viso per gran parte del giorno.

Oltre a questo poi, un altro problema che potrebbe insorgere se si utilizzano dei pennelli per il trucco non lavati, è la comparsa di irritazioni cutanee e arrossamenti. E non solo per la presenza di batteri o sporcizia che possono infiammare e irritare la cute. Una corretta detersione dei pennelli, infatti, permette di mantenere le setole degli stessi sempre morbide e delicate sulla cute.

Se non si esegue questa manutenzione regolare, invece, le setole si danneggiano, diventando più dure e andando a sfregare la pelle nel momento del loro utilizzo, causando irritazioni e arrossamenti cutanei.

CONDIVIDI: