Skincare

I trucchi e i consigli per rendere luminosa e vitale una pelle spenta

I trucchi e i consigli per rendere luminosa e vitale una pelle spenta
Ultima modifica 09.05.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Pelle spenta: può tornare luminosa?
  2. Perché la pelle perde luminosità?
  3. Errori che fanno spegnere la pelle
  4. Come illuminare la pelle?
  5. Conoscere la nostra pelle
  6. Skincare e ingredienti attivi
  7. L’esfoliazione come supporto prezioso
  8. Cura della pelle spenta in estate e in inverno
  9. Stile di vita e altri consigli

Pelle spenta: può tornare luminosa?

Come ogni parte del nostro corpo, anche la nostra cute è soggetta a cambiamenti che possono alterarla in diversi modi. Un esempio lampante? La pelle spenta, che con la sua opacità e la sua mancanza di brillantezza può farci apparire decisamente meno sane, meno vitali e sì, anche meno belle.

La buona notizia è che, se abbiamo riscontrato una perdita di luminosità, esistono dei modi per ovviare e tornare (più o meno) indietro. Nei prossimi paragrafi entreremo nel dettaglio, ma se volete sempre rimanere aggiornate su tutte le novità di bellezza, cosmesi, estetica e benessere non dimenticate di iscrivervi al canale WhatsApp di Mypersonaltrainer.

Perché la pelle perde luminosità?

Prima di tutto facciamo un passo indietro e capiamo cosa opacizza la pelle. Ad avere peso è sicuramente la nostra età: l'invecchiamento cutaneo, d'altronde, è un processo fisiologico. Bisogna ricordare, però, che questo processo è influenzato e accelerato anche da fattori esterni (esposizione ai raggi UV, stile di vita, inquinamento).

Invecchiamento fisiologico e fattori esterni, messi insieme, portano a una serie di cambiamenti nel nostro corpo, tra cui:

  • Rallentamento del turnover e del metabolismo cellulare: invecchiando, il sia il turnover che il metabolismo cellulare rallentano, cosa che impedisce alle cellule di rigenerarsi velocemente. Ciò provoca un accumulo di cellule morte sulla superficie della pelle, cosa che ostacola la luce naturale;
  • Riduzione della produzione di collagene ed elastina: con l'innescarsi dell'invecchiamento cutaneo il nostro corpo inizia a produrre sempre meno collagene ed elastina, proteine fondamentali che conferiscono resistenza, elasticità, turgore e struttura ai tessuti: ciò porta a lassità cutanee che provocano scarsa ossigenazione e perdita di luminosità;
  • Perdita di idratazione: sia per via dell'invecchiamento che a causa dell'esposizione solare, dello stress e dell'inquinamento, la pelle perde la sua capacità di trattenere l'umidità, cosa che porta a secchezza e dunque a opacità;
  • Alterazioni del sistema circolatorio: il flusso sanguigno inizia a ridursi con il passare del tempo e le vene capillari (specie quelle presenti sul viso) si restringono, cosa che riduce la consegna di ossigeno e sostanze nutritive alle cellule cutanee e influisce sulla sua luminosità e sulla sua vitalità;
  • Stress ossidativo: l'età porta a una maggiore produzione dei radicali liberi (molecole instabili che possono danneggiare le cellule) e i fattori esterni possono addirittura aumentare il loro proliferare, cosa che provoca grigiori, secchezze e irritazioni.

Ognuno di questi cambiamenti porta anche all'insorgere di rughe più o meno profonde e di piccoli cedimenti e avvallamenti, che possono contribuire a creare zone d'ombra che spegnono ulteriormente la pelle.

Per approfondire: Invecchiamento cutaneo: cos'è, cause, quando inizia e come fermarlo

Errori che fanno spegnere la pelle

Lo abbiamo accennato nel paragrafo precedente, ma vale la pena fare un passaggio in più. La nostra pelle si spegne ulteriormente quando non badiamo all'impatto dei fattori esterni. Fattori dei quali, spesso, siamo anche responsabili. Gli errori più comuni che facciamo e che provocano opacità, sono:

  • Trascurare la skincare: non avere una routine di cura della pelle, trascurarla o farla in maniera irregolare e non scegliere i prodotti in base alle esigenze della pelle può rendere più grigio il nostro incarnato;
  • Non idratarsi: in cima ai "colpevoli" della scarsa luminosità della pelle c'è una cattiva idratazione. La pelle dovrebbe avere una percentuale costante tra il 10 e il 15% di acqua e se non si beve regolarmente questa percentuale scende, portando a disidratazione e generando secchezza, colorito spento e persino la comparsa di rughe d'espressione;
  • Non usare la crema solare: utilizzare una crema solare con SPF adatto al proprio fototipo è fondamentale, in tutte le occasioni (non solo in spiaggia) e fin dalla giovane età. I danni come macchie solari o una cattiva esposizione possono danneggiare la pelle, portando ad un aspetto opaco e spento;
  • Esporsi senza protezione all'inquinamento: sono tante le persone che sottovalutano l'ambiente in cui si vive, ma esporsi ad agenti esterni come l'inquinamento porta ad un'aggressione del nostro viso, favorendo la comparsa dei radicali liberi, per questo bisognerebbe sempre indossare una crema idratante e protettiva prima di uscire.
Per approfondire: Inquinamento e invecchiamento della pelle

Come illuminare la pelle?

Conosciamo i motivi per cui la pelle si spegne, conosciamo gli errori comuni... ma quali sono i consigli che possono farla tornare luminosa? Eccoli elencati in breve:

  • Conoscere la nostra pelle;
  • Creare una buona routine di skincare;
  • Esfoliare regolarmente;
  • Differenziare i trattamenti estivi da quelli invernali;
  • Stile di vita sano.

Approfondiremo ogni singolo aspetto nel dettaglio, ricordandovi sempre che resta importantissimo sentire il parere di un esperto: consultare un dermatologo è sempre il modo migliore per ottenere dei risultati efficaci e che rispettino il vostro stato di salute.

Conoscere la nostra pelle

Conoscere il nostro tipo di pelle è fondamentale: le esigenze di una pelle grassa sono molto diverse da quelle di una pelle secca, così come differenti sono le necessità di una pelle mista o di una pelle sensibile. In base al tipo di pelle possono essere diverse anche le cause che provocano opacità e, naturalmente, le soluzioni. 

Chi ha una pelle secca, dovrà usare ingredienti molto idratanti per combattere l'opacità avendo cura di fare esfoliazione un paio di volte a settimana, mentre chi ha la pelle grassa dovrà optare per cosmetici non eccessivamente ricchi, facendo attenzione soprattutto al detergente. 

Va precisato che l'unico modo per sapere con certezza qual è il nostro tipo di pelle è rivolgersi a un dermatologo, che farà un'analisi approfondita. Il consulto dermatologico è importante anche e soprattutto se siamo avanti con l'età, perché il medico saprà anche indicarci i prodotti anti-age più efficaci in base alla nostra fase della vita.

Skincare e ingredienti attivi

Abbiamo già detto che trascurare la skincare può provocare opacità, dunque va da sé che una buona beauty routine è fra le soluzioni che aiutano la pelle a recuperare luce e splendore. Qual è il trucco? Abbinare con cura gli ingredienti attivi e seguire tutti gli step, in questo ordine:

  • Detersione: tutto parte da un buon detergente che deve pulire a fondo ed esfoliare delicatamente. Le formulazioni migliori sono quelle delicate, ricche di estratti botanici lenitivi ed emollienti, che puliscono con cura senza provocare irritazioni;
  • Applicazione del tonico: se abbiamo la pelle spenta dovremmo anche applicare un buon tonico, che abbia al contempo sia un'azione stimolante, astringente e purificante che un'azione rinfrescante, addolcente e decongestionante;
  • Applicazione dei sieri: mai trascurare i sieri viso, perché hanno delle formule ultra-concentrate, ricche di principi attivi che possono stimolare e rivitalizzare la pelle, idratandola e nutrendola. I migliori per la pelle spenta? Quelli con acido ialuronico o glicolico;
  • Applicazione della crema viso: la corretta skincare va conclusa applicando una crema viso che risulti specifica per la nostra tipologia di pelle. Per la pelle spenta sono perfette quelle con formule nutrienti, ricche di ceramidi di collagene e peptidi.

Due suggerimenti da tenere bene a mente per ridare luminosità alla pelle? Struccarsi sempre prima di andare a dormire, avendo cura di rimuovere tutti i residui di make up e, come abbiamo già accennato in precedenza, applicare una crema solare con SPF anche in città.

L’esfoliazione come supporto prezioso

Abbiamo parlato dell'accumulo di cellule morte sulla pelle e del fatto che contribuisca a rendere più opaco e grigio il nostro incarnato. Per fronteggiarlo, una volta a settimana si dovrebbe dedicare del tempo all'esfoliazione, utilizzando proprio degli esfolianti.

Si tratta di prodotti cosmetici che, per merito della loro texture granulare o dei loro specifici principi attivi, rimuovono proprio lo strato di pelle morta e restituiscono un aspetto levigato, compatto e luminoso. Dopo aver esfoliato è bene applicare una crema idratante ricca per migliorare l'idratazione.

Per approfondire: Esfoliazione della pelle del viso: come farla senza errori

Cura della pelle spenta in estate e in inverno

Anche la stagione è importante. Per esempio, l'estate è contraddistinta da specifici fattori di aggressione che opacizzano la cute: temperature più alte, sudore e raggi del sole più "violenti" possono spegnere il nostro viso. L'idratazione diventa ancora più importante, ricorrendo quando necessario a dei trattamenti boost (fiale o lozioni in commercio) a base di sostanze idratanti e scegliendo prodotti con texture più leggere.

In inverno, invece, il viso è esposto a temperature più fredde e inquinamento che vanno a seccare, disidratare e aggredire la cute. Si consiglia quindi la combinazione tra crema idratante, un balsamo ricco per il contorno occhi e un siero idratante e contro l'ossidazione.

Stile di vita e altri consigli

Per far splendere la nostra pelle non dobbiamo scordarci di avere uno stile di vita sano. Tutto parte dall'alimentazione, che deve essere ricca di alimenti che contengano tutto ciò che le serve, come proteine (pollo, manzo, tacchino vitello, cereali fortificati, yogurt greco), antiossidanti, collagene e vitamina C.

Quest'ultima vitamina, presente in agrumi, kiwi, spinaci, broccoli, e mirtilli, fa brillare la pelle e riduce i danni dei radicali liberi. Al contempo, bisogna ridurre il consumo di zuccheri e grassi saturi e bisogna anche ricordarsi di dormire bene: un sonno regolare (di almeno 8 ore) rigenera la pelle e la rende più luminosa.

In ultimissima battuta, possiamo anche pensare a dei trattamenti di medicina estetica, che ha fatto passi da gigante e propone tantissime opzioni per ottenere, anche solo con un trattamento one shot, un risultato efficace. Un esempio è il peeling chimico biorivitalizzante, ma non sono da meno l'ossigenoterapia o la biostimolazione.

CONDIVIDI: