Beauty wellness

Come si usa il panno struccante in microfibra?

Come si usa il panno struccante in microfibra?
Ultima modifica 26.06.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Come si usa il panno in microfibra per struccarsi?
  2. A cosa servono i panni in microfibra?
  3. Come si lava il panno struccante?
  4. Che differenza c'è tra il panno struccante e le salviettine struccanti?
  5. Come va usato il panno in microfibra?
  6. Cosa è meglio usare per struccarsi?

Come si usa il panno in microfibra per struccarsi?

Bagnarlo con acqua tiepida, utilizzarlo per applicare un detergente o uno struccante e ricordarsi di risciacquarlo e pulirlo per bene: usare un panno struccante in microfibra è molto facile. Si tratta anche di un alleato green e delicato sulla pelle per struccarsi, perfetto sia per la detersione mattutina che per quella notturna, ed è un prodotto riutilizzabile sempre più gettonato.

A cosa servono i panni in microfibra?

  • Rimuovere il trucco;
  • Pulire del viso;
  • Esfoliare delicatamente;
  • Rimuovere i residui di maschere.

Sono diverse le funzioni che può avere un panno in microfibra. Partiamo con il dire che è uno strumento eccellente nel rimuovere i residui di trucco: basta infatti usarlo insieme a un detergente oleoso o a uno struccante di buona qualità.

Oltre a ciò, però, può essere impiegato durante altri passaggi della skincare routine: dalla regolare detersione mattutina all'applicazione di uno scrub viso delicato per rimuovere le cellule morte, fino alla rimozione di maschere che hanno bisogno di essere risciacquate.

Dobbiamo pensare al panno in microfibra come ad uno strumento in tessuto sintetico: la sua qualità antistatica non gli fa rilasciare pelucchi e per questo motivo non crea disagio nell'utilizzo. Molto durevole nel tempo, riesce a rimuovere lo sporco accumulato e i residui di trucco senza irritare la pelle, a differenza di spugne o altri tool che potremmo utilizzare.

Può anche diventare un prezioso alleato per la salute della pelle: basterà prendersene cura adeguatamente con un lavaggio ad hoc per pulirlo e igienizzarlo.

In più, rispetto a salviettine struccanti e dischetti usa e getta, rappresentano una scelta green evitando di produrre rifiuti. Il pregio extra? Diventa un must have in viaggio: occupa pochissimo spazio in valigia.

Per approfondire: Perché è importante struccarsi bene?

Come si lava il panno struccante?

  • Si lava a mano o in lavatrice;
  • Non si deve usare una temperatura superiore ai 30 gradi;
  • Non si devono aggiungere additivi;
  • Sono da preferire detergenti neutri e delicati;
  • Per ripristinarne la morbidezza basta immergerlo in acqua prima dell'utilizzo.

La pulizia del panno struccante in microfibra è fondamentale, proprio come quella dei pennelli o delle spugnette. Esposti all'aria accumulano batteri di piccolissime dimensioni e sporco o polvere che nel tempo va ad irritare la pelle, causando punti neri, brufoli o altre problematiche.

La detersione è quindi importante: le buone notizie è che si può procedere sia a mano sia in lavatrice, purché si presti attenzione alla temperatura. Un lavaggio delicato, non superiore ai 30 gradi è l'ideale.

Per quanto riguarda la scelta del prodotto, meglio un sapone naturale, neutro o delicato e vanno assolutamente evitati additivi o sbiancanti chimici. Una volta asciugato potrebbe apparire secco ma niente paura, basterà immergerlo in acqua prima dell'utilizzo per ripristinare la morbidezza a cui si è abituate.

La frequenza di lavaggio va mantenuta regolare, così da fare in modo che il viso non entri in contatto con sostanze irritanti o che potrebbero provocare brufoli e punti neri. Il consiglio migliore è acquistarne più di uno, così da poterli lavare quotidianamente.  

Che differenza c'è tra il panno struccante e le salviettine struccanti?

  •  Materiale;
  • Scelta green;
  • Risparmio economico;
  • Delicatezza sulla pelle.

Sono diverse le differenze tra panno struccante e salviettine struccanti. Partiamo con uno dei vantaggi più evidenti: quello economico. Il primo risulta molto meno costoso, soprattutto perché durevole nel tempo. Potendolo riutilizzare, con solo opportune attenzioni nella pulizia, fa in modo di abbassare i costi piuttosto onerosi del prodotto usa e getta.

Proprio a tal proposito evidenziamo subito un altro benefit: si tratta di un prodotto sostenibile. Basti pensare che si riducono i rifiuti di un prodotto non differenziabile e piuttosto inquinante.

I benefici non finiscono qui e sono tanti anche per la pelle: delicatissimo il panno, garantisce comfort e limita le irritazioni. Risulta infatti un'opzione top per chi ha la pelle molto delicata. Al contrario, possiamo dire che le salviettine impregnate di prodotto spesso possono provocare irritazione oltre a non pulire in profondità.

Estremamente efficace, dà ottimi risultati persino sul trucco più ostinato come quello degli occhi: il panno in questo caso risulta estremamente delicato, evita bruciori o infiammazioni di una zona delicatissima che deve essere trattata con cura. 

  

Per approfondire: Struccanti Migliori: quale scegliere e come usarli

Come va usato il panno in microfibra?

  • In solitaria con sola acqua;
  • Applicando un olio naturale o un prodotto da detersione;
  • Aggiungendo un esfoliante delicato (una o due volte a settimana).

Utilizzarlo non è complicato ma è bene sapere che il prodotto è multifunzione, cioè può esser usato in diverse modalità per la skincare. In solitaria, solo con acqua, è perfetto per risciacquare oppure per applicare il tonico con picchiettii leggeri e non irritanti.

Se si applica un olio, un detergente oleoso o un prodotto ad hoc è un valido aiutante nella pulizia quotidiana e nello struccarsi ma aggiungendo uno scrub o un prodotto esfoliante una o due volte alla settimana si riesce ad ottenere una detersione profonda.

Cosa è meglio usare per struccarsi?

  • Panno in microfibra
  • Olio struccante
  • Acqua micellare

Per potersi struccare al meglio, rimuovendo ogni residuo di trucco, smog o agenti inquinanti accumulati durante il giorno è bene prestare attenzione a tutto il viso e soprattutto a fare più passate come indicato dalla skincare routine coreana.

Il nostro più caro amico è sicuramente il panno in microfibra, delicatissimo ed efficace: ci aiuta a rimuovere ogni granello di trucco, persino nelle zone più delicate come quelle degli occhi, avendo cura di trattare con gentilezza il viso.

Il risultato è ancora più ottimale abbinando prodotti top di gamma: dai detergenti oleosi che risultano tra i migliori in questo campo all'olio struccante. Ma la vera differenza la fa l'acqua micellare; sempre più apprezzata, deterge e rimuove ogni traccia di sporco dando ottimi risultati.

Se ciò che ti abbiamo detto ti è risultato utile, ti consigliamo anche di seguire il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere sempre aggiornato su tutte le novità di bellezza, estetica, benessere e cosmetica.

CONDIVIDI: