Capelli

Quale olio per capelli scegliere e come usarlo per una chioma splendida

Quale olio per capelli scegliere e come usarlo per una chioma splendida
Ultima modifica 17.05.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Olio per capelli: conoscerlo e sfruttarne i benefici
  2. Cos'è l'olio per capelli e quante tipologie ne esistono?
  3. Olio di cocco
  4. Olio di Avocado
  5. Olio di lino
  6. Olio di Germe di grano
  7. Olio di Argan
  8. Olio di Oliva
  9. Olio di Rosmarino
  10. Olio di Ricino
  11. Quali sono gli oli più adatti per i capelli lunghi?
  12. Quali sono gli oli più adatti per i capelli corti?
  13. Gli oli perfetti per il cuoio capelluto

Olio per capelli: conoscerlo e sfruttarne i benefici

Delicato, setoso, in grado di dare alla nostra chioma estrema luminosità e splendore: l'olio per capelli è uno dei prodotti più amati da chi vuole prendersi cura della sua capigliatura con dolcezza. Basta poche gocce per ottenere dei risultati quasi immediati e notare che ogni ciocca è più brillante, nutrita e protetta. 

Attenzione però, perché un olio non vale l'altro e in commercio sono disponibili così tante tipologie da poter creare un pizzico di confusione anche alle più appassionate di hair care. Niente paura, nei prossimi paragrafi faremo luce sulle caratteristiche e sulle proprietà di ogni olio per farvi orientare meglio nella scelta.

Prima di approfondire, però, vi invitiamo a seguire il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere aggiornate su tutte le novità di benessere, bellezza e salute.

Cos'è l'olio per capelli e quante tipologie ne esistono?

Gli oli per capelli sono cosmetici densi e concentrati, dalla texture vellutata e spesso arricchiti con estratti botanici o essenze dalla profumazione gradevole.

Il loro obiettivo principale è quello di proteggere, idratare e nutrire la chioma, ma ogni tipologia ha anche delle proprietà specifiche che rendono l'uso del singolo olio più indicato per specifiche situazioni. Le più efficaci (nonché più usate nell'hair care) sono:

Ogni tipo di olio per capelli può essere usato sia per un impacco pre-shampo che prima dell'asciugatura, mentre alcune tipologie possono essere usate anche a secco.

Olio di cocco

Ricco di antiossidanti, principi emollienti e vitamine, l'olio di cocco viene estratto dalla polpa del celebre frutto. Profumato e nutriente è un alleato per prendersi cura dei capelli ricci, secchi o sfibrati che tendono al crespo.

Iperidratante, l'olio di cocco aumenta l'idratazione e si può applicare sia come maschera che come pre-shampoo, tenendolo per qualche ora in posa. Lucidante, nutriente e ravvivante, aiuta la chioma a mantenere luminosità e idratazione.

Si può usare come impacco per nutrire i capelli stressati oppure sulle punte inumidite e le lunghezze, cercando di evitare le radici. Ricordati che questo olio tende a solidificarsi fra i 15 e i 20°C d'inverno, dunque sarebbe meglio scaldarlo, ad esempio a bagnomaria, per rendere più semplice l'impacco per la chioma.

Olio di Avocado

Poco conosciuto, ma ottimo per la bellezza dei capelli, l'olio di avocado contiene acidi grassi essenziali, omega-9 e omega-3, ma anche acido oleico, vitamina A, E e numerose vitamine del gruppo B.

Si tratta di un rimedio ottimo per donare vitalità alla chioma, illuminando e idratando in profondità i capelli secchi e sfibrati. Il modo migliore per sfruttare le sue proprietà è quello di applicarlo sotto forma di maschera sui capelli asciutti, poco prima di fare la doccia, procedendo poi con il risciacquo.

Applica l'olio di avocado sulla chioma, poi coprila con una cuffia da doccia e lascia agire per trenta minuti. In questo modo le vitamine presenti nell'olio penetreranno al meglio nei capelli, donando lucentezza e flessibilità.

Olio di lino

L'olio di semi di lino è l'ideale per i capelli che hanno bisogno di cure extra e nutrimento, ma soprattutto per combattere la formazione di doppie punte. Le proprietà ristrutturanti sono legate a una composizione a base di acidi grassi, in particolare l'acido linoleico che favorisce l'idratazione, regolando il quantitativo d'acqua, e l'acido alpha linoleico che dona resistenza ed elasticità.

Per sfruttare al meglio le proprietà di questo olio sceglilo extravergine, ossia ottenuto senza dei procedimenti meccanici, e con spremitura a freddo, dunque senza residui che siano stati riscaldati per poter ottenere una resa maggiore, erodendo i principi attivi.

Prima di usare l'olio di semi di lino inumidisci i capelli: l'umidità infatti renderà più semplice la penetrazione del prodotto. Applica l'olio sulle lunghezze, massaggiando ogni ciocca per qualche secondo, insistendo sulle estremità.

Infine avvolgi la chioma con un asciugamano pulito e inumidito con dell'acqua calda. In questo modo l'umidità resterà fra i capelli e il calore attiverà l'olio, rendendolo ancora più efficace e facendo penetrare i principi attivi. Lascia agire per almeno trenta minuti, poi risciacqua con uno shampoo delicato.

Olio di Germe di grano

Ottimo per rinforzare i capelli fragili, l'olio di germe di grano viene ricavato dal seme del frumento attraverso pressioni dei germi di grano Triticum Sativum. Ha proprietà antiossidanti grazie al suo alto contenuto di vitamina E, inoltre contiene acidi grassi, vitamina A, D e K, e fitosteroli.

Per eliminare sebo in eccesso e la secchezza prima dello shampoo effettua un massaggio sulla cute con l'olio di germe di grano. Applica un cucchiaino sulla zona, poi massaggia con i polpastrelli per stimolare la microcircolazione e liberare dalle impurità i bulbi piliferi.

Se vuoi sfruttare al massimo il potere nutritivo dell'olio di germe di grano aggiungilo a balsami e maschere: questo aumenterà il potere districante, nutritivo e condizionante del prodotto. Questo olio è un'ottima soluzione pure per chi soffre di capelli indomabili, secchi e crespi sottoposti a trattamenti chimici che ne hanno indebolito la struttura.

In questo caso applica l'olio in purezza, insistendo soprattutto sulle doppie punte e le lunghezze. Per un risultato ancora più splendente e luminoso scalda qualche goccia di olio sulle mani prima di usarlo. Le proteine del prodotto rinforzeranno la fibra capillare, aumentandone l'elasticità e contrastando la secchezza.

Olio di Argan

Estratto dalla spremitura dei semi di una pianta originaria del Marocco, l'olio di Argan ha un colore giallo brillante ed è definito oro del deserto per via delle sue proprietà emollienti, riparatrici, protettrici e nutrienti.  

Consente di eliminare la forfora, aiuta a domare i capelli crespi e ribelli, rafforzando nel contempo la struttura della chioma e prevenendo la caduta. Per sfruttare al meglio il suo alto contenuto di vitamina E, flavonoidi e polifenoli, applicalo sui capelli umidi sotto forma di impacco prima dello shampoo.

Olio di Oliva

L'olio di oliva è un ottimo rimedio per regalare nuova vita alla chioma grazie ai suoi numerosi benefici. È ricco di vitamina A, utile per prevenire l'invecchiamento, vitamina E che favorisce la circolazione del cuoio capelluto, e acidi grassi che regalano idratazione.

La consistenza oleosa e la quantità di nutrienti rendono l'olio di oliva un eccezionale balsamo naturale, ottimo per districare i capelli, nutrendoli in profondità e rendendoli luminosi e morbidi. Ha inoltre un'azione districante che si attiva riscaldando leggermente il prodotto.

Può inoltre essere utile per ristrutturare le doppie punte: basterà applicarne alcune gocce sulla zona, lasciando agire per tutta la notte.

Olio di Rosmarino

Estratto dalla pianta di Rosmarinus officinalis, l'olio di rosmarino ha numerose benefici per la salute dei capelli grazie all'alto contenuto di flavonoidi, acido glicolico e saponine. Ha un'azione antibatterica, tonificante, astringente e antiossidante, perfetta per stimolare sia il microcircolo che l'ossigenazione della radice dei capelli, rinforzando la chioma, favorendo la crescita e combattendo la caduta.

Come si usa? Per favorire la crescita dei capelli aggiungi allo shampoo abituale qualche goccia di olio oppure usalo per arricchire l'impacco pre-shampoo. In ogni caso massaggia con delicatezza la cute, realizzando dei movimenti circolari, insistendo particolarmente sulla nuca e le tempie.

Olio di Ricino

Ottimo per ostacolare la perdita dei capelli, l'olio di ricino ha proprietà idratanti e rinforzanti per i capelli. Consente di combattere l'effetto crespo, i capelli sfibrati e secchi. Usalo sotto forma di impacchi per combattere la forfora e regalarti una chioma luminosa e sana.

Il tempo di posa degli impacchi sulla cute deve essere di almeno mezz'ora. Per potenziare l'effetto dell'olio asciuga leggermente i capelli con il phon. In alternativa applica qualche goccia di olio di ricino sui capelli bagnati prima di procedere all'asciugatura.

Quali sono gli oli più adatti per i capelli lunghi?

I capelli lunghi sono sicuramente bellissimi, ma sono anche i più "complicati" da idratare e nutrire, perché occorre distribuire i prodotti cosmetici su tutte le lunghezze. Ciò vale anche per gli oli, che per altro dovrebbero essere applicati in quantità minore vicino alle radici e in quantità leggermente maggiore proprio lungo le ciocche.

Per via della loro persistenza e della loro capacità di essere assorbiti dai capelli senza appesantire eccessivamente la chioma, gli oli più indicati per i capelli lunghi sono:

  • Olio di Cocco;
  • Olio di Lino;
  • Olio di Argan;
  • Olio di Jojoba.

Tutti questi oli sono ricchi di vitamine, acidi grassi, principi emollienti e vitamine ma allo stesso tempo sono presenti in commercio con formulazioni che ben si adattano a tutte le tipologie di capello e in grado di non rendere la capigliatura troppo unta.

Quali sono gli oli più adatti per i capelli corti?

E per quanto riguarda i capelli corti? Posto che in questo caso specifico tutto dipende dal vostro obiettivo (volete mantenere il taglio corto o far allungare la chioma?), in linea di massima gli oli più indicati sono:

  • Olio di rosmarino;
  • Olio di argan;
  • Olio di jojoba;
  • Olio di cocco.

La scelta dell'olio di rosmarino è particolarmente indicata se l'obiettivo è accelerare la crescita dei capelli e farli allungare, mentre quella dell'olio di argan, come abbiamo avuto modo di vedere, è perfetto per proteggere la fibra capillare e rinforzarla, rendendo meno sottili i capelli corti e facendo apparire la chioma più voluminosi.

L'olio di jojoba è utile per nutrire senza appesantire eccessivamente i tagli corti, mentre grazie alla sua facilità nel penetrare nel fusto del capello l'olio di cocco è perfetto per rendere i capelli corti più sani e corposi.

Gli oli perfetti per il cuoio capelluto

Chiudiamo con gli oli ideali per il cuoio capelluto. Nonostante quasi tutti gli oli per capelli abbiano effetti benefici anche su questa parte del corpo, i più indicati sono:

  • Olio di rosmarino;
  • Olio di jojoba;
  • Olio di mandorle dolci;
  • Olio di germe di grano.

Come abbiamo avuto modo di vedere, l'olio di rosmarino aiuta il microcircolo e ha ingredienti antinfiammatori, antimicrobici e antiossidanti che aiutano il benessere del cuoio capelluto. L'olio di jojoba è perfetto anche per stimolare il metabolismo cellulare e rivitalizzare la pelle

L'olio di mandorle dolci penetra in profondità, idrate e nutre la pelle, mentre l'olio di germe di grano è apprezzatissimo per il suo effetto stimolante sulla circolazione sanguigna. Vi ricordiamo che per far agire l'olio sul cuoio capelluto occorre applicarlo, attendere almeno 5 minuti e poi massaggiare per altri 60 secondi, in modo tale da ossigenare i bulbi piliferi.

CONDIVIDI: