Olio per Capelli - A Cosa Serve? Quando e Come Usarlo?

Olio per Capelli - A Cosa Serve? Quando e Come Usarlo?
Ultima modifica 17.02.2021
INDICE
  1. Cos’è l’Olio per Capelli
  2. Perché usare l’Olio per Capelli
  3. Come scegliere l'olio per capelli
  4. Come si usa

Cos’è l’Olio per Capelli

L'olio per capelli è un cosmetico molto versatile che si prende cura in modo dolce della chioma. Il prodotto nutre e protegge la fibra capillare dalle aggressioni esterne, oltre a rispondere alle esigenze di chi vuole rendere più disciplinata la capigliatura.  Prima della messa in piega, basta distribuirne un paio gocce sui capelli umidi per renderli morbidi e facilmente pettinabili. L'olio per capelli si può utilizzare in minime quantità anche sulle lunghezze asciutte per contrastare l'effetto crespo, prevenire le doppie punte e dare luce all'acconciatura.

Come si presenta

L'olio per capelli, similmente all'olio per il viso, è un prodotto setoso, denso e concentrato, che nutre in profondità, ammorbidisce e rigenera la chioma. Gli ingredienti in esso contenuti nutrono la fibra capillare e la rendono più forte e resistente. L'olio per capelli può contenere anche sostanze emollienti, elasticizzanti e protettive.

Perché usare l’Olio per Capelli

Ideale prima dell'asciugatura con il phon o per un impacco pre-shampoo, l'olio per capelli è ricco di vitamine e minerali che vantano ottime proprietà restitutive e riparatrici.

L'olio per capelli esercita un'azione nutriente laddove il capello risulta rovinato o fragilizzato: ripristinando le riserve di acqua e grassi, il prodotto ristruttura e rafforza le proteine ​della fibra capillare, come la cheratina, prevenendo l'inaridimento del fusto e delle punte. Il risultato è una chioma più morbida e rivitalizzata.

Anche la superficie del capello ne trae il massimo beneficio: l'olio contribuisce a riparare i danni causati dai trattamenti chimici e meccanici e, al contempo, protegge dalle aggressioni esterne. In particolare, gli ingredienti contenuti negli oli per capelli proteggono la struttura delle fibre rese fragili dagli agenti atmosferici (es. umidità, vento, salsedine, sole), oltre che dalle aggressioni (come la spazzola usata troppo energicamente o dalle temperature troppo alte del phon).

Inoltre, l'olio per capelli contrasta i radicali liberi, responsabili del progressivo indebolirsi e "svuotarsi" della chioma.

L'olio per capelli è utile, infine, per prevenire le doppie punte e per rinsaldare le squamette superficiali, ripristinando la luminosità della chioma ed aiutando a tenere sotto controllo il crespo.

A chi è adatto

Ogni olio per capelli possiede proprietà specifiche, ma indicativamente risponde all'esigenza di un'azione nutriente e riparatrice. Ricchi di vitamine, antiossidanti e acidi grassi, gli ingredienti contenuti in questi cosmetici risolvono il problema di una chioma opaca, spenta e danneggiata.

Come scegliere l'olio per capelli

La tipologia di capello può influenzare la resa dell'olio, una volta applicato. Per esempio, l'olio puro di Argan e quello di Ricino, avendo una consistenza molto ricca, sono ideali per i capelli secchi, mentre sono sconsigliati a chi ha i capelli grassi. In tal caso, è meglio optare per oli dalle texture più leggere, come quella dell'olio di jojoba, perfetto per chi cerca idratazione.

Nella scelta dell'olio per capelli va considerata anche la destinazione d'uso. Ad esempio, quando si frequentano spesso la piscina e la spiaggia, meglio optare per un prodotto con filtro solare, che protegge il fusto ed aiuta a preservare il colore. Esistono anche formule multi-funzioni che si possono usare su viso, corpo e capelli, ideali da portare nel beauty case delle vacanze.

Per lo styling, invece, è indicata una formula ad effetto "secco", facilmente assorbibile, che non appesantisca la chioma.

Olio per capelli: quale utilizzare?

Gli oli per capelli possono essere formulati con derivati vegetali in versione pura (es. oliva, noce, lino, jojoba, germe di grano, argan, mandorle dolci, cocco ecc.) o presentare nella loro composizione una combinazioni di ingredienti naturali che esercitano una decisa azione emolliente, nutriente e restitutiva. Quest'ultima tipologia può essere suddivisa in due categorie: con e senza siliconi. Le formule migliori sono semplici e ricche di oli vegetali che ammorbidiscono, nutrono e lucidano le lunghezze. Esistono prodotti, infatti, che elencano siliconi, alcol e petrolati nelle prime posizioni dell'INCI; queste componenti non fanno male al capello, ma nemmeno lo idratano.  

Gli oli vegetali utilizzati più comunemente per i prodotti per capelli sono:

  • Olio di Cocco: ricco di acidi grassi, risulta particolarmente adatto a chi ha i capelli secchi, in quanto trattiene l'idratazione al loro interno della fibra capillare;
  • Olio di Avocado: ha un potere rinforzante e aiuta i capelli a mantenersi forti e lucenti;
  • Olio di Lino: ideale per tutti i tipi di capelli, rigenera e rivitalizza, migliora la pettinabilità e contrasta le doppie punte;
  • Olio di Germe di Grano: nutre e lucida, perfetto sui capelli sfibrati e secchi;
  • Olio di Argan: chiamato anche "oro liquido" per le sue molteplici proprietà; ricco di polifenoli, aiuta i capelli a rimanere elastici, ammorbidisce le punte e rende la chioma luminosa.

Olio di Cocco Biologico di NaturaleBio

L'olio di cocco biologico di NaturaleBio è ottenuto con spremitura a freddo, ricavata dall'essiccazione della polpa contenuta nella noce di cocco. Quest'olio di cocco è prodotto in Sri Lanka ed è garantito bio al 100%. Se lo si mantiene ad una temperatura al di sotto dei 23° C si avrà un olio solido, mentre un calore maggiore lo porterà progressivamente a sciogliersi. Andrebbe comunque conservato in un luogo fresco e asciutto. Si tratta di un olio di cocco estremamente versatile, perché può essere utilizzato sia per la beauty routine di capelli e corpo, sia per preparare deliziose ricette in cucina.

Olio di Avocado Vergine Naissance

L'olio di avocado di Naissance è un olio vergine puro al 100%, ottenuto pressando a freddo la polpa del frutto. L'olio, che è ricavato da frutti coltivati in Kenya, non subisce processo di raffinazione, al fine di mantenere inalterate le sostanze nutritive in esso contenute. Il prodotto non è testato sugli animali ed è vegano, inoltre non contiene OGM. Sui capelli questo olio di avocado può essere utilizzato come balsamo, ma anche come maschera di bellezza se lo usiamo in combinazione con l'olio di oliva.

Olio di Lino di Omnia

L'olio di semi di lino di Omnia Laboratoires è un prodotto biologico, utilissimo rimedio per coloro che hanno capelli secchi e spenti. Non contiene oli minerali, siliconi, coloranti sintetici, glicole propilenico. L'olio di lino è ricavato tramite estrazione a freddo e senza l'aiuto di solventi chimici. Il prodotto di Omnia Laboratoires non unge, anche se bisogna stare attenti a dosare le quantità (in questo l'erogatore spray è di grande aiuto), e si adatta anche all'uso frequente.

Olio di Germe di grano di Aromatika

L'olio di germe di grano di Aromatika è uno degli alleati per la cura e la bellezza dei nostri capelli. Quest'olio è una fonte di minerali, proteine; è ricco di vitamine A, B, E, ha grandi capacità idratanti, rivitalizzanti e nutritive. Questo prodotto contiene olio naturale al 100%. E' possibile usarlo in purezza, ma può essere anche aggiunto a shampoo e balsamo per renderli ancora più ricchi e nutrienti. Si tratta di un olio versatile che, oltre che sui capelli, può essere usato anche su pelle e unghie come trattamento di bellezza.

Olio di Argan di Moroccanoil

L'olio di argan di Moroccanoil è il prodotto più venduto su Amazon nella sua categoria. E' diverso da un semplice olio, perché è un vero e proprio trattamento. Tuttavia sfrutta le proprietà principali dell'olio di argan, di cui è ricco, come antiossidanti e vitamine, in grado di rendere i capelli più setosi e luminosi. Questo trattamento è particolarmente indicato se si hanno i capelli di colore chiaro, oppure molto fini. E' una formula leggera che rende il capello più bello senza appesantirlo.

Come si usa

Come impacco prima dello shampoo

L'olio per capelli può essere applicato come maschera o impacco nutriente e rigenerante prima dello shampoo abituale. In tal caso, si bagna la capigliatura con acqua calda, in modo che il calore ne favorisca la penetrazione all'interno delle fibre capillari. L'olio va distribuito, poi, con le dita sulle punte e lungo le ciocche dei capelli, evitando le radici. Dopo 10-30 minuti di posa, si procede, poi, alla detersione ed al risciacquo.

Attenzione! Non applicare l'olio sul cuoio capelluto: nel tentativo di eliminare i residui dell'impacco con lo shampoo, si rischierebbe di sgrassare troppo cute e capelli, ottenendo l'effetto opposto a quello nutriente desiderato.

Sui capelli umidi per disciplinare durante lo styling

L'olio può essere applicato prima della messa in piega così da districare e disciplinare la chioma, prevenire l'effetto crespo e renderla luminosa. Basta erogare poche gocce sul palmo e scaldarle tra le mani, quindi distribuire in modo uniforme il prodotto su punte e lunghezze dei capelli umidi, utilizzando le dita come se fossero un pettine.

Prima dell'esposizione al sole      

Gli oli per capelli dotati di filtro solare possono essere applicati prima e durante l'esposizione al sole. Il prodotto deve essere vaporizzato e distribuito sulle lunghezze. Utilizzato prima dei tuffi in mare o in piscina, l'olio per capelli protegge, evitando che la chioma s'inaridisca.

Consigli per l'uso

Non esistono particolari controindicazioni associate all'uso dell'olio per capelli. Tuttavia, alcuni accorgimenti possono contribuire a trarne i migliori benefici. Se l'olio viene utilizzato in quantità eccessive, ad esempio, i capelli rimangono grassi e unti; per questo, è importante dosarlo nel modo giusto per l'impacco, per la maschera o per qualunque trattamento si voglia realizzare.

Anche per quanto riguarda la frequenza, gli eccessi sono sconsigliati: sui capelli asciutti, l'olio può renderli secchi e, nel lungo periodo, possono risultare stopposi. Sulla base del principio del "simile scioglie il simile", l'olio per capelli ha un'azione solvente nei confronti dei lipidi, come quelli che costituiscono il sebo, fisiologicamente già presenti.

Il modo migliore per trarre beneficio da questi prodotti è applicarli sulla capigliatura precedentemente inumidita. L'acqua funziona, infatti, come una sorta di barriera tra il cosmetico e gli elementi grassi che rivestono la fibra capillare. Se applicati sulla chioma umida, l'olio per capelli ha, invece, la possibilità di nutrire efficacemente la fibra capillare.

Contenuto sponsorizzato: My-personaltrainer.it presenta prodotti e servizi che si possono acquistare online su Amazon e/o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, My-personaltrainer.it potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. Vi informiamo che i prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, vi invitiamo quindi a verificate disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.  

Autore

Giulia Bertelli
Laureata in Biotecnologie Medico-Farmaceutiche, ha prestato attività lavorativa in qualità di Addetto alla Ricerca e Sviluppo in aziende di Integratori Alimentari e Alimenti Dietetici