Naso: Medicina e Chirurgia Estetica per Migliorarlo

Naso: Medicina e Chirurgia Estetica per Migliorarlo
Ultima modifica 01.10.2019
INDICE
  1. Introduzione
  2. Indicazioni
  3. Rinofiller – Filler Naso
  4. Lipofilling Naso
  5. Rinoplastica – Chirurgia Plastica del Naso

Introduzione

Il naso è senza dubbio uno dei tratti somatici che maggiormente focalizzano l'attenzione quando si osserva una persona, soprattutto se viene considerata la sua posizione centrale nel viso. La sua conformazione caratterizza e determina fortemente la caratteristica fisionomica individuale, conferendo personalità e armonia.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/10/01/naso-medicina-e-chirurgia-estetica-2-orig.jpeg Shutterstock

In qualche caso, però, la struttura nasale può essere motivo di disagio e insoddisfazione. Per chi desidera migliorare l'aspetto del proprio naso, intervenire sulle piccole imperfezioni e correggere i difetti del profilo, sono disponibili opzioni di medicina e chirurgia estetica che consentono di un "nose reshaping" estremamente preciso e adeguato alle aspettative. Attualmente, gli interventi più praticati per ritoccare e rimodellare un naso che non piace sono la rinoplastica e il rinofiller.

Naso: caratteristiche anatomiche e aspetto esterno

Il naso è la prominenza situata, in posizione mediana, al centro della faccia. Formato da ossa e cartilagine che ne formano la struttura esterna, quest'organo risulta sporgente rispetto al piano del viso. Il naso o costituisce la parte iniziale delle vie respiratorie e provvede al senso dell'olfatto.

Nel descrivere l'aspetto esterno del naso umano, gli anatomisti riconoscono in quest'ultimo almeno 5 aree caratteristiche, che sono:

  • La radice nasale: rappresenta la porzione superiore del naso, in continuità con la fronte;
  • Il ponte nasale: è la porzione a forma di sella di cavallo situata appena sotto la radice e compresa tra i due occhi;
  • Il dorso nasale (o cresta nasale): è il tratto che, a partire dal ponte nasale, caratterizza la prominenza del naso umano. Il dorso è la porzione di naso che risalta agli occhi nella visione di profilo;
  • La punta nasale (o apice nasale): situata all'estremità del dorso nasale, è la porzione inferiore del naso esterno. Inferiormente, possiede due aperture distinte, meglio note come narici nasali;
  • Le ali nasali: sono le porzioni di naso esterno laterali al dorso nasale e alla punta nasale. Circondano le narici, che rappresentano l'inizio delle due cavità nasali anteriori (o coane).

Indicazioni

Correzione Estetica del Naso: Parametri

Gli interventi di medicina e chirurgia estetica volti a migliorare l'aspetto del naso devono tenere in considerazione le proporzioni e l'impatto delle modifiche sul resto degli elementi facciali. Il naso è, infatti, probabilmente il tratto che più colpisce l'attenzione dell'osservatore e permette il riconoscimento di un viso, in quanto occupa la regione centrale del volto e coinvolge i tre piani dello spazio.

Va da sé, quindi, che gli interventi sulla sua morfologia vanno studiati attentamente per rispettare parametri estetici rigorosi e armonici con le strutture con cui è in rapporto.

Al contempo, va tenuta a mente la funzione primaria del naso, ossia la respirazione. Questa può essere eventualmente migliorata combinando l'intervento estetico a quello funzionale per la correzione del setto nasale e dei turbinati (settoplastica e turbinoplastica).

Come è facile intuire, la chirurgia estetica del naso prevede un approfondimento diagnostico specifico e un'analisi attenta della fisionomia, che tengano in considerazione la struttura, le proporzioni e l'espressione globale del volto.

Rifarsi il Naso: indicazioni alla Chirurgia Estetica

A prescindere da eventuali disturbi funzionali, la medicina e la chirurgia estetica rispondono al desiderio di avere un naso più bello e possono essere prese in considerazione dalle persone che ne sono insoddisfatte della forma e dell'aspetto.

La chirurgia plastica del naso (rinoplastica) è consigliata alle persone che desiderano un effetto duraturo e presentano:

  • Una gobba accentuata sul naso;
  • La punta del naso rivolta verso il basso (naso aquilino);
  • Le narici molto dilatate;
  • La piramide nasale con avvallamenti.

Il rinofiller è, invece, una procedura meno invasiva e risulta utile qualora si voglia ritoccare la punta del naso o correggere le piccole asimmetrie, senza intervenire in modo troppo radicale.

Per le ragioni anticipate, rispetto ad altri "ritocchi", la chirurgia estetica del naso ha un forte impatto sulla propria immagine e chi vi si sottopone necessita sempre di un periodo di adattamento al nuovo aspetto. A parte gli ideali e le motivazioni personali, prima di qualsiasi approccio per rimodellare il naso, si deve prestare la massima attenzione all'inquadramento del singolo caso affinché il risultato sia il più naturale possibile.

Rinofiller – Filler Naso

Rinofiller: cos’è?

Il rinofiller è una tecnica non invasiva che permette di correggere le piccole irregolarità nel contorno nasale. Il trattamento prevede l'iniezione di materiale riempitivo, come l'acido ialuronico (biocompatibile e riassorbibile), con l'ausilio di sottili aghi.

Il rinofiller è la soluzione ideale per le persone che desiderano un ritocco estetico del naso, senza dover ricorrere al bisturi, come una piccola gobba o la punta del naso leggermente pendente. Quest'opzione è controindicata, invece, qualora i difetti da correggere siano complessi o responsabili di problemi respiratori.

Risultati ottenibili

Il rinofiller sta divenendo uno dei più affermate nel campo della medicina estetica, poiché, sebbene non possa apportare un cambiamento importante, consente di correggere le piccole imperfezioni e ritoccare alcune parti del naso senza dover ricorrere ad un intervento chirurgico.

Il rinofiller è utile, ad esempio, per:

  • Trasformare un naso aquilino in un naso diritto, sollevando la punta del naso;
  • Rimodellare le forme ed i volumi del naso, donandogli un aspetto più armonico;
  • Migliorare i gibbi poco pronunciati, ii difetti del dorso o della punta della narice;
  • Ritoccare una rinoplastica.

I filler utilizzati possono essere:

  • Temporanei: sono i rinofiller di gran lunga più usati e sarebbero da preferire per questo genere di trattamento per le minori complicanze correlate. Indicativamente, gli effetti dei filler temporanei per il naso durano fino ai 18 mesi prima di riassorbirsi; i materiali riempitivi più usati sono sono l'acido ialuronico, il collagene e l'idrossiapatite di calcio.
  • Permanenti: durano almeno 18 mesi e sono composti da gel di poliacrilammide, silicone, PMMA e polimetil metacrilati; questi rinofiller vengono utilizzati meno frequentemente poiché, considerata la delicata regione anatomica, possono dare origine migrazioni, inclusioni e cisti.

Rinofiller: quanto costa?

Il costo inferiore del rinofiller è inferiore a quello della rinoplastica. In linea indicativa, il prezzo di una seduta di trattamento è di 350 euro circa e per ottenere i risultati si effettuano una o due sessioni. 

Lipofilling Naso

Lipofilling del Naso: in cosa consiste il trattamento?

Il lipofilling del naso è un intervento di chirurgia estetica con applicazioni simili a quelle del rinofiller. La differenza in questo trattamento sta nell'uso del tessuto adiposo del paziente stesso.

In pratica, il lipofilling del naso prevede, nel corso di un piccolo intervento in anestesia locale e sedazione, di prelevare del grasso da una zona in cui questo è presente in eccesso (in genere, dalla pancia, dalle cosce o dai glutei) con delle microcannule. Successivamente, il chirurgo estetico infiltra la parte del naso da trattare con questo tessuto autologo (nota: prima della successiva re-iniezione, il materiale raccolto va opportunamente purificato).

Il lipofilling del naso permette di ottenere risultati estremamente naturali con un rischio di sviluppare effetti avversi praticamente nullo. Di contro, il grasso autologo iniettato tende ad essere parzialmente riassorbito entro circa 3-6 mesi dal trattamento, in una percentuale non prevedibile, quindi potrebbero essere necessaria una seconda seduta per ritoccare il volume e perfezionare l'effetto finale. Il costo del lipofilling varia dai 500 a 3500 euro circa.

Rinoplastica – Chirurgia Plastica del Naso

Rinoplastica: di cosa si tratta?

La rinoplastica è una tecnica chirurgica con finalità estetica ideale per rimodellare la forma del naso in modo preciso e duraturo. Quando l'obiettivo dell'intervento chirurgico è quello di migliorare la funzionalità respiratoria si parla, invece, di settoplastica (per saperne di più, puoi consultare l'articolo dedicato).

La rinoplastica interviene sulla cartilagine e/o sullo scheletro osseo del naso per ottenere un risultato proporzionato ed armonioso. Il risultato può variare da paziente a paziente in base alle caratteristiche sia delle ossa sottostanti, che della cute esterna, ma, generalmente, chi si sottopone alla rinoplastica desidera un risultato permanente. Per questo, è importantissimo che, nel corso delle visite preparatorie all'intervento chirurgico, il medico fornisca al paziente tutte le informazioni affinché le sue aspettative siano realistiche rispetto al risultato della rinoplastica.

Per saperne di più sulla prima visita dal chirurgo, sulla procedura e sulle indicazioni post-operatorie, puoi consultare il seguente articolo » Rinoplastica

Rinoplastica: a chi è indicata?

La rinoplastica è preferibile in quei pazienti che vogliono avere risultati definitivi e necessitano di fare cambiamenti sul naso di una certa entità. Il trattamento si presta, innanzitutto, alla correzione di deformità secondarie a traumi o presenti dalla nascita (congenite).

La chirurgia plastica del naso è indicata anche per:

  • Ridurre le dimensioni di un naso troppo grande (es. naso a patata);
  • Restringere o rimpicciolire le narici
  • Eliminare la gobba sul dorso nasale;
  • Modificare la punta, il dorso o gli angoli tra la fronte e il naso.

Rinoplastica: quanto costa?

Indicativamente, il costo della rinoplastica varia dai 2500 ai 6000 euro. 

Continua con la lettura di Labbra: Migliorarle con la Chirurgica estetica

Autore

Giulia Bertelli
Laureata in Biotecnologie Medico-Farmaceutiche, ha prestato attività lavorativa in qualità di Addetto alla Ricerca e Sviluppo in aziende di Integratori Alimentari e Alimenti Dietetici