Minoxidil e capelli: cos'è e a cosa serve?

Minoxidil e capelli: cos'è e a cosa serve?
Ultima modifica 23.04.2020
INDICE
  1. Cos'è il Minoxidil?
  2. Impieghi
  3. Minoxidil e Capelli
  4. Meccanismo d'azione
  5. Modo d'uso
  6. Efficacia e Risultati
  7. Avvertenze
  8. Effetti Indesiderati
  9. Controindicazioni

Cos'è il Minoxidil?

Il minoxidil è un principio attivo rientrante nella composizione di diversi mediciali le cui indicazioni terapeutiche possono variare in funzione del metodo di somministrazione scelto.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2020/04/23/minoxidil---struttura-chimica-orig.jpeg Shutterstock
Minoxidil - Struttura Chimica

Assunto per via orale, infatti, il minoxidil trova impiego come farmaco antipertensivo; mentre se applicato a livello cutaneo, esso ha dimostrato di favorire la ricrescita di capelli e peli.

Esempi di Medicinali contenenti Minoxidil

Impieghi

A cosa serve il Minoxidil?

Come accennato, in funzione della via di somministrazione scelta - quindi della formulazione farmaceutica impiegata - il minoxidil può rendersi utile nel trattamento di diversi disturbi e patologie.

Più nel dettaglio, distribuito nel cuoio capelluto sotto forma di schiuma o lozione, il minoxidil è utilizzato con un certo successo per contrastare la caduta dei capelli; assunto per via orale, il farmaco esercita invece una potente azione antipertensiva. In quesdt'ultimo caso, il principio attivo viene utilizzato - in associazione ad altri principi attivi contro la pressione alta - per trattare l'ipertensione refrattaria al trattamento con dosi tollerabili di un diuretico più un secondo medicinale antipertensivo.

L'applicazione di minoxidil lozione o schiuma a livello cutaneo, invece, ha lo scopo di stimolare la crescita dei capelli in uomini e donne adulti, affetti in particolare da alopecia androgenetica.

Nota: in quest'articolo ci si concentrerà sull'uso del minoxidil contro la caduta dei capelli.

Minoxidil e Capelli

La possibile utilità del minoxidil contro la caduta dei capelli fu intravista già sul finire degli anni '70, quando vennero riportati i primi episodi di ipertricosi - considerato un effetto indesiderato - in seguito a trattamento antiipertensivo. Questo effetto collaterale fu apprezzato anche negli anni a venire, in seguito alle varie segnalazioni di reversibilità dell'alopecia durante il trattamento con minoxidil.
Al contrario della finasteride, il minoxidil non contrasta le cause endocrine dell'alopecia androgenetica; per questo motivo risulta meno efficace quando il problema è particolarmente accentuato, ma in compenso gli effetti indesiderati sono limitati.

Meccanismo d'azione

Come agisce il Minoxidil?

Mentre è ben noto il meccanismo d'azione con il quale il minoxidil esercita l'azione antiipertensiva, l'esatta modalità con cui esso espleta la propria azione di stimolazione della crescita dei capelli non è nota, anche se si ipotizza che esso possa in un qualche modo influenzare il ciclo vitale del capello prolungando la fase anagen e stimolando la ripresa della fase anagen dalla fase telogen.

Lo stimolo alla crescita dei capelli, in linea generale, si instaura dopo 3-4 mesi dall'inizio del trattamento, anche se vi è un certo grado di variabilità fra un paziente e l'altro.

In seguito all'interruzione del trattamento si assiste alla cessazione della crescita dei capelli e il paziente tende a ritornare alla condizione precedente il trattamento nell'arco di 3-4 mesi circa.

Modo d'uso

Come usare il Minoxidil

Come ribadito più volte, per contrastare la caduta dei capelli, il minoxidil deve essere impiegato per via topica. A questo scopo, i farmaci a base di minoxidil vengono formulati sotto forma di soluzioni (lozioni) o schiume da applicare direttamente sul cuoio capelluto. La concentrazione di principio attivo all'interno di questi prodotti può essere del 2%, oppure del 5%.

In funzione del prodotto che si utilizza, la frequenza delle applicazioni e la quantità di sostanza da applicare potrebbero variare.

Ad ogni modo, in linea generale, il minoxidil dev'essere distribuito uniformemente sull'area interessata due volte al giorno per almeno 4 mesi. Infatti, i risultati del trattamento con minoxidil, sono visibili solo dopo quest'arco di tempo.

A risultato acquisito si può comunque passare ad una terapia "di mantenimento" basata sulla diminuzione del numero di applicazioni o del dosaggio giornaliero. L'importante, a tal proposito, è rispettare le indicazioni inerenti modo d'uso e posologia fornite dal medico, dal dermatologo e riportate sul foglietto illustrativo del medicinale che si deve impiegare.

Efficacia e Risultati

Il Minoxidl funziona davvero e su tutti i pazienti?

Il minoxidil, purtroppo, non sempre è in grado di portare ai risultati tanto sperati, poiché non tutti rispondono in maniera positiva al trattamento. In particolare, le probabilità di successo sembrano essere inferiori negli anziani e nei pazienti in cui l'alopecia è particolarmente accentuata o presente da tempo. Nonostante ciò, dati sperimentali indicano che il farmaco funziona in una buona percentuale di casi (50% circa a seconda degli studi esaminati).

Più nel dettaglio, nei soggetti che rispondono al trattamento si osserva un graduale e progressivo aumento del diametro e della lunghezza dei capelli, con arresto della caduta e talvolta una ricrescita (almeno temporanea) degli stessi.

Diversi studi sperimentali hanno dimostrato che il minoxidil è più efficace nella regione del vertice rispetto a quella frontale, in particolare quando l'area interessata presenta peli intermedi. Ad ogni modo, va precisato che ogni eventuale successo è comunque subordinato alla regolare e costante applicazione che deve essere effettuata tutti i giorni per un minimo di 3-4 mesi. Difatti, come già detto, se il trattamento viene interrotto bruscamente, si ha una rapida accentuazione del problema ed entro pochi mesi si ripresenta la situazione antecedente l'uso del principio attivo. In questo senso, il grosso svantaggio del minoxidil è rappresentato proprio dal fatto che i risultati con esso ottenuti non sono permanenti, ma solo temporanei.

Avvertenze

Cosa è bene sapere prima di usare il Minoxidil contro la caduta dei capelli

Per nessun motivo si devono utilizzare quantità di minoxidil superiori a quelle consigliate o aumentare la frequenza d'applicazione. Questi comportamenti possono, infatti, aumentare la quota di medicinale assorbita e favorire la comparsa di effetti collaterali, che diventano più probabili in caso di uso prolungato o superamento delle dosi consigliate.

Inoltre, i pazienti affetti da patologie cardiovascolari, anche di lieve entità, devono necessariamente informarne il medico prima di utilizzare il minoxidil per via topica contro la caduta dei capelli.

Si ricorda, tuttavia, che il consiglio del medico andrebbe sempre e comunque richiesto prima di iniziare ad utilizzare farmaci o proodtti a base di minoxidil contro la caduta dei capelli.

Effetti Indesiderati

Il Minoxidil contro la caduta dei capelli può causare Effetti Indesiderati?

Come qualsiasi altro farmaco, anche il minoxidil può provocare una serie di effetti indesiderati più o meno gravi.

Piuttosto frequenti risultano gli episodi di dermatite da contatto di natura allergica, con comparsa di prurito, secchezza e desquamazione del cuoio capelluto. Tale effetto indesiderato può manifestarsi alle dosi comunemente impiegate e in genere richiede l'interruzione del trattamento.

Altri effetti indesiderati provocati dall'uso del minoxidil per via topica consistono in:

Inoltre, le soluzioni di minoxidil a base di etanolo e glicole propilenico tendono a lasciare sul capello un fastidioso ed antiestetico "effetto unto".

Infine - essendo su base alcolica - le lozioni a base di minoxidil possono irritare gli occhi. In caso di contatto accidentale con aree sensibili, la regione esposta va accuratamente lavata con acqua fresca.

Sovradosaggio

Gli effetti collaterali più comunemente descritti in caso di eccessivo assorbimento includono cefalea, gonfiori alle estremità, debolezza, vertiginiipotensione ed aritmie (va usata molta prudenza nei pazienti interessati da malattie cardiache).

Un sovradosaggio da minoxidil può verificarsi in caso di uso su pelle lesionata (a causa, per esempio, di una scottatura solare), oppure in caso di utilizzo di dosi maggiori rispetto a quelle consigliate e/o in caso di aumento della frequenza delle applicazioni del farmaco.

Controindicazioni

Quando NON usare il Minoxidil contro la caduta dei capelli

Il minoxidil lozione o schiuma contro la caduta dei capelli è controindicato in gravidanza ed allattamento, per la mancanza di studi che ne certifichino la sicurezza d'uso in queste circostanze.

L'impiego del minoxidil è altresì controindicato nei pazienti con allergia nota allo stesso principio attivo.

Infine, l'impiego del minoxidil - anche se per via topica - è generalmente controindicato nei pazienti che soffrono di coronaropatie, valvulopatie, aritmie e/o scompenso cardiaco congestizio.

Autore

Ilaria Randi

Ilaria Randi

Chimica e Tecnologa Farmaceutica
Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, ha sostenuto e superato l’Esame di Stato per l’Abilitazione alla Professione di Farmacista