Beauty wellness

Minilifting viso e collo: cos'è e come si fa? Risultati e durata

Minilifting viso e collo: cos'è e come si fa? Risultati e durata
Ultima modifica 12.04.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Che cos'è il minilifting?
  2. Che differenza c'è tra lifting e minilifting?
  3. A cosa serve il minilifting?
  4. Per chi è indicato il minilifting?
  5. Come si fa il mini lifting?
  6. Interventi concomitanti
  7. Risultati del minilifting
  8. Rischi e complicazioni
  9. Quanto costa fare un mini lifting?

Che cos'è il minilifting?

Il minilifting (mini lifting o mini-lifting) è un trattamento di chirurgia estetica solitamente eseguito a livello di viso e collo per contrastare la formazione delle rughe. Scopo del minilifting, infatti, è quello di distendere e riposizionare la pelle e i tessuti del volto o del collo, eliminando eventuali eccessi, in modo da conferire alla cute una nuova tonicità e donare un aspetto ringiovanito all'area trattata.

Che differenza c'è tra lifting e minilifting?

Benché gli obiettivi che si pongono entrambi questi interventi chirurgici siano simili, il minilifting è un intervento di lifting parziale, meno invasivo e con tempi di recupero generalmente più brevi.

Anche gli effetti indesiderati post-intervento dovrebbero essere di entità minore rispetto a quelli indotti dal lifting. Naturalmente, ogni persona reagirà in maniera soggettiva all'intervento. In qualsiasi caso, tutti questi aspetti verranno preventivamente discussi con il chirurgo.

Lo sapevi che…

Il minilifting è anche noto come "lifting del weekend" per via dei risultati pressoché "immediati" che si possono ottenere e per i tempi di recupero ridotti.

A cosa serve il minilifting?

Per quali inestetismi è utile il minilifting?

Il minilifting viene utilizzato per ringiovanire il viso e il collo, riposizionando e sollevando i tessuti che, a causa del trascorrere del tempo, sono "scivolati" verso il basso. In particolare, l'operazione di minilifting si concentra a livello del terzo medio del volto (area compresa fra zigomi e guance), del terzo inferiore del volto (area compresa fra la bocca e il mento) e del collo.

Il minilifting può quindi rivelarsi utile per il trattamento di:

  • Correzione delle rughe;
  • Cedimenti e lassità cutanei di limitata entità;
  • Eccesso cutaneo.

Per chi è indicato il minilifting?

Normalmente, il minilifting è un intervento indicato per pazienti di età compresa fra i 35-40 e i 60 anni; tuttavia, non vi è un vero e proprio limite in questo senso. Questo aspetto potrà essere discusso con il chirurgo cui ci si rivolge.

Come si fa il mini lifting?

Colloquio e visita preliminari

Il primo passo per l'esecuzione dell'intervento di minilifting consiste nel colloquio e nella visita preliminare con il medico chirurgo. In questa fase, infatti, il medico potrà indagare le aspettative del paziente, i risultati che vuole ottenere e potrà determinare la fattibilità o meno a procedere con questo tipo di trattamento chirurgico. Per fare ciò, lo specialista dovrà valutare lo stato di salute generale del paziente, la qualità della pelle e la sua elasticità, la presenza di eventuali patologie e/o terapie farmacologiche in atto.

Se il chirurgo determina la possibilità di procedere con l'intervento, fornirà al paziente tutte le informazioni sulla procedura (come si svolge, rischi, possibili effetti indesiderati, ecc.) e, inoltre, fornirà indicazioni sui comportamenti da tenere prima di effettuare l'intervento stesso (ad esempio, sospensione dell'uso di alcuni tipi di farmaci, sospensione del vizio del fumo qualora fosse presente, ecc.). Se lo ritiene necessario, inoltre, il chirurgo potrà prescrivere al paziente l'esecuzione di analisi ed esami necessari prima di procedere con il minilifting.

Durante l'intervento

L'intervento di minilifting si esegue in anestesia locale con sedazione, generalmente in regime di day-hospital. Ciò significa che, al termine della giornata, il paziente potrà ritornare a casa.

Il minilifting può essere eseguito con metodo tradizionale (praticando un'incisione attraverso la quale vengono rimodellati i tessuti), oppure con metodo endoscopico (praticando piccole incisioni all'interno delle quali vengono inseriti gli strumenti necessari all'operazione ed una piccola telecamera che servirà per guidare il chirurgo nel praticare l'intervento).

Una volta effettuate le incisioni, il chirurgo procederà quindi sollevando e riposizionando i tessuti cutanei, eliminando eventuali eccedenze di pelle, ma senza coinvolgere i tessuti più profondi, come avviene, invece, nel caso dell'intervento di lifting.

Al termine dell'intervento, verranno chiuse le incisioni effettuate e infine il volto verrà bendato (con appositi bendaggi o cerotti in modo da esercitare una compressione moderata) in modo tale da contenere l'edema che inevitabilmente si formerà.

Quanto dura l'intervento di minilifting?

L'intervento di minilifting ha una durata di circa 2 ore; tuttavia, il tempo necessario per effettuare l'operazione può dipendere dalle zone trattate e dall'eventuale esecuzione di altri tipi di interventi.

Dopo l'intervento

Come accennato, il paziente potrà ritornare a casa propria il giorno stesso dell'intervento, preferibilmente accompagnato da qualcuno.

Il bendaggio applicato sul volto verrà rimosso dopo circa 2-3 giorni, mentre i punti di sutura dopo circa 7-10 giorni.

Gonfiore (edema) e sensibilità cutanea sono effetti indesiderati comuni ed attesi, così come può essere percepita una sensazione di dolore. Se necessario, il medico potrà prescrivere al paziente appositi farmaci per contrastarlo. A questo proposito, è importante sottolineare che, in presenza di dolore, è necessario evitare di assumere farmaci in autonomia, ma di attenersi solo a quanto prescritto dal medico.

Se la sensazione di disagio, dolore e/o gonfiore dovesse essere particolarmente fastidiosa e intensa, si consiglia di contattare immediatamente il medico.

Per un primo periodo di 3-4 giorni sarà necessario riposare ed evitare sforzi di qualsiasi tipo; il ritorno alle normali attività quotidiane, pur sempre senza eccessivi sforzi, è generalmente previsto entro 1-2 settimane. Solitamente, dopo 3-4 settimane si può tornare alla propria vita senza alcuna restrizione; tuttavia, potrebbe esserci una certa variabilità soggettiva nel recupero post-operatorio. Anche in questo caso, si tratta di aspetti che saranno discussi direttamente con lo specialista.

Interventi concomitanti

Quali altri interventi estetici si possono fare insieme al minilifting?

In accordo con il medico chirurgo, il minilifting può essere eseguito in contemporanea ad altri interventi di medicina estetica. Ad esempio, il minilifting del volto può essere effettuato insieme all'intervento di blefaroplastica. Naturalmente, in questo caso, vi potranno essere effetti indesiderati, rischi e tempi di recupero diversi.

Risultati del minilifting

I risultati del minilifting, solitamente, soddisfano il paziente e iniziano ad essere visibili dopo circa 2 settimane. Tuttavia, potranno essere completamente apprezzabili solo dopo 4-6 settimane, quando il gonfiore sarà scomparso del tutto. Le cicatrici potrebbero rimanere particolarmente visibili e di un colore rosato per qualche settimana, ma tenderanno a divenire meno evidenti con il passare del tempo.

Rischi e complicazioni

Come qualsiasi altra procedura chirurgica, benché meno invasivo rispetto ad altri trattamenti di chirurgia estetica, il minilifting può presentare rischi, complicanze e possibili effetti indesiderati.

Il rivolgersi ad un chirurgo esperto e qualificato, indubbiamente, riduce la probabilità di imbattersi in simili problematiche che, tuttavia, non possono essere mai del tutto escluse.

Ad esempio, fra le possibili complicanze di carattere generale, ricordiamo: infezioni, sanguinamenti ed emorragie, reazioni allergiche all'anestesia o alla sedazione, formazione di cicatrici visibili, difficoltà di guarigione delle ferite.

Gonfiore, dolore e sensazione di tensione cutanea sono effetti attesi che, entro certi limiti, possono essere considerati normali in seguito ad un'operazione di questo tipo. Naturalmente, qualora simili effetti dovessero diventare particolarmente fastidiosi e/o dovessero peggiorare invece di migliorare, lo specialista deve essere immediatamente contattato.

Quanto costa fare un mini lifting?

Il costo di un minilifting può variare in funzione delle aree che vengono trattate, in funzione del chirurgo che eseguirà l'intervento e in funzione della struttura presso la quale opera.

Ad ogni modo, indicativamente, un intervento di minilifting può avere un prezzo medio variabile dai 3.500-4.000 fino ai 7.000-8.000 euro. Naturalmente, qualora in associazione al mini lifting venissero eseguiti altri interventi, il prezzo totale aumenterà.

CONDIVIDI: