Unghie

Manicure giapponese, cos'è e quali sono le sue caratteristiche

Manicure giapponese, cos'è e quali sono le sue caratteristiche
Ultima modifica 02.02.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Manicure giapponese, un alleato per le unghie
  2. Manicure giapponese: cosa è la p-shine manicure?
  3. Come si fa la manicure giapponese?
  4. Gli step della manicure giapponese
  5. Benefici per le unghie
  6. Quanto costa e quanto dura la manicure giapponese?

Manicure giapponese, un alleato per le unghie

L'utilizzo ripetuto e continuativo degli smalti, per quanto ci piaccia e per quanto possa sembrare innocuo, può intaccare la salute generale delle nostre unghie, indebolendole e rendendole meno belle di quanto sarebbero se fossero sane e forti. Per questo, è importante prestare sempre massima attenzione sia in termini di nail art scelta che di prodotti utilizzati, per garantirsi delle unghie impeccabili e del colore o stile desiderato, ma anche piene di benessere, sia nell'aspetto che in profondità.

Una garanzia che è possibile ottenere con la manicure giapponese, un vero e proprio rituale di bellezza per le unghie, che punta alla cura delle stesse e all'utilizzo di prodotti che rispettino le loro caratteristiche ed esigenze, 100% naturali e delicati. Una manicure che non mette a rischio la salute delle unghie e che, allo stesso tempo, è in grado di renderle brillanti e dall'aspetto più che curato in pochi e semplici passi. Prima di saperne di più, però, vi invitiamo a seguire il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere aggiornate su tutte le novità.

Manicure giapponese: cosa è la p-shine manicure?

Non una semplice manicure, quindi, ma un vero e proprio trattamento curativo e di bellezza per le unghie, che consente di prendersi cura della parte nella sua totalità e con attenzioni che nessun'altra tipologia di nail art sa garantire.

Una manicure che, in Estremo Oriente, è conosciuta anche come p-shine manicure, e che ha come scopo il benessere delle unghie a 360°, grazie all'utilizzo di prodotti composti unicamente da ingredienti biologici specifici che permettano alle unghie di crescere più forti e resistenti. Oltre che di brillare grazie all'effetto lucido che si viene a creare sulla superfice delle stesse

Un modo naturale e delicato per prendersi cura delle unghie, sia  in termini di salute che di bellezza e con un effetto che dura a lungo. Un trattamento tradizionale del Sol Levante e un vero e proprio segreto di bellezza delle donne giapponesi, da conoscere e da provare il prima possibile.

Per approfondire: Come sono fatte le unghie?

Come si fa la manicure giapponese?

Punto cardine della manicure giapponese, come detto, è l'utilizzo di ingredienti 100% naturali e biologici e che, quindi, non prevede l'uso dei classici smalti disponibili in commercio o dei solventi necessari per eliminarli.

Alla base delle manicure giapponese, infatti, c'è un ingrediente in particolare, una miscela preparata con cera d'api e oli naturali (come quello di bambù, ylang-ylang, jojoba e tè rosso). Non a caso proprio  la cera d'api è un prodotto naturale usato dalle donne giapponesi fin dal passato, in grado di svolgere una doppia funzione sulle unghie, sia rinforzante che estetica. Una sostanza prodotta dalle api che penetra nell'unghia e che agisce in profondità, stimolandone la rigenerazione cellulare, rimpolpandola e favorendone la crescita.

Gli step della manicure giapponese

  • Pulizia delle unghie;
  • Eliminazione delle cuticole;
  • Lucidatura della superficie delle unghie;
  • Applicazione della pasta a base di cera d'api;
  • Lucidatura delle unghie con polvere di talco;
  • Massaggio alle mani.

La manicure giapponese non richiede grandi passaggi, ma solo attenzione e cura nell'eseguirli. Si comincia da un'attenta detersione con prodotti naturali. Dopo aver eliminato ogni traccia di sporco o batteri da ogni parte dell'unghia, la manicure giapponese si focalizza sull'eliminazione delle cuticole. Per farlo si dovranno ammorbidire le cuticole e utilizzare un bastoncino di legno d'arancio.

Poi, con una lima e un buffer, si procede con la manicure, dando la forma desiderata alle unghie, limandole leggermente e rifinendone il contorno. A questo punto si stende sulla superficie di ogni unghia un sottile strato di cera d'api, avendo cura di non tralasciare nessuna parte della lamina ungueale e di eliminare, una volta fatto, ogni traccia di prodotto in eccesso, utilizzando una lima realizzata in pelle di camoscio. Un passaggio che renderà le unghie immediatamente più lucide, brillanti e più forti.

Una volta fatto è il momento di applicare sulla parte la polvere di talco o una miscela di polvere di riso e perle naturali polverizzate, utile a sigillare la pasta applicata, sbiancare e rinforzare la parte, donandole quell'aspetto dal finish lucente detto all'inizio e tipico della p-shine manicure.

Infine, step a conclusione della vostra manicure giapponese o da inserire subito dopo il passaggio con la cera d'api, è un bel massaggio alle mani, utile a stimolare la circolazione, aumentare il flusso sanguigno e favorire l'ossigenazione dei tessuti.

Benefici per le unghie

Un vero e proprio trattamento curativo per le unghie e che garantisce tutta una serie di benefici ben visibili. Oltre all'aspetto immediatamente più lucido e brillante delle unghie, infatti, la manicure giapponese permette di:

  • migliorare la salute dell'unghia, soprattutto nel caso di debolezza, fragilità e tendenza a spezzarsi;
  • nutrire e risanare la lamina ungueale;
  • agire in profondità a livello cellulare;
  • favorire il rinnovamento cellulare e la crescita della parte;
  • rendere le unghie più forti e robuste;
  • rallentare i segni dell'età;
  • ecc.

Oltre ai benefici insiti nel massaggio svolto che, in aggiunta agli oli essenziali contenuti nella pasta di cera, aiuta a ridurre lo stress, favorendo il relax e la tranquillità

Per approfondire: Come mantenere una corretta idratazione dell’unghia?

Quanto costa e quanto dura la manicure giapponese?

Un rituale dai tanti benefici e che unisce il piacere di avere delle unghie belle ed esteticamente curate con quello di prendersene cura con dei prodotti mirati e che ne garantiscano il massimo benessere. E di fatto, ottenendo un duplice effetto, estetico e salutare. Il tutto con una spesa davvero minima tenendo conto di tutto quello che abbiamo detto sulla manicure giapponese.

Il costo per l'intero trattamento, infatti, può variare dai 15 ai 25 euro a seconda del centro in cui viene fatto e con un risultato che può durare fino a due settimane.

Un modo economico per mantenere le unghie sane e belle, prendendosene cura in modo regolare e garantendovi una manicure delicata, naturale e dall'aspetto lucente ed elegante.

CONDIVIDI: