Skincare

Cosa mangiare per ridurre le macchie della pelle in età avanzata

Cosa mangiare per ridurre le macchie della pelle in età avanzata
Ultima modifica 06.03.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Macchie della pelle in età avanzata: cosa fare per combatterle
  2. Perché in età avanzata compaiono le macchie sulla pelle?
  3. Alimentazione e macchie della pelle
  4. Le sostanze giuste per combattere le macchie della pelle
  5. Macchie della pelle in età avanzata: cosa mangiare per ridurle
  6. Cibi da evitare per prevenire le macchie della pelle

Macchie della pelle in età avanzata: cosa fare per combatterle

Non è una novità né tantomeno un mistero: l'avanzare del tempo cambia il nostro corpo, lo modifica in modo anche evidente. A essere particolarmente tangibili sono i mutamenti che avvengono alla (e sulla) cute, che comprendono rughe, cedimenti e macchie sulla pelle.

Proprio queste ultime possono diventare esteticamente fastidiose e aumentare drasticamente in età avanzata. La buona notizia? Ci sono dei modi per prevenirle, come per esempio un'alimentazione sana che tenga conto di tutte le necessità di una pelle matura, più delicata e fragile. Prima di scendere nel dettaglio, però, vi ricordiamo di seguire il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere sempre aggiornati su tutte le novità di bellezza e benessere.

Perché in età avanzata compaiono le macchie sulla pelle?

Le macchie della pelle in età avanzata sono conosciute sotto il nome di lentigo senili. Si tratta di macule le cui dimensioni vanno da pochi millimetri a 1 centimetro di diametro, circoscritte e caratterizzate da una maggiore pigmentazione. Il loro colore va dal bruno al grigio-nero e compaiono sul viso (in particolare su guance, naso e fronte), sul collo, sul décolleté, sulle mani e anche su braccia e piedi. 

La loro comparsa è da attribuirsi a un'anomala concentrazione di melanociti, le cellule situate nella parte inferiore dell'epidermide che producono la melanina. Per parte della nostra vita i melanociti producono melanina per difendere il corpo dai raggi solari, scurendolo (da qui l'abbronzatura).

Quando inizia il processo d'invecchiamento, però, la pelle diventa più fragile e soggetta a stimoli negativi. Questi stimoli comprendono l'eccessiva esposizione solare e l'inquinamento ambientale, ma anche il consumo di alcolici, il fumo, lo stress e un'alimentazione scorretta.

In particolare, uno scarso o mancato apporto di nutrienti contribuisce ad alterare il metabolismo cellulare dei melanociti, che rispondono aumentando la produzione di melanina e facendo dunque comparire le macchie.

Per approfondire: Macchie sulla pelle del viso: tipologie e cause. Come eliminarle?

Alimentazione e macchie della pelle

Come abbiamo visto, dunque, la comparsa delle lentigo senili è da legare strettamente al processo biologico dell'invecchiamento e più in particolare è da correlarsi all'invecchiamento cutaneo.

Considerando che l'alimentazione resta, a ogni età, il modo principale con cui il nostro corpo ottiene le sostanze che gli occorrono, sono molte le ricerche mirate a individuare gli alimenti migliori per combattere i segni dell'età, comprese le macchie solari.

Per esempio lo studio Diet and Skin Aging—From the Perspective of Food Nutrition pubblicato su NIH - Pubmed, ha indagato gli effetti antiossidanti di origine alimentare sulla pelle e ha in effetti concluso che esistono una serie di cibi in grado se non di evitare quello che è un processo naturale, almeno di arginarlo e minimizzarlo. Nel caso delle macchie della pelle, per esempio, sono risultati decisivi gli alimenti a base di selenio, l'integrazione di vitamine

Per approfondire: Rimedi per le Macchie del Viso

Le sostanze giuste per combattere le macchie della pelle

Ma non è tutto qui. Altri studi, tra cui Discovering the link between nutrition and skin aging, sempre pubblicato sulla rivista scientifica NIH-Pubmed, hanno indagato il legame tra nutrizione e segni del tempo. In questo caso, il team di ricercatori ha puntato i riflettori sul consumo di acidi grassi essenziali omega-3 e su quelli di alcune proteine e lactobacilli.

In generale, tutti gli studi concordano sul fatto che sia fondamentale consumare frutta, verdura, frutta secca e cereali. Altra cosa caldamente raccomandata è cercare di seguire una dieta in base al proprio tipo di pelle: una pelle grassa ha infatti delle necessità nutrizionali molto diverse rispetto a una pelle mista o secca.

Macchie della pelle in età avanzata: cosa mangiare per ridurle

Alla luce degli studi che abbiamo appena citato e tenendo in considerazione che per prevenire le macchie solari (e in alcuni casi per eliminarle) occorre condurre uno stile di vita sano, possiamo fornirvi un piccolo elenco di alimenti benefici. Ciò che però vi consigliamo è di rivolgervi sempre a un dermatologo, a un dietologo e/o a un nutrizionista, per aver consigli ancor più mirati.

Frutta e verdura

Proteine vegetali

Cibi con omega 3

Cereali

Carni

  • Coscio di maiale;
  • Fesa di bovino;
  • Fesa di tacchino.
  • Girello di bovino;
  • Lombo sgrassato di maiale.

Quelli che abbiamo appena elencato sono alimenti sani il cui consumo non deve essere esclusivo. Se è vero che si tratta di cibi efficaci contro l'invecchiamento cutaneo per via dei loro nutrienti, è altrettanto vero che una dieta sana deve sempre essere bilanciata e deve anche essere affiancata da una corretta idratazione.

Cibi da evitare per prevenire le macchie della pelle

Se ci sono degli alimenti utili, non dobbiamo dimenticare che ci sono anche quelli che invece facilitano la nascita di macchie sulla pelle, specie con l'avanzare dell'età. Se alcuni dovrebbero essere assenti completamente dalla nostra dieta, come prodotti in scatola e industriali ricchi di conservanti, e latticini non artigianali con estrogeni e acidificanti, ce ne sono altri come carne, alcolici e zuccheri, che andrebbero decisamente centellinati.

Questi alimenti accelerano l'invecchiamento cutaneo, danneggiando anche altri aspetti della nostra cute, portando a ridurre il collagene, e agevolare l'insorgenza precoce di rughe e acne.

CONDIVIDI: