Intralipoterapia: cos'è e come funziona. Quali sono i rischi?

Intralipoterapia: cos'è e come funziona. Quali sono i rischi?
Ultima modifica 07.02.2024
INDICE
  1. Intralipoterapia per migliorare la forma fisica
  2. Che cos'è l'intralipoterapia?
  3. A cosa serve l'intralipoterapia? E funziona?
  4. Come si fa?
  5. Quante sedute occorrono?
  6. Quanto costa una seduta?
  7. Rischi dell'intralipoterapia

Intralipoterapia per migliorare la forma fisica

Il desiderio di migliorare il proprio corpo non tanto per conformarsi ma per vivere in armonia con l'immagine di sé e con il proprio benessere può portarci alla ricerca di trattamenti per eliminare il grasso in eccesso, magari in zone specifiche del nostro corpo. La buona notizia è che la medicina estetica offre sempre nuove soluzioni: in questo caso parleremo dell'intralipoterapia, tecnica non chirurgica di cui si sente parlare sempre più spesso.

Sciogliendo gli accumuli di grasso, l'intralipoterapia permette di modellare il nostro corpo. Naturalmente, cercheremo di dirvi nel dettaglio in cosa consiste esattamente questo trattamento, come viene eseguito e vi forniremo ulteriori dettagli come, ad esempio, il numero delle sedute, i costi e gli eventuali rischi. In questo modo potrete avere una panoramica completa e decidere se fa al caso vostro. Prima di scoprire tutto sull'argomento, però, vi ricordiamo di seguire il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere aggiornati su tutte le novità su benessere, bellezza e salute.

Che cos'è l'intralipoterapia?

Ma cos'è esattamente l'intralipoterapia? Come abbiamo già detto si tratta di un trattamento non chirurgico che, però, deve essere sempre e comunque eseguito da medici professionisti, esperti della tecnica intralipoterapica. Nel corso degli anni molti ricercatori ne hanno esplorato l'applicazione e i vantaggi e sono stati pubblicati studi (come Subcutaneous Abdominal fat treatment with the intralipotherapy) che ne dimostrano l'efficacia.

La procedura viene eseguita con l'obiettivo di ridurre i depositi di grasso localizzati in alcune zone del corpo e per raggiungere l'obiettivo vengono utilizzate delle sostanze lipolitiche biocompatibili. Le sostanze in questione vengono introdotte nel corpo per mezzo di iniezioni con degli aghi di lunghezza superiore a quelli classici a cui si è abituati.

Proprio grazie alla lunghezza degli aghi, le sostanze riescono a penetrare nella tessuto sottocutaneo, iniziando a distruggere le cellule adipose e riducendo il grasso localizzato.

A cosa serve l'intralipoterapia? E funziona?

Bisogna tenere presente il fatto che lo scopo di questo trattamento di medicina estetica non è il dimagrimento: è quello di ridurre le quantità di grasso localizzate e migliorare l'aspetto della zona. In particolare, si agisce su aree quali le cosce, i glutei, l'addome e i fianchi. In alcune circostanze, anche sulle braccia, sulle ginocchia e sul sottogluteo

A ribadire che l'intralipoterapia non è un trattamento dimagrante è anche uno studio specifico, Intralipotherapy, the State of the Art, pubblicato sulla rivista scientifica Nbci, che indagando ogni aspetto della procedura scioglie anche ogni dubbio sul suo funzionamento. Come abbiamo accennato, le sostanze biocompatibili (come dell'acido desossicolico) vengono iniettate nel tessuto adiposo da un medico specializzato.

Non sono necessarie anestesie, perché il trattamento è fondamentalmente indolore e anche il processo successivo di distruzione delle cellule adipose non causa alcun problema: il grasso presente viene reso meno denso e grazie alla maggiore liquidità e viene eliminato dal corpo in maniera più semplice attraverso il sistema linfatico, durante il naturale processo metabolico.

 

Come si fa?

Previo consulto con il medico specialista, che valuterà l'effettiva necessità del trattamento, verrà fissato un appuntamento. Prima di fissarlo il medico potrebbe anche richiedere degli accertamenti clinici. Il giorno del trattamento, lo specialista delimita la zona interessata su cui andrà ad agire.

Fatto ciò, indicherà la posizione corretta per l'inoculazione (seduta, stesa o in piedi) e usara il già citato ago specifico. In pochissimo tempo, inietterà le sostanze biocompatibili. Al termine, l'area in questione verrà massaggiata per una migliore distribuzione del prodotto e, successivamente, si applicherà del ghiaccio per una decina di minuti.

La seduta ha una durata di circa 20 minuti, dunque, la procedura ha una rapida esecuzione. In base all'estensione della zona o delle zone su cui si decide di agire, la durata potrebbe essere maggiore. Le sostanze iniettate verranno espulse dal corpo in modo naturale con il trascorrere dei giorni.

Quante sedute occorrono?

L'intralipoterapia richiede più di una seduta per sciogliere il grasso localizzato e migliorare l'aspetto dell'area interessata. Non possiamo indicarvi il numero corretto di sedute, in quanto ci sono molte variabili da tenere in considerazione. La situazione di ogni paziente è diversa e anche la zona del corpo su cui si andrà ad agire sarà più o meno estesa.

C'è anche da considerare la risposta dell'organismo e della sua capacità di smaltire i liquidi. Un consulto medico potrà aiutarvi a chiarire questo dubbio e a fornirvi informazioni specifiche sul vostro caso. Quello che possiamo dirvi è che le sedute, normalmente, avvengono a 20 o 30 giorni di distanza l'una dall'altra. Inoltre, il medico estetico vi consiglierà di associare all'intralipoterapia anche un'alimentazione equilibrata e di praticare dell'attività fisica

Quanto costa una seduta?

Non solo il numero di sedute, anche il costo dell'intralipoterapia può variare di molto in base alla clinica e al professionista a cui vi rivolgete e alla città in cui vi trovate. In media, i prezzi possono oscillare tra i 100 e i 350 euro per seduta.

Per informazioni più dettagliate e precise vi consigliamo di consultare diversi medici per richiedere un preventivo personalizzato. In questo modo potrete avere un'idea chiara della spesa da sostenere che, chiaramente, varierà anche in base al numero di sedute considerate necessarie. 

Rischi dell'intralipoterapia

L'intralipoterapia comporta dei rischi? Essendo un trattamento medico la risposta è sì, ed è proprio per questo che va eseguita solo da medici specializzati che valuteranno la situazione, analizzeranno il quadro clinico e decideranno quando e come effettuare il trattamento e quali sostanze iniettare.

Dopo le sedute potrebbero insorgere arrossamento, gonfiore e un po' di dolore localizzato. Il rischio più grave sono le reazioni allergiche alla sostanza utilizzata, ma come abbiamo già detto è per questo che il medico valuterà con estrema attenzione la situazione. Durante il consulto medico potrete chiarire ogni dubbio e avere informazioni dettagliate.

Sarete poi in grado di decidere se effettuare il trattamento valutando attentamente i benefici e i rischi. L'intralipoterapia è sconsigliata alle donne in gravidanza o allattamento, a chi soffre di disturbi della coagulazione, malattie autoimmuni in fase attiva, malattie epatiche, diabete e iperlipemie