La ginnastica facciale funziona per le guance cadenti? Consigli ed esercizi

La ginnastica facciale funziona per le guance cadenti? Consigli ed esercizi
Ultima modifica 09.02.2024
INDICE
  1. Ginnastica facciale per le guance cadenti: efficacia ed esercizi
  2. Come risollevare le guance con la ginnastica facciale
  3. La ginnastica facciale per le guance cadenti funziona?
  4. Come combattere le guance cadenti (non solo ginnastica facciale)

Ginnastica facciale per le guance cadenti: efficacia ed esercizi

Con il tempo l'anatomia del viso cambia gradualmente: la produzione di collagene diminuisce, mentre la pelle perde compattezza, svuotandosi e cedendo verso il basso. La ginnastica facciale per le guance cadenti può essere un'ottima soluzione per ottenere sulle guance un effetto liftante: un workout quotidiano per avere una pelle nuovamente turgida e bella.  

Oggi cercheremo di darti tutte le indicazioni, ma tu ricordati di seguire il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere aggiornati su tutte le novità di bellezza e benessere.

Come risollevare le guance con la ginnastica facciale

Dall'età ad un dimagrimento, sono diversi i motivi per cui le guance possono perdere tono. Gli esercizi di ginnastica facciale in questo caso possono rivelarsi utili per definire e risollevare questa zona.

  • Il primo esercizio è piuttosto semplice e coinvolge il collo. Ruotalo lentamente e in modo controllato, accompagnando le rotazioni con respirazioni ed espirazioni profonde. Questo esercizio consente di migliorare la postura, portando un allineamento di testa e collo e regalando alle guance una maggiore armonia.
  • Per il secondo esercizio solleva in alto la testa, guardando il soffitto. Mantieni la posizione, tirando la lingua fuori, proprio come se dovessi fare la linguaccia. Resta in questo modo per almeno dieci secondi, ripetendo l'esercizio cinque volte. Questo workout permette di tonificare le guance, stimolando i muscoli nella zona inferiore del viso.
  • Il terzo esercizio si svolge davanti allo specchio. Mima una O con la bocca, restando nella posizione per dieci secondi, poi rilassa. Ripeti l'esercizio cinque volte ogni giorno: le guance si tenderanno e si rilasseranno, e questo movimento reiterato porterà a un rassodamento.

 

Per approfondire: Ginnastica facciale: quante volte a settimana praticarla per un viso tonico e luminoso

La ginnastica facciale per le guance cadenti funziona?

Ma la ginnastica facciale per le guance è davvero efficace? La risposta è sì: proprio come accade per tutte le altre parti del corpo, quando vengono allenate anche le aree del viso aumentano di volume, riempiendo le rughe rendendo la pelle turgida. Inizialmente si può partire con tre minuti di esercizi per poi passare a dieci minuti, progredendo con varie sessioni d'allenamento.

Sin dalle prime sessioni si avvertono dei cambiamenti positivi. Il colorito migliora poiché l'automassaggio consente di stimolare i micro capillari e di riattivare la microcircolazione. Praticando la ginnastica facciale per tre settimane si sperimentano altri benefici: le rughe appaiono da subito attenuate, le sopracciglia si riposizionano in alto, mentre le palpebre si risollevano, rendendo lo sguardo più aperto.

I benefici riguardano inoltre le rughe naso-labiali, infine il sottomento e la linea mandibolare diventano più definiti. Va sottolineato, in ogni caso, che per regalare dei risultati che durino nel tempo la ginnastica facciale va ripetuta con costanza, almeno ogni giorno per dieci minuti.

La ginnastica facciale non ha nessun limite d'età e può essere effettuata da chiunque. Permette di drenare le tossine e regala un effetto liftante al viso, rassodando la pelle. L'obiettivo di questa face gym è quello di contrastare gli effetti dell'invecchiamento cutaneo attraverso esercizi che coinvolgono i muscoli del volto.

 

Per approfondire: Zampe di gallina: esercizi facciali utili

Come combattere le guance cadenti (non solo ginnastica facciale)

Per contrastare le guance cadenti è fondamentale usare un approccio variegato che comprenda non solo la ginnastica facciale, ma anche altri trattamenti utili. Ad esempio un ciclo di biorivitalizzanti può essere utile per idratare la pelle e regalargli tono. Come funziona? Nello strato superficiale dei tessuti vengono iniettati acido ialuronico, vitamine, aminoacidi e antiossidanti in grado di esercitare un'azione stimolante, regalando alla pelle vitalità e turgore.

Ottimo pure il face contouring che consente di rimodellare il viso senza l'uso dei bisturi grazie a prodotti iniettivi e tecniche che ridefiniscono i tratti del viso, in particolare l'area della mandibola e degli zigomi. In particolare i filler di acido ialuronico donano volume e un effetto tensorio, ma armonico. In ogni caso è essenziale rivolgersi sempre a professionisti del settore, scegliendo un esperto che possa creare un trattamento accurato e personalizzato in grado di preservare salute e bellezza.

Infine è essenziale seguire alcune regole, legate ad uno stile di vita sano, per prevenire e combattere le guance cadenti. Prima di tutto cura l'alimentazione, scegliendo cibi che riducono l'azione dei radicali liberi e favoriscono la produzione del collagene e dell'elastina, responsabili dell'aspetto tonico della pelle.

Non dimenticare mai la protezione solare e prova la terapia del freddo. Questo trattamento rassodante deriva da un antichissimo rimedio di bellezza giapponese capace di migliorare il tono delle guance. Il ghiaccio infatti favorisce la circolazione e l'elasticità con un effetto tonificante. Come funziona? Avvolgi in un panno morbido un cubetto di ghiaccio, poi passalo sulle guance con movimenti circolari. Ripeti il trattamento tutte le sere per cinque minuti.