Skincare

Esfoliazione della pelle del viso: come farla senza errori

Esfoliazione della pelle del viso: come farla senza errori
Ultima modifica 25.01.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Esfoliazione della pelle del viso: perché è importante
  2. I diversi tipi di esfoliazione
  3. Prima regola: la frequenza
  4. Come esfoliare la pelle del viso: gli errori da evitare
  5. Un'esfoliazione personalizzata

Esfoliazione della pelle del viso: perché è importante

Una pelle del viso sana ed esfoliata è il segreto per un incarnato fresco e radioso. Tuttavia, l'esfoliazione è una pratica che richiede attenzione e delicatezza, perché ci sono degli errori che potrebbero danneggiare la barriera cutanea e causare arrossamenti e un'eccessiva secchezza, la classica sensazione della "pelle che tira". Dunque, come farla senza errori?

Partendo intanto da un presupposto fondamentale: prima di iniziare qualsiasi routine esfoliante della pelle del viso è molto importante conoscere le esigenze del proprio tipo di pelle e di conseguenza scegliere prodotti che non siano troppo aggressivi, per evitare di trovarsi poi a dover correre ai ripari.

I diversi tipi di esfoliazione

Prima di iniziare qualsiasi regime di esfoliazione, è essenziale sapere che esistono due principali tipologie di esfolianti:

  • meccanici: questo tipo di esfoliazione prevede l'utilizzo di prodotti che contengono particelle abrasive che rimuovono le cellule morte dalla superficie della pelle
  • chimici: gli esfolianti chimici utilizzano invece acidi o enzimi per dissolvere le cellule morte e lasciare la pelle liscia e luminosa

Non esiste una regola specifica, ogni pelle è diversa e ha esigenze particolari: una pelle sensibile richiede cure differenti rispetto a una pella mista, per esempio. Però, per sapere come fare bene l'esfoliazione il suggerimento è anche quello di sentire un dermatologo o una figura esperta nei trattamenti cutanei, un passaggio molto utile per capire come andare a trattare la pelle del viso senza errori e senza causare fastidiose irritazioni.

Ad esempio, per le pelli più sensibili, gli esfolianti chimici come l'acido glicolico o l'acido lattico possono essere più indicati, in quanto sono delicati. Le pelli normali o le pelli grasse potrebbero beneficiare invece di esfolianti meccanici con particelle fini come zucchero o microsfere. In questo ultimo caso è sempre bene verificare che la parte di esfoliazione meccanica sia svolta da componenti naturali e biodegradabili, e che il prodotto non contenga microplastiche, che possono danneggiare l'ambiente.

Per chi lo desideri, è anche possibile preparare in casa dei semplici esfolianti naturali, a base di ingredienti che tutti hanno in cucina, come il miele, lo zucchero o l'avena che possono essere utilizzati per esfoliare la pelle in modo delicato ed efficace. Basta scegliere lo zucchero per un'esfoliazione meccanica più decisa, o l'avena per un trattamento più delicato; il miele invece manterrà la pelle idratata e luminosa, grazie alle sue proprietà idratanti e antibatteriche.

Prima regola: la frequenza

Come fare bene l'esfoliazione del viso? Sapendo, per esempio, ogni quanto è corretto dedicarsi a questa pratica. Uno degli errori più comuni, per esempio, è quello di esfoliare la pelle troppo spesso, senza lasciare il tempo alla cute di ristabilire il proprio equilibrio. Anche se la frequenza dipende dal tipo di pelle e dall'esfoliante utilizzato, in generale, una o due volte a settimana è sufficiente per mantenere la pelle luminosa senza danneggiarla.

Anche la costanza è molto importante; i risultati migliori si ottengono infatti con un approccio costante nel tempo e una routine quotidiana di detersione delicata e idratazione. Anche la dieta e lo stile di vita hanno ovviamente il loro impatto sulla salute della pelle. Mangiare in modo sregolato, bere poco e il fumo sono abitudini che con il tempo possono rendere l'incarnato poco luminoso.

Per approfondire: Quante volte a settimana fare l'esfoliazione della pelle del viso?

Come esfoliare la pelle del viso: gli errori da evitare

Una delle prime cose da tenere a mente per sapere come fare bene l'esfoliazione della pelle del viso è certamente la fase dell'applicazione. La pelle va sempre trattata con grande delicatezza, in quanto in questa zona del corpo può essere molto sottile e sensibile.

Ecco alcune accortezze per un'esfoliazione senza errori:

  • L'esfoliante va massaggiato con movimenti lenti e circolari per stimolare la circolazione, evitando aree delicate come il contorno occhi
  • Dopo il massaggio, il prodotto va risciacquato con grande cura, per evitare irritazioni e la pelle va reidratata con una crema; gli esfolianti infatti possono rimuovere non solo le cellule morte ma anche il naturale film idro-lipidico della pelle
  • La pelle appena esfoliata è più sensibile al sole e per questo motivo è bene evitare l'esposizione diretta dopo l'applicazione. Di norma è sempre meglio indossare la protezione solare per prevenire danni da raggi UV
  • Soprattutto dopo le prime esfoliazioni, bisogna tenere d'occhio la pelle, per notare eventuali arrossamenti, irritazioni o secchezza eccessiva. Nel caso avvengano, basta ridurre la frequenza dell'esfoliazione o cambiare tipo di prodotto

 

Un'esfoliazione personalizzata

Ogni persona ha esigenze cutanee diverse. Il regime di esfoliazione (e in generale l'intera skincare) va sempre personalizzato in base alle esigenze specifiche della propria pelle. Scegliere un'esfoliazione troppo aggressiva potrebbe causare irritazioni, e arrossamenti, o anche solo rendere la pelle secca e creare sensazioni di disagio. Al contrario, trovare la routine corretta aiuta a mantenere la pelle del viso luminosa, riducendo anche brufoli e punti neri.

Sapere come fare l'esfoliazione del viso senza errori è importante, perché deve essere eseguita con attenzione. Con la conoscenza appropriata e l'uso di prodotti adeguati, si può godere dei benefici senza commettere errori che potrebbero compromettere la salute della pelle.

 
CONDIVIDI: