Capelli

Tutti i benefici dell'esfoliazione ai capelli e come farla bene

Tutti i benefici dell'esfoliazione ai capelli e come farla bene
Ultima modifica 21.05.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Perché non dobbiamo trascurare l'esfoliazione dei capelli?
  2. Cos'è l'esfoliazione del cuoio capelluto?
  3. A chi è indicata?
  4. Cosa serve per l'esfoliazione?
  5. Come esfoliare i capelli?
  6. Quali sono i benefici?
  7. Quanto spesso farlo?

Perché non dobbiamo trascurare l'esfoliazione dei capelli?

Una chioma bella, luminosa e in salute è sicuramente sinonimo di cura di sé e se siete delle vere appassionate di beauty avrete sicuramente a disposizione moltissimi prodotti per prendervi cura della vostra capigliatura. Ma tra la scelta di un balsamo e l'applicazione di una maschera, avete mai pensato all'esfoliazione ai capelli?

L'esfoliazione è un gesto di cura che molte di noi sono abituate a inserire nella skincare, ma è molto sottovalutato quando si parla di cura dei capelli. Invece, esfoliare regolarmente il cuoio capelluto può portare benefici non indifferenti. Adesso li scopriremo insieme, ma prima vi ricordiamo di seguire il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere aggiornate su tutte le novità di benessere e bellezza.

Cos'è l'esfoliazione del cuoio capelluto?

L'esfoliazione dei capelli non differisce particolarmente dallo scrub per la pelle o altre parti del corpo: l'obiettivo infatti è e resta quello di rimuovere le cellule morte e le impurità che si sono accumulate sullo stato più superficiale della cute. Anche se tendiamo a non pensarci troppo perché è in qualche modo "occultato" dalla nostra chioma, il nostro cuoio capelluto ne ha estremo bisogno.

Per capire bene quanto sia essenziale, basta pensare a quanti residui si possano annidare tra le radici: da una parte ci sono i rimasugli di prodotti di hair style, il sebo in eccesso e la forfora, ma dall'altro c'è anche lo sporco che si genera per via del clima (troppo umido, per esempio) o dell'inquinamento.

Esfoliare i capelli regolarmente garantisce dunque una pulizia più profonda. In più, dall'altra parte, favorisce il ciclo vitale della pelle perché stimola il ricambio cellulare.

A chi è indicata?

L'esfoliazione del cuoio capelluto è una pratica consigliata a chiunque. Liberarsi dalle impurità, anche al netto di zero problematiche specifiche, è di per sé un beneficio universale. Lo scrub dei capelli è però caldamente indicato per i soggetti che adoperano molti prodotti per lo styling.

Lo si consiglia inoltre a chi soffre di forfora, sebo in eccesso o altre problematiche che generano fastidi, dolori e pruriti. Si tratta di una carezza lenitiva rivolta a un'area del corpo che spesso maltrattiamo, ritenendo d'aver fatto la nostra parte con shampoo e balsamo.

Cosa serve per l'esfoliazione?

In commercio sono disponibili numerosi prodotti per procedere con un corretto scrub del cuoio capelluto. Generalmente, quelli più indicati sono:

  • Cosmetici a base di acido salicilico;
  • Cosmetici con granuli abrasivi;
  • Cosmetici naturali con sale e zucchero;
  • Strumenti fisici come guanti o spugne.

Un cuoio capelluto pruriginoso e squamoso non è frutto di aridità eccessiva, anzi. Nella maggior parte dei casi alla base c'è una produzione eccessiva di olio da parte della ghiandola sebacea.

L'acido salicilico rimuove l'accumulo di sebo, offrendo una delicata esfoliazione. I granuli abrasivi procedono a rimuovere delicatamente tutti i residui di impurità, inquinamento e prodotti per lo styling.

Prodotti con sale e zucchero, in studiati quantitativi, consentono di ottenere un gommage più delicato e una purificazione approfondita. 

Come esfoliare i capelli?

Ma come si procede a una corretta esfoliazione dei capelli? Gli step non sono tantissimi, ma è importante conoscerli per procedere nel modo migliore:

  • Inumidire i capelli: la chioma va bagnata usando acqua tiepida, approfittando di questo momento per fare un primo delicato massaggio alla cute;
  • Dividere i capelli in sezioni: prima di applicare i prodotti per lo scrub i capelli vanno suddivisi in modo tale da raggiungere meglio ogni porzione del cuoio capelluto;
  • Massaggiare senza senza strofinare: a esfoliare la pelle penserà il prodotto, dunque è bene non fare movimenti eccessivi onde evitare irritazioni. I vostri gesti devono essere delicati e mirati a stimolare la microcircolazione cutanea;
  • Lasciare in posa: quasi tutti i prodotti vanno lasciati in posa dai 5 ai 15 minuti per rendere più efficace l'applicazione.

A seguire, naturalmente, il prodotto deve essere risciacquato e si può passare alla detersione, adoperando shampoo e balsamo delicati.

Per approfondire: Scrub con henné ai capelli: benefici

Quali sono i benefici?

Integrare l'esfoliazione dei capelli nella propria routine di hair care comporta svariati benefici, tra cui:

  • Rimozione cellule morte e impurità: il primo effetto di uno scrub al cuoio capelluto è quello di rimuovere le cellule morte. C'è però molto altro che avviene durante questo processo. Questa parte del nostro corpo, per ovvie, ragioni, è colma di impurità, considerando la presenza dei capelli che intrappolano di tutto. Si pensi ai prodotti usati, al sebo, al grasso, alla forfora o anche a quelle microparticelle che ci accolgono nel centro cittadino. L'esfoliazione libera i follicoli piliferi da tutto ciò, promuovendo una crescita capillare sana e favorendo una rigenerazione cellulare più rapida;
  • Circolazione sanguigna e nutrizione dei follicoli piliferi: mentre si procede con l'esfoliazione della pelle, si ottiene anche uno stimolo della circolazione sanguigna. Un aumento del flusso che ha come conseguenza diretta un trasporto di nutrienti essenziali ai follicoli piliferi. Da ciò dipende una crescita sana dei capelli, che risultano di conseguenza più resistenti e forti. Poter vantare una migliore circolazione può inoltre contribuire nella prevenzione della caduta di capelli;
  • Riduzione della forfora: un eccesso di sebo, insieme con la presenza di lieviti nell'area superficiale del cuoio capelluto, sono alla base di forfora e dermatite seborroica. Questo problema antiestetico può essere combattuto attraverso lo scrub. Dalla riduzione della forfora al benefico lenire della dermatite seborroica. Di fatto si rimuovono le cellule morte, che alimentano la crescita dei lieviti. Al tempo stesso si rimuove l'eccesso di sebo;

Infine, va da sé che l'eliminazione di impurità e cellule morte garantisca un cuoio capelluto più sano e pulito e riduce le condizioni cutanee irritanti, come infiammazioni, prurito e desquamazioni.

Quanto spesso farlo?

L'esfoliazione del cuoio capelluto non è un'operazione quotidiana. Eccedere in tal senso potrebbe anzi avere degli effetti negativi. La rigenerazione cellulare che si vuole favorire ha i suoi tempi. È possibile seguire due strade, a seconda dei propri impegni e, ovviamente, del tipo di pelle e delle proprie abitudini.

Chi soffre di forfora, grasso in eccesso o adopera numerosi prodotti per lo styling su base quotidiana, dovrebbe optare per un'esfoliazione del cuoio capelluto due volte al mese. La propria pelle necessita di questo trattamento rigenerante e ristrutturante. In altri casi meno urgenti, per così dire, può bastare anche un solo intervento ogni 30 giorni, circa.

CONDIVIDI: