Beauty wellness

Lavarsi il corpo con il doppio bagnoschiuma: perché viene consigliato dai dermatologi

Lavarsi il corpo con il doppio bagnoschiuma: perché viene consigliato dai dermatologi
Ultima modifica 03.06.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Perché è consigliato l'uso del doppio bagnoschiuma?
  2. Cos'è la regola del doppio bagnoschiuma?
  3. Come fare double cleansing?
  4. Che differenza c'è tra bagnoschiuma e sapone?
  5. Quanto bagnoschiuma usare per una doccia?
  6. Quali sono gli ingredienti migliori per il bagnoschiuma?

Perché è consigliato l'uso del doppio bagnoschiuma?

Se la doppia detersione del viso è considerata essenziale, anche quella del corpo, secondo gli esperti, sarebbe preferibile. L'uso del doppio bagnoschiuma infatti è consigliato dai dermatologi per pulire in profondità la pelle del corpo e per fornirgli tutte le sostanze nutritive di cui ha bisogno, regalando un'epidermide non solo pulita e profumata, ma anche sana e idratata in profondità.

Adesso approfondiremo l'argomento rispondendo a ogni curiosità, ma prima di andare avanti vi ricordiamo di seguire il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere sempre aggiornate su tutte le novità di bellezza, estetica, benessere e cosmetica.

Cos'è la regola del doppio bagnoschiuma?

Lavare il corpo è una delle azioni più basilari e semplici del quotidiano, ma pochi lo fanno nel modo giusto. Non basta infatti un solo bagnoschiuma per essere davvero puliti: sempre più esperti in dermatologia, infatti, stanno ribadendo che prima è necessaria un'azione mirata a eliminare germi e batteri e dopo occorre idratare e nutrire la pelle.

La regola del doppio bagnoschiuma è riassumibile così: occorrono due prodotti distinti e separati, che vanno usati con criterio e scelti con consapevolezza. Quando scegliamo un docciaschiuma infatti lo facciamo perché spinti dal profumo o dagli effetti sulla pelle.

In realtà, invecem i bagnoschiuma non sono tutti uguali.  Alcuni sono particolarmente idratanti e ricchi di nutrienti, perciò adatti per pelli secche, altri sono ottimi per le pelli sensibili. Proprio per questo per lavare al meglio il corpo occorre combinarli.

Come fare double cleansing?

Per lavare la pelle del corpo al meglio dunque sarebbe meglio usare due differenti bagnoschiuma, che per la precisione devono essere:

  • Bagnoschiuma antibatterico;
  • Bagnoschiuma idratante.

Il primo prodotto da usare durante il lavaggio è il bagnoschiuma antibatterico, in grado di svolgere sulla pelle un'azione antisettica. Effettua la prima detersione usando questo prodotto: ti consentirà di eliminare germi e batteri che provocano la formazione del cattivo odore, preservando il microbiota cutaneo.

Il bagnoschiuma antibatterico risulta particolarmente utile soprattutto per chi ha una pelle tendente alle impurità o all'acne. Spesso infatti i batteri che provocano imperfezioni (ma anche cattivi odori) non vengono eliminati con la doccia. I detergenti antibatterici hanno una formulazione che contiene ingredienti specifici in grado di contrastare la proliferazione batterica.

Pensiamo ad esempio al Benzoyl Peroxide, ma anche al timo, al rosmarino, allo zinco e alla menta. Dopo aver usato il detergente antibatterico sarà il momento di effettuare il double cleasing passando al secondo step. L'ideale sarebbe optare per un bagnoschiuma profumato e idratante, ottimo per pulire la pelle, renderla idratata e morbida.

Che differenza c'è tra bagnoschiuma e sapone?

Per effettuare al meglio la doppia detersione è importante conoscere la differenza fra sapone e bagnoschiuma. La diversità fra questi prodotti nasce dalla loro formulazione. Il sapone infatti viene realizzato utilizzando oli, lisciva e cere che donano un'estrema concentrazione, mentre i bagnodoccia sono composti soprattutto da acqua.

Il sapone in generale risulta piuttosto delicato sulla pelle ed è indicato per chi ha un'epidermide irritata, molto sensibile e tendente ad allergie. L'assenza di acqua nella formulazione infatti permette di usare pochi conservanti, sostanze che tendono a irritare la pelle.

In caso di pelle secca invece sarebbe preferibile usare un bagnodoccia, in mousse o in crema, per un'azione idratante e nutriente intensa. Un'altra differenza riguarda il pH. Quello del sapone spesso è più alto rispetto a quello del bagnoschiuma che invece è vicino a quello della pelle.

Per approfondire: Lavare il viso solo con acqua: perché non va bene?

Quanto bagnoschiuma usare per una doccia?

Quando si parla di detersione – ormai l'abbiamo capito – le dosi sono importanti. Utilizzare troppo prodotto infatti potrebbe causare un inutile spreco, al contrario troppo poco potrebbe ridurre l'effetto positivo.

Per il bagnoschiuma andrebbe usata una dose grande quanto una noce sulle braccia. Lo stesso si consiglia di fare per schiena, gambe e per il resto del corpo. Nel caso di prodotti a base oleosa, invece, la quantità dovrebbe essere uguale ad uno spicchio d'arancia in ogni area.

Quali sono gli ingredienti migliori per il bagnoschiuma?

Scegliere il bagnoschiuma giusto è essenziale quando si parla di doppia detersione. In questo caso è fondamentale leggere con attenzione la lista degli ingredienti in base al tipo di pelle da trattare.

Il primo obiettivo del bagnodoccia è quello di idratare, non solo nutrire. Dunque cerca prodotti che contengano glicerina e ceramidi, ma anche oli nutrienti e vegetali come quello di argan, di cocco o di avocado. L'ideale per pulire la pelle e darle al tempo stesso un nutrimento profondo.

Ottima pure la calendula che dona sollievo alla pelle arrossata e se ne prende cura in modo delicato. In caso di pelle grassa sarebbe preferibile scegliere un bagnoschiuma con acido salicilico o acido lattico, ideali per eliminare le impurità e i batteri che portano alla formazione di acne.  

Da evitare invece i prodotti che non hanno un buon INCI, arricchiti con petrolati, siliconi, etossilati, parabeni che non solo inquinano, ma tendono anche a irritare la pelle.

CONDIVIDI: