Crema antimacchie ideale: cosa deve contenere?
Ultima modifica 27.03.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Che cos'è una crema antimacchie?
  2. A cosa serve?
  3. Caratteristiche ideali
  4. Composizione e ingredienti
  5. Risultati
  6. Come si usa una crema antimacchie?

Che cos'è una crema antimacchie?

La crema antimacchie è un prodotto cosmetico utilizzato per combattere le macchie scure che possono comparire sulla pelle del volto. Tali macchie sono il risultato di un accumulo di melanina, il pigmento responsabile del colore della stessa pelle, dei peli e dei capelli.

L'accumulo di melanina e la formazione di discromie iperpigmentate può essere il risultato di una serie di fattori, quali il naturale invecchiamento cutaneo, le alterazioni dei livelli ormonali, l'esposizione ad alcuni fattori ambientali (come il sole o lo smog), l'assunzione di alcuni tipi di farmaci o la presenza di alcune patologie. Inoltre, nella comparsa delle discromie cutanee vi può essere anche il coinvolgimento di fattori genetici o ereditari.

Per approfondire: Macchie sulla pelle del viso: tipologie e cause. Come eliminarle?

A cosa serve?

Quando usare una crema antimacchie?

La crema antimacchie serve per prevenire le discromie cutanee iperpigmentate (macchie scure sulla pelle) che si possono manifestare sul volto e per attenuare quelle che già si sono sviluppate.

Per fare ciò, una crema antimacchie ideale deve contenete specifici ingredienti che siano in grado di contrastare l'accumulo del pigmento melanico che dà origine alle macchie scure, ma non solo. Una crema antimacchie, infatti, può avere una formulazione ben più complessa e contenere altri ingredienti attivi che conferiscono al prodotto finale differenti proprietà.

Caratteristiche ideali

Quali sono le caratteristiche che una crema antimacchie ideale dovrebbe avere?

Una crema antimacchie ideale dovrebbe possedere una serie di caratteristiche, quali:

  • Essere ben tollerata dalla pelle, anche quelle più sensibili;
  • Essere efficace nel combattere le macchie scure già formate;
  • Essere efficace nel prevenire la formazione di nuove discromie cutanee;
  • Proteggere la pelle dalle aggressioni esterne;
  • Essere di facile assorbimento;
  • Essere confortevole da indossare.

In questo contesto, tuttavia, è opportuno precisare che non esiste una definizione univoca di crema antimacchie ideale e che ciascuna persona può trovarsi a proprio agio con prodotti diversi.

Composizione e ingredienti

Come è fatta una crema anti macchie?

Una crema contro le macchie scure sulla pelle deve contenere ingredienti che siano in grado di agire sulle iperpigmentazioni cutanee, in altri termini, deve contenere ingredienti schiarenti o depigmentanti. Questi ingredienti agiscono in maniera più o meno diretta sulla melanina il cui accumulo è responsabile delle discromie di cui sopra.

Nella realizzazione di una crema anti macchie, tuttavia, possono essere utilizzati anche ingredienti che favoriscono il rinnovamento cellulare attraverso un meccanismo di esfoliazione, anch'esso utile per eliminare le macchie scure già formate, benché in questo caso non si possa propriamente parlare di un effetto schiarente o depigmentante.

Oltre a ciò, alla formulazione di una crema anti macchie possono essere aggiunti ingredienti capaci di conferirle ulteriori proprietà al fine di ottenere un prodotto che possa essere in grado di rispondere a differenti esigenze.

Infine, ciò che non può mancare nella formulazione di un crema anti macchie, così come nella formulazione di qualsiasi altro cosmetico, sono gli eccipienti. Si tratta di sostanze che non esercitano una vera e propria azione sulla problematica che si vuole combattere, ma che sono indispensabili per mantenere la formulazione e le caratteristiche del prodotto, così come per veicolare gli ingredienti attivi.

Sostanze schiarenti e depigmentanti

Le sostanze schiarenti o depigmentanti sono in grado di agire sulle macchie cutanee espletando la loro azione alla base del problema, ossia ostacolando l'accumulo della melanina. Tale ostacolo può essere realizzato mediante due differenti meccanismi d'azione: attraverso l'interferenza con il trasporto della melanina dai melanociti (le cellule che la producono) alle cellule più superficiali della pelle (i cheratinociti), oppure attraverso l'inibizione della sintesi del pigmento melanico da parte dei melanociti.

Le sostanze ad attività schiarenti e depigmentanti che si possono incorporare in una crema antimacchie sono diverse, fra queste ricordiamo:

  • Acido azelaico: si tratta di un acido dicarbossilico saturo che, in natura, si trova in piante come l'orzo, il frumento e la segale; inoltre è prodotto dal lievito Malassezia furfur. Viene utilizzato in creme antimacchie in quanto capace di interferire con la sintesi della melanina da parte dei melanociti attraverso l'inibizione dell'enzima tirosinasi.
  • Niacinamide: anche nota come vitamina P3, vitamina PP o nicotinammide, la niacinamide è una sostanza di origine naturale che, all'interno di creme antimacchie, viene utilizzata per la sua capacità di interferire con il trasporto della melanina dai melanociti che l'hanno prodotta allo strato più superficiale della pelle. La niacinamide è anche un noto antiossidante.
  • Vitamina C: conosciuta anche come acido ascorbico, la vitamina C - oltre ad essere dotata di importanti proprietà antiossidanti - è altresì in grado di interferire con la sintesi della melanina e di favorire e stimolare il ricambio cellulare.
  • Acido kojico (o acido cogico): si tratta di un'altra sostanza di origine naturale il cui impiego all'interno di creme antimacchie è giustificato dalla sua capacità di interferire con la produzione del pigmento melanico.
  • Arbuitina: si tratta di una sostanza schiarente anch'essa di origine naturale, poiché presente nelle foglie di diverse piante, quali uva ursina, mirtilli, lamponi, ecc. Viene usata nella formulazione di creme contro le macchie scure del viso per la sua capacità di inibire l'enzima tirosinasi, quindi di ostacolare la sintesi di melanina.
  • Glicirrizina: si tratta di una sostanza schiarente di origine naturale contenuta nella radice della liquirizia. Ostacola la produzione della melanina e per questo può essere utilizzata nella realizzazione di creme anti macchie.
  • Nonapeptide-1: si tratta di un peptide biomimetico di origine sintetica capace di interferire con la sintesi della melanina e, per questa ragione, può trovare impiego all'interno di prodotti ad azione antimacchie.
  • Retinolo: il retinolo è un derivato della vitamina A capace di interferire con il trasporto della melanina alle cellule più superficiali della cute. Oltre a ciò, il retinolo promuove anche un aumento della rigenerazione cutanea.

Sostanze esfolianti

Le sostanze esfolianti possono rientrare a pieno titolo nella composizione di una crema antimacchie per via della modalità con cui agiscono. Anche se non intervengono sul pigmento melanico, infatti, gli ingredienti esfolianti sono in grado di promuovere il turnover cellulare, accelerando i naturali processi di rinnovamento cutaneo e favorendo l'eliminazione delle cellule più superficiali della cute nelle quali il pigmento melanico si è accumulato. In particolare, fra gli esfolianti che possono essere utilizzati, ricordiamo gli alfa-idrossiacidi (AHA), anche noti come acidi della frutta, fra cui ritroviamo l'acido lattico e l'acido glicolico.

Altri ingredienti

All'interno di una crema antimacchie, oltre agli ingredienti di cui sopra, possono essere addizionate ulteriori sostanze attive, quali:

  • Idratanti, indispensabili per fornire alla pelle l'idratazione di cui necessita. Fra gli ingredienti idratanti più noti, ritroviamo senz'ombra di dubbio l'acido ialuronico.
  • Nutrienti ed emollienti, utili soprattutto (ma non esclusivamente) per la cura di pelli secche e disidratate.
  • Antiossidanti, utili per contrastare l'azione dei radicali liberi e i danni da essi indotti sulla pelle; fra gli antiossidanti maggiormente conosciuti ritroviamo la vitamina E e il coenzima Q10 o ubiquinone.
  • Ingredienti ad azione antiage, utili per contrastare rughe e segni del tempo che si possono manifestare sul volto.
  • Filtri UV, indispensabili per proteggere la pelle dalla dannosa azione dei raggi UV. In particolare, vengono addizionati alla formulazione di creme antimacchie da usare durante il giorno.

Nota bene

Quanto sopra riportato non intende essere un elenco esaustivo di tutte le sostanze che possono essere utilizzate per formulare una crema antimacchie, ma un esempio degli ingredienti più noti che possono essere impiegati in questo senso.

Per approfondire: Prodotti Anti Macchie: cosmetici per prevenire e contrastare le macchie

Risultati

Quali risultati si ottengono con l'uso di una crema antimacchie?

Le creme anti macchie possono rappresentare dei rimedi efficaci nel contrastare ed attenuare le iperpigmentazioni cutanee che compaiono sulla pelle del viso, a patto che il loro uso sia regolare.

Spesso e volentieri, i produttori propongono anche intere linee di prodotti da utilizzare insieme (nelle opportune modalità e con frequenze ben precise) in modo da offrire un trattamento completo.

In qualsiasi caso, i risultati ottenuti con l'uso di una crema anti macchie - anche se usata regolarmente - possono variare da persona a persona, in quanto dipendono da diversi fattori, quali ad esempio, cause delle macchie sulla pelle del viso, stile di vita, esposizione a fattori ambientali, ecc.

Per approfondire: Pelle del viso senza macchie: come avere una pelle luminosa senza discromie

Come si usa una crema antimacchie?

Premesso che, in funzione del prodotto preso in considerazione, potrebbero essere diverse le modalità d'uso, generalmente, una crema antimacchie va applicata mattina e sera, sulla pelle pulita ed asciutta. Eventualmente, la crema può essere applicata dopo un siero se si fa uso anche di questo tipo di prodotto.

Nell'ambito di una skincare quotidiana pertanto, la crema antimacchie per combattere le iperpigmentazioni sulla pelle del viso, può essere così inserita:

  • Step 1: detersione del viso, avendo cura di utilizzare detergenti adatti al proprio tipo di pelle e, in seguito, di asciugarla delicatamente.
  • Step 2: applicazione del siero viso. I sieri per il viso sono prodotti concentrati che possono essere formulati in diverso modo in funzione dell'effetto che si vuole ottenere. Per il trattamento delle macchie scure esistono specifici sieri antimacchia.
  • Step 3: applicazione della crema antimacchie. Generalmente, queste creme vanno applicate su viso e collo, avendo cura di evitare il contorno occhi, e massaggiate fino a completo assorbimento.

Se ci si deve esporre al sole o ci si può trovare in condizioni che prevedano di essere in un qualche modo esposti ai raggi UV, è fondamentale applicare anche un prodotto solare con elevato indice di protezione.

Tuttavia, a questo proposito ricordiamo che dopo l'uso di alcune creme antimacchie l'esposizione al sole deve essere evitata. Per questa ragione, è sempre necessario leggere con attenzione le istruzioni sul corretto modo d'uso riportate sulla confezione o sulla scatola della crema antimacchie che si intende utilizzare.

Può interessarti anche: Creme schiarenti: cosa sono? A cosa servono e come funzionano?
CONDIVIDI:

Autore

Dott.ssa Ilaria Randi

Dott.ssa Ilaria Randi

Chimica e Tecnologa Farmaceutica
Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, ha sostenuto e superato l’Esame di Stato per l’Abilitazione alla Professione di Farmacista