Collagene: controindicazioni ed effetti indesiderati

Collagene: controindicazioni ed effetti indesiderati
Ultima modifica 05.02.2024
INDICE
  1. Collagene: controindicazioni e cosa sapere
  2. Cosa è il collagene?
  3. Perché il collagene è importante per la pelle?
  4. Quali sono gli effetti collaterali del collagene?
  5. Chi non deve assumere collagene?
  6. Assumere collagene fa male al fegato, ai reni o al cuore?
  7. Quanto dura una cura di collagene?

Collagene: controindicazioni e cosa sapere

Si sente spesso parlare di collagene e dei benefici di questa proteina per la pelle (e l'organismo). Ma quali sono le controindicazioni e gli effetti indesiderati? Conoscerli è essenziale prima di iniziare un trattamento, utilizzando nel modo giusto il collagene per la bellezza della pelle.

Prima di scoprire tutto sull'argomento, però, ti ricordiamo di seguire il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere aggiornati su tutte le novità.

Cosa è il collagene?

Il collagene è una proteina essenziale per il benessere della pelle che viene prodotta in modo naturale dal corpo. Costituito da una catena di più di 1400 aminoacidi con forma di tripla elica, il collagene ha una forma compatta e resistente. Il tessuto connettivo dunque viene creato da fibre che, come una fitta rete, svolgono un fondamentale ruolo di protezione e sostegno dei legamenti, delle cartilagini, dei tendini e della pelle.

In natura esistono 28 tipologie di collagene, suddivise in base alla sequenza di aminoacidi nelle catene polipeptidiche. I quattro tipi principali comunque sono il collagene di Tipo I che è presente nel 90% del corpo in particolare in ossa, pelle e tendini.

Troviamo poi il collagene di Tipo II che si trova nelle cartilagini e ha lo scopo di assicurare il corretto funzionamento delle cartilagini, e il collagene di Tipo III che è presente nelle pareti dei vasi sanguigni e nel derma. Sino al collagene di tipo IV che compone la membrana basale.

Da questa breve descrizione è facile comprende quanto il collagene sia essenziale per le ossa, i muscoli e le cartilagini. Purtroppo con gli anni il nostro organismo smette di produrre il collagene nella quantità necessaria.

La prima a subire questo mutamento è la pelle, già provata da agenti come inquinamento, smog e raggi solar che ne accelerano l'invecchiamento. Una quantità inferiore di collagene nella pelle, infatti, corrisponde ad una minore protezione, proprio perché le fibre di questa proteina servono a donare elasticità e tono.

 

Per approfondire: Quali sono i migliori integratori di collagene?

Perché il collagene è importante per la pelle?

Il collagene dunque svolge un ruolo essenziale per aiutarci ad avere una pelle sana e bella. Regala idratazione, elasticità e forza, rendendo l'incarnato sano e giovane. Grazie al collagene la pelle del viso appare elastica, luminosa, rivitalizzata e soda.

Quando siamo giovani i livelli di collagene sono alti, ma giunta la maturità la sua produzione tende a rallentare drasticamente. A partire dai 20 anni l'organismo non è più capace di sostituire il collagene che si rompe velocemente, le fibre dunque si indeboliscono e assottigliano.

Quali sono gli effetti collaterali del collagene?

Il collagene di tipo II in generale viene considerato sicuro. L'assunzione per via orale però non deve superare la dose di 2,5 mg al giorno e per un periodo non superiore a 24 settimane. Potrebbero comunque verificarsi delle reazioni allergiche, soprattutto nel caso di collagene di origine bovina e per quello derivato dai polli nelle persone che sono allergiche alle uova. La presenza di altre molecole, ad esempio la glucosammina, potrebbe causare degli effetti collaterali come sonnolenza, reazioni cutanee, mal di testa, sonnolenza o diarrea.

Chi non deve assumere collagene?

Le persone ipersensibili dovrebbero assumere con estrema attenzione il collagene e farlo sempre sotto controllo medico. Questo perché potrebbero, con il tempo, manifestare disturbi gastrointestinali o reazioni allergiche.

Assumere collagene fa male al fegato, ai reni o al cuore?

Poiché il collagene è una proteina in tanti si chiedono se possa fare male a cuore, fegato o reni. Per prima cosa dobbiamo sottolineare che le dosi presenti negli integratori a base di collagene si aggirano intorno ai 5 gr al giorno, un quantitativo piuttosto limitato rispetto all'apporto proteico quotidiano.

In sostanza la sola assunzione del collagene non può portare un eccesso di proteine nella dieta giornaliera. Nonostante ciò nelle persone che soffrono di malattie renali o epatiche viene solitamente sconsigliata l'assunzione delle proteine (compreso il collagene), poiché aumenta nel sangue i livelli di metaboliti tossici.

Quanto dura una cura di collagene?

Le cure di collagene durano diversi mesi, da un minimo di 3 ad un massimo di 6. I primi risultati si noteranno al termine del ciclo di 3 mesi, efficace per migliorare l'elasticità della pelle e per ridurre i segni del tempo.

In ogni caso le reazioni variano da persona a persona, così come i risultati, per questo sarebbe preferibile iniziare il trattamento e valutare, strada facendo, gli effetti.

Sul mercato si possono trovare varie tipologie di trattamenti ed è importante leggere con attenzione le indicazioni date dal produttore. Solitamente, comunque, la dose che viene consigliata è pari a 5-10 grammi al giorno. Un quantitativo che può variare in base alla dieta, all'età e alle singole esigenze.

Quando iniziare? Il livello di collagene nell'organismo diminuisce in modo naturale con l'avanzare dell'età. Solitamente questo processo inizia a vent'anni, quando il quantitativo di collagene comincia a diminuire dell'1% ogni anno.

In generale i trattamenti andrebbero iniziati a partire dai trent'anni quando si notano i primi cambiamenti legati all'elasticità della pelle.

Per approfondire: Crema al collagene: come funziona e quali sono le migliori?