Capelli

Quali sono i rimedi più efficaci per i capelli secchi in menopausa?

Quali sono i rimedi più efficaci per i capelli secchi in menopausa?
Ultima modifica 24.04.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Capelli secchi in menopausa: si può correre ai ripari?
  2. Come cambiano i capelli in menopausa?
  3. Capelli che si seccano: i segnali
  4. Rimedi per combattere la secchezza dei capelli
  5. Come idratare la chioma in menopausa
  6. Il nutrimento giusto per i capelli in menopausa
  7. La frequenza di lavaggio
  8. Haircare, la sua importanza durante la menopausa
  9. Dieta e integratori per capelli secchi

Capelli secchi in menopausa: si può correre ai ripari?

I capelli secchi in menopausa rappresentano un problema piuttosto comune. Parliamo infatti di una fase della vita di ogni donna caratterizzata da importanti cambiamenti ormonali che influenzano – inevitabilmente – l'aspetto del corpo.

In menopausa spesso i capelli appaiono fragili, opachi e sfibrati: una condizione a cui è possibile porre rimedio seguendo una precisa haircare routine. Prima di scoprire come ottenere una chioma splendida e lucente anche in questo periodo dell'esistenza ti invitiamo a seguire il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere aggiornata su tutte le novità di bellezza, benessere ed estetica.

Come cambiano i capelli in menopausa?

Con l'arrivo della menopausa la nostra chioma subisce numerosi mutamenti. Durante questo periodo, infatti, l'organismo attraversa una serie di variazioni e alterazioni ormonali. Per via di questi cambiamenti, i nostri capelli:

  • Cambiano colore, diventando bianchi: la menopausa altera la produzione di melanina, dunque con il passare del tempo si fronteggia una perdita progressiva del colore dei capelli, in particolare nella zona della fronte e delle tempie;
  • Diventano secchi: sì, la secchezza è praticamente fisiologica. Perché? Perché l'organismo riduce la produzione di sebo, sostanza oleosa che oltre a proteggere il cuoio capelluto (fungendo da vera e propria barriera cutanea) idrata e nutre naturalmente la chioma;
  • Diventano fragili: la menopausa altera anche la produzione di collagene e cheratina, proteine strutturali fondamentali per la resistenza dei capelli, cosa che li rende più tendenti a perdere volume, consistenza e a spezzarsi;
  • Si diradano: l'alterazione degli estrogeni durante la menopausa può portare anche alla perdita o al diradamento dei capelli.

Occorre anche precisare che per via delle variazioni che accadono a carico del cuoio capelluto, i capelli possono anche cambiare struttura e di conseguenza modificarsi della forma: da ricci possono diventare lisci, da lisci ondulati o ricci e via proseguendo.

Capelli che si seccano: i segnali

Alla luce di tutto ciò che abbiamo detto, appare chiaro che i capelli secchi sono molto comuni in menopausa. Ciò che però dobbiamo tenere a mente è che i capelli non si disidratano da un giorno all'altro, per questo che è fondamentale correre ai ripari prima di ritrovarci a combattere con capelli che sembrano paglia. Come? Innanzitutto leggendo i segnali, tra cui compaiono:

  • Progressiva perdita di luminosità, prima a carico delle punte e gradualmente verso la radice;
  • Sottigliezza: noteremo un assottigliarsi, anch'esso graduale, che inizierà a presentarsi soprattutto nella zona della fronte;
  • Tendenza a spezzarsi: potremmo accorgerci che semplicemente spazzolandoli i capelli iniziano a spezzarsi più facilmente;
  • Tendenza al crespo: nonostante i nostri sforzi potremmo accorgerci che i capelli tendono a essere sempre crespi.

Ricordiamoci che questi segnali possono davvero essere significativi, perché la menopausa provoca un vero e proprio effetto a catena: come abbiamo già accennato l'abbassamento del livello degli estrogeni, provoca un indebolimento progressivo dei follicoli piliferi, cosa che influisce sulla resistenza dei capelli, rendendoli fragili e sottili.

Per approfondire: Come infoltire i capelli in menopausa

Rimedi per combattere la secchezza dei capelli

Preso atto dei segnali, cerchiamo di capire come combattere i capelli secchi in menopausa. La parola chiave è cura: dobbiamo davvero avere cura della chioma, puntando su un programma integrato per rafforzare e nutrire la chioma, rendendola più forte e bella. Questo programma dovrebbe includere:

  • Idratazione;
  • Nutrimento;
  • Frequenza di lavaggio;
  • Haircare;
  • Dieta corretta e assunzione integratori.

Adesso vedremo tutto nel dettaglio, ma prima di procedere vi ricordiamo che specie in questa fase della vita può anche essere utile consultare un dermatologo (o ancor meglio un tricologo), che può indirizzare verso soluzioni più adatte alla tipologia di pelle e di capelli.

Come idratare la chioma in menopausa

Il primo passo per prendersi cura dei capelli secchi in menopausa è puntare sull'idratazione. L'ideale per rendere la chioma nuovamente lucente e forte. Per nutrire in profondità i capelli punta su trattamenti ricostruttivi anti age a base di cheratina, ceramidi e pantenolo, preziose sostanze che permettono di fortificare e nutrire la chioma, proteggendola dai danni ambientali.

L'idratazione passa anche attraverso maschere e oli antiossidanti che consentono di nutrire i capelli sfibrati grazie a vitamine ed estratti vegetali, essenziali per contrastare l'effetto dei radicali liberi e per stimolare la produzione del collagene.

Infine non dimenticare shampoo e balsami con olio d'argan, un ingrediente nutriente che agisce sia sul follicolo pilifero che il fusto del capello, idratando al massimo.

Per approfondire: Capelli sfibrati in menopausa: rimedi e trattamenti

Il nutrimento giusto per i capelli in menopausa

Con l'arrivo della menopausa è importante fornire ai capelli biotina, collagene e vitamina D. Con gli anni, infatti, la produzione del collagene diminuisce con conseguenze sulla densità e la struttura della chioma.

La biotina invece consente di migliorare la resistenza e la lucentezza, mentre la vitamina D agisce sui follicoli piliferi, stimolando la produzione di nuovi capelli. Un nutrimento essenziale che si può assumere per mezzo di integratori oppure applicando maschere, oli e prodotti spray.  

 

La frequenza di lavaggio

In menopausa, come abbiamo già scoperto, i capelli sono più fragili e secchi, perciò è essenziale non stressarli troppo, eccedendo con i lavaggi. Lavali almeno due volte a settimana per tenerli puliti senza però alterare il naturale equilibrio del cuoio capelluto.

Questo ti permetterà anche di limitare l'uso di piastre e phon che contribuiscono a danneggiare i capelli e renderli secchi e fragili. In ogni caso prima di adoperare degli strumenti a caldo per lo styling utilizza un termoprotettore.

Haircare, la sua importanza durante la menopausa

L'haircare in menopausa va studiata nei minimi dettagli per evitare di rendere i capelli ancora più secchi e danneggiati. Parti dallo shampoo, scegliendo prodotti delicati e arricchiti con acido ialuronico e proteine della seta, ingredienti rinforzanti e idratanti che permettono di combattere l'effetto crespo.

Terminato lo shampoo passa al balsamo, usando un prodotto a base di Ceramidi, lipidi naturali che idratano la fibra capillare e mantengono l'elasticità. Largo spazio pure alle maschere con la cheratina, ottime per riparare e rinforzare i capelli danneggiati.

Per lo styling, infine, scegli olio di cocco, olio di jojoba oppure olio di argan, dei preziosi oli naturali che migliorano lucentezza e resistenza.

Per approfondire: Routine capelli: ecco perché è meglio utilizzare pochi prodotti

Dieta e integratori per capelli secchi

I cambiamenti ormonali che avvengono in menopausa influenzano in modo significativo l'aspetto e la salute della chioma. L'alimentazione in questo caso è essenziale per contrastare gli effetti della menopausa.  

Prima di apportare mutamenti alla dieta sarebbe preferibile contattare un professionista della salute, in ogni caso è importante conoscere la lista degli alimenti che favoriscono la crescita e la vitalità dei capelli.

Troviamo prima di tutto le proteine, essenziali per la produzione della cheratina, ossia la proteina che dona struttura e forza ai capelli. Queste sostanze sono presenti nei legumi, nelle uova, nel pesce e nella carne magra.

Porta a tavola anche le vitamine. La vitamina C è ottima per rafforzare la struttura dei capelli, mentre la vitamina B7 stimola la crescita e si può trovare nelle uova, nelle noci e nell'avocado.

Per un cuoio capelluto sano e idratato scegli gli acidi grassi omega-3 che si trovano nel salmone, nei semi di lino e nelle sardine. Infine la vitamina E rappresenta un potente antiossidante, utile per combattere l'azione dei radicali liberi, ed è presente nelle mandorle e nei semi di girasole.

 

CONDIVIDI: