Salute dei Capelli: Miti da Sfatare

Salute dei Capelli: Miti da Sfatare
Ultima modifica 07.07.2021
INDICE
  1. Verità o Credenze Popolari?
  2. 8 Miti da Sfatare sui Capelli
  3. Consigli per Capelli Sani

Verità o Credenze Popolari?

Le credenze popolari sui capelli sono davvero tante: dai colpi di spazzola prima di andare a dormire, all'evitare di lavare la chioma durante il ciclo mestruale.

Alcune di queste sono da considerarsi, come tali, false e prive di fondamento scientifico; altre possono basarsi su un grado di verità.

Vediamo di seguito quali preconcetti risultano più difficili da sfatare e quali "consigli della nonna" possono essere considerati validi.

8 Miti da Sfatare sui Capelli

1) Più lo shampoo fa schiuma, più pulisce bene

I detergenti che fanno tanta schiuma, in genere, contengono SLES (Sodio Lauriletere Solfato), SLS (Sodio Lauril Solfato) e parabeni. Al contrario, gli shampoo meno schiumogeni sono più delicati e rispettano il cuoio capelluto; pur lavando a fondo, non sono aggressivi.

Gli agenti solfati agiscono da tensioattivi, quindi sciolgono il grasso e lo sporco per farlo lavare via dall'acqua. Possiedono, infatti, un'ottima capacità schiumogena e detergente ma, proprio per questo motivo, risultano aggressivi sulla cute e sul capello. Per quanto possibile, quindi, l'uso di prodotti contenenti SLES e SLS andrebbe limitato: alla lunga, possono disidratare la chioma ed alterare il film idrolipidico del cuoio capelluto.

I parabeni, invece, sono sostanze chimiche usate in cosmetologia per il loro potere conservante. I loro effetti a lungo termine sulla salute della pelle sono stati posti sotto accusa ed ancora da dimostrare in via definitiva. In Italia, solo alcune aziende hanno scelto di eliminarli dai loro prodotti in via preventiva. In attesa di maggiori dettagli sui loro effetti, l'uso di shampoo che li contengono è sconsigliato soprattutto a chi ha una pelle particolarmente delicata e ai bambini al di sotto dei 3 anni.

2) 100 colpi di spazzola rendono la chioma più sana

Spazzolare i capelli troppo spesso può danneggiare la cuticola del fusto, sollevando le lamelle di cui è costituita. I capelli andrebbero spazzolati solo per togliere i nodi, soprattutto se sono lunghi.

Il danno maggiore si ottiene quando i capelli se la spazzola è vecchia o troppo aggressiva.

Per agire sulla vitalità della chioma, invece, può essere utile massaggiare il cuoio capelluto ogni volta che si lavano i capelli; è sufficiente esercitare una leggera pressione con le dita (senza sfregare) per migliorare l'elasticità cutanea e la circolazione del sangue.

Questa frase, comunque, è una diceria della peggior specie ed è una di quelle regole antiche che, se seguite scrupolosamente, possono davvero rovinare la salute dei capelli.

3) Strappare un capello bianco ne fa crescere altri sette

La teoria che strappare un capello bianco ne farebbe crescere altri sembra nascere dall'idea che i follicoli, posti l'uno vicino all'altro comunichino tra loro, trasmettendosi le informazioni alla base dell'incanutimento. In realtà, non esiste alcuna dimostrazione scientifica che confermi questa ipotesi. Di certo, è necessario resistere alla tentazione di strappare i capelli bianchi, poiché si corre il rischio di danneggiare le radici.

4) Tagliare i capelli ne velocizza la crescita

Non esiste alcuna reale correlazione tra tagliare i capelli e stimolarne la crescita. Ad essere recisa, infatti, è una parte del fusto, che continuerà a crescere normalmente.

Ciò non toglie che sia una buona abitudine eliminare periodicamente la parte danneggiata della chioma. In caso contrario, il nutrimento viene attirato dove ce n'è più bisogno, quindi rischia di rovinarsi anche la parte sana della capigliatura.

Mantenere i capelli corti offre un altro vantaggio: la praticità per la cura e l'igiene della capigliatura, soprattutto se si devono applicare delle lozioni trattanti, per esempio anticaduta.

Da Sapere: Cosa Indebolisce i Capelli?

Avere capelli spenti, fragili e con le doppie punte è un problema molto comune, soprattutto durante i cambi di stagione.  Le cause possono essere molteplici, ad iniziare dall'uso scorretto di spazzole, piastre, arricciacapelli e phon. Anche il ricorso a trattamenti troppo aggressivi, come colorazioni ripetute, permanenti e stirature chimiche, possono indebolire la struttura del capello. Questi piccoli maltrattamenti protratti nel tempo si aggiungono alla scelta di prodotti poco adatti al proprio tipo di capelli; quando sono fini e sottili, ad esempio, tendono a sfibrarsi più facilmente, poiché hanno una struttura cheratinica meno compatta e resistente. Nel rendere i capelli fragili, secchi e spenti partecipano anche i fattori ambientali: inquinamento, vento, cloro, salsedine, raggi UV ecc.  Come per la pelle, inoltre, la capigliatura risente dello stress, delle abitudini alimentari poco sane e delle condizioni di salute generali del nostro corpo.

5) Lavare i capelli tutti i giorni ne favorisce la caduta

Quando si lavano i capelli, si può osservare una maggiore caduta favorita dall'azione meccanica esercitata sulla testa. In realtà, i capelli che cadono sono già alla fine del loro ciclo, quindi sono destinati a cadere.

Lavare i capelli tutti i giorni non li rovina, ma, al contrario, contrasta l'eccesso di sebo, che ne favorisce la caduta. L'unica accortezza sta nell'utilizzare uno shampoo delicato, adatto al lavaggio quotidiano, che non alteri il fusto del capello, indebolendolo.

Se però si hanno problemi particolari (come calvizie, alopecia o capelli molto deboli) prima di decidere di lavare quotidianamente i capelli, chiedete al vostro dermatologo.

6) Le doppie punte si possono riparare

Le doppie punte sono alterazioni strutturali del fusto del capello, legate al suo indebolimento. Ciò si deve ad una predisposizione naturale e all'intervento di agenti atmosferici, inquinamento e trattamenti aggressivi con piastra, phon e spazzola.

Curare le doppie punte non è possibile, pertanto la migliore arma rimane la prevenzione. Questa è possibile ricorrendo a prodotti delicati sulla chioma, che la mantengano nutrita e idratata. Nel momento in cui iniziano a spuntare le doppie punte, utilizzare oli naturali (argan, mandorle ecc.) e prodotti siliconici compattanti e protettivi può aiutare a migliorare l'aspetto dei capelli. Tali soluzioni, però, non hanno alcun effetto riparativo e le doppie punte dovranno prima o poi essere eliminate con il taglio.

7) La luna influenza la crescita dei capelli

Una credenza secondo cui tagliare i capelli con la luna crescente li farebbe allungare più velocemente ha connotazioni quasi magiche. Non esistono, però, conferme scientifiche che sostengano tale ipotesi. L'unico fattore esterno che può incidere sulla lunghezza della chioma è il clima. Quando fa più caldo, infatti, i capelli crescono più in fretta.

8) Durante il ciclo mestruale non andrebbero lavati i capelli

Un tempo, si consigliava di non lavarsi i capelli durante le mestruazioni. Secondo la tradizione popolare, infatti, i capelli non mantengono la messa in piega fatta durante le mestruazioni. La donna mestruata, inoltre, non dovrebbe tingersi, perché il colore non verrebbe trattenuto dal capello ed andrebbe perso dopo pochi lavaggi. Si tratta, in effetti, di dicerie non documentate da alcun dato scientifico.

In realtà, i capelli durante le mestruazioni si sporcano più facilmente a causa di un fisiologico aumento della sudorazione e del sebo. Anche la pelle, per lo stesso motivo, è più grassa e spesso appaiono brufoli. Pertanto, non esiste controindicazione a lavarsi i capelli durante il ciclo e le tinte possono essere fatte in qualunque momento.

Consigli per Capelli Sani

Capelli: Qualche Consiglio per Mantenerli Sani

In molti casi, basta modificare alcune abitudini per evitare di sottoporre i capelli a situazioni di stress, che potrebbero comprometterne la resistenza.

  • Utilizzare shampoo e balsamo con formule delicate, ma ristrutturanti e nutritive. Questi prodotti, solitamente, sono privi di alcool e tensioattivi aggressivi che possono irritare il cuoio capelluto sensibile. Dopo aver lavato i capelli, per rispristinare la giusta idratazione della chioma ed agevolare la messa in piega, applicare un prodotto rinforzante.
  • Una volta alla settimana, il balsamo può essere sostituito da un trattamento specifico, come una maschera; per far penetrare meglio il prodotto, si può mettere sui capelli una cuffia, quindi avvolgerla con un asciugamano per 10 minuti.
  • Le temperature elevate danneggiano la chioma; per asciugare i capelli è utile, quindi, munirsi di un apposito da applicare sul phon e tenere il getto di aria calda ad una distanza dai capelli inferiore ai 25 centimetri.
  • Capelli sani sono anche il risultato di un'alimentazione corretta e che garantisca il giusto apporto quotidiano di sali minerali (potassio, magnesio, ferro e zinco) e vitamine, con particolare attenzione alla E ed a quelle del gruppo B.

Autore

Giulia Bertelli
Laureata in Biotecnologie Medico-Farmaceutiche, ha prestato attività lavorativa in qualità di Addetto alla Ricerca e Sviluppo in aziende di Integratori Alimentari e Alimenti Dietetici