Capelli

Capelli grassi: perché è importante una corretta alimentazione

Capelli grassi: perché è importante una corretta alimentazione
Ultima modifica 22.04.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Capelli grassi: è importante mangiare sano?
  2. Capelli e alimentazione: come sono connessi?
  3. Perché alcuni cibi fanno male ai capelli?
  4. Cibi da evitare se hai i capelli grassi
  5. Perché i capelli sono grassi? Cause più comuni
  6. Perché lavare troppo i capelli li fa diventare grassi?

Capelli grassi: è importante mangiare sano?

È un problema frequente, che rende la chioma visibilmente unta e altera il suo aspetto, facendola sembrare per altro meno sana: i capelli grassi sono la croce di moltissime persone, ma non tutti sanno che sono provocati dalle cause più disparate, che andrebbero analizzate con cura. Una delle più comuni? L'alimentazione scorretta.

Ebbene sì: nutrirsi in maniera non equilibrata non solo può inficiare la struttura del capello, ma può anche danneggiare lo stato di salute complessivo del cuoio capelluto. Partendo dal presupposto che se i capelli grassi sono un problema persistente è sempre meglio consultare un dermatologo o un tricologo per valutare le opzioni di trattamento, adesso cercheremo di capire quali sono i cibi da includere nella nostra dieta e quali sono quelli da evitare.

Prima di vedere tutto nel dettaglio, però, vi ricordiamo di seguire il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere aggiornate su tutte le novità di bellezza e benessere.

Capelli e alimentazione: come sono connessi?

Moltissime ricerche e tanti studi di settore, fra cui Nutrition and Hair - An Overview, spiegano il nesso tra alimentazione e capelli. Il nostro modo di mangiare e bere si riflette sulla salute della pelle, compresa quella del cuoio capelluto, e sulla struttura del capello.

Le abitudini alimentari dunque influenzano la chioma in diversi modi, così riassumibili:

  • Regolazione dell'idratazione: bere due litri d'acqua al giorno e consumare cibi come anguria, pesca, melone, papaya, pomodoro, cetriolo e ravanello aiuta a mantenere il corpo a rimanere idratato e contribuisce a ridurre la secchezza e l'irritazione del cuoio capelluto;
  • Apporto di nutrienti: una dieta equilibrata fornisce al cuoio capelluto e ai capelli una varietà di nutrienti essenziali come minerali e acidi grassi omega-3 che rendono la chioma più resistente, meno fragile e meno incline a spezzarsi o a sfibrarsi;
  • Integrazione di antiossidanti: assumendo regolarmente gli alimenti giusti diamo al nostro corpo le quantità corrette di polifenoli, niacinamide e altri antiossidanti che combattono l'azione dei radicali liberi e rendono più sani i nostri capelli;
  • Integrazione di vitamine: infine, la corretta alimentazione fa sì che cuoio capelluto e chioma abbiano sempre a disposizione tutte le vitamine per il loro benessere. Ad esempio, la vitamina A è importante per la produzione di sebo, la vitamina C supporta la produzione di collagene, mentre gli acidi grassi omega-3 possono aiutare a ridurre l'infiammazione della pelle.

Naturalmente, è importante ricordare che l'impatto dell'alimentazione sulla salute della pelle può variare da persona a persona, e potrebbe essere necessario sperimentare e osservare quali alimenti hanno un effetto positivo o negativo. In generale, però,  mantenere una dieta equilibrata e idratarsi adeguatamente è sempre un ottimo punto di partenza.

Per approfondire: Dieta per capelli sani: cosa mangiare?

Perché alcuni cibi fanno male ai capelli?

Naturalmente, il nesso fra chioma e alimentazione non è sempre benefico. Considerando che la struttura dei capelli è formata da tre sezioni (cuticola, porzione corticale e midollo), occorre immaginare che a ognuna di queste parti occorrano precise vitamine e precise sostanze per restare in salute. In più, ricordiamoci che i bulbi piliferi si trovano all'interno del cuoio capelluto.

Cosa significa tutto questo? Semplice: che il consumo di alimenti poveri (il classico cibo spazzatura, pasti ricchi di conservanti, insaccati o cibi ricchi di grassi non sani) può provocare delle carenze non da poco, che danneggiano il capello dall'interno. Ancora, mangiare questo tipo di cibi può contribuire all'infiammazione del cuoio capelluto e non dare alla chioma l'idratazione di cui bisogno per splendere.

In più, esistono anche cibi che stimolano la produzione di sebo nel cuoio capelluto, cosa che, tornando al focus di oggi, provoca i capelli grassi.

Cibi da evitare se hai i capelli grassi

Dunque, quali cibi dobbiamo mettere da parte se abbiamo i capelli grassi? Considerando che la cosa migliore da fare sarebbe comunque sentire un nutrizionista per assicurarsi di avere davvero un'alimentazione sana ed equilibrata, dovremmo cercare di limitare il consumo di:  

  • Cibi ad alto contenuto di grassi saturi, fra cui cibi fritti, burro, margarina, olio di palma, mascarpone, emmenthal. Il consumo dei grassi saturi comporta la loro scomposizione in acidi e glicerolo, che arrivando in grandi quantità ai capelli e al cuoio capelluto aumentano la produzione di sebo;
  • Carni grasse: fra cui maiale, agnello, oca e interiora in generale. Mangiandole si aumenta la produzione nel corpo di particelle chiamate chilomicroni, che entrano nel flusso sanguigno attraverso i vasi linfatici e possono creare irritazione, secchezza e alterare la struttura già delicata dei capelli grassi;
  • Latticini interi: latte, yogurt, panna, cheddar, brie e gouda aumentano la produzione di sebo nel cuoio capelluto;
  • Zuccheri raffinati: contenuti in merendine, biscotti, brioche e altri prodotti da forno possono alterare l'equilibrio ormonale e causare una disregolazione delle ghiandole sebacee;
  • Cibi ad alto indice glicemico: panbauletto, pasta e farina bianca, farine, snack confezionati, condimenti e salse possono provocare picchi glicemici e anche questi alterano negativamente gli ormoni e la produzione di sebo.

Va precisato che in realtà nessun cibo, se assunto nell'ambito di una dieta variata e se non se ne fa abuso, è davvero deleterio o dannoso. Per capire dunque quanto ciò che portiamo a tavola impatta sulla nostra chioma potrebbe essere utile tenere un diario alimentare, in modo tale da avere chiare le proprie abitudini di consumo.

Perché i capelli sono grassi? Cause più comuni

Se la nostra dieta è sana ma i nostri capelli continuano a essere grassi, forse le ghiandole sebacee sono sovrastimolate per altre ragioni. Tralasciando la predisposizione genetica, che può influenzare la produzione di sebo, le più comuni alle quali si può porre rimedio sono:

  • Alterazioni ormonali: nel corso della vita subiamo diversi cambiamenti a livello ormonale. Dunque la nostra chioma può diventare più grassa nell'adolescenza, a ridosso o durante il ciclo mestruale, nel corso della gravidanza o quando ci si avvicina alla menopausa;
  • Stress: anche lo stress può essere decisivo. L'innalzamento dei livelli di cortisolo non solo può creare infiammazioni e dermatiti, ma può anche influenzare la produzione di altri ormoni e quella del sebo;
  • Ambiente: anch'esso può giocare un ruolo, con fattori come l'inquinamento atmosferico e l'esposizione a sostanze chimiche che possono influenzare la salute del cuoio capelluto e la produzione di sebo.

Se il motivo alla base dei nostri capelli grassi sono le alterazioni ormonali, occorrerà semplicemente armarsi di un po' di pazienza e usare dei prodotti di haircare che tamponino gli effetti di questo disequilibrio.

Riguardo allo stress, dedicare un po' di tempo ai propri hobby, all'esercizio fisico e alla meditazione può sicuramente portare beneficio, seppur più lentamente.

Infine, se la nostra chioma è grassa per i fattori ambientali, provvediamo a proteggerla usando sia prodotti specifici che capelli o cappucci. Attenzione anche alla frequenza di lavaggio, che può essere decisiva. E adesso vedremo perché.

Per approfondire: Capelli Grassi: cause e rimedi

Perché lavare troppo i capelli li fa diventare grassi?

Il lavaggio eccessivo può rimuovere troppo olio dal cuoio capelluto, portando a un aumento della produzione di sebo per compensare, mentre il lavaggio insufficiente può portare a un accumulo di sebo. Quindi va trovata la giusta routine per i capelli.

Lavare i capelli tutti i giorni o troppo frequentemente può rimuovere eccessivamente il sebo naturale prodotto dal cuoio capelluto. Il sebo svolge un ruolo importante nel proteggere e idratare i capelli e il cuoio capelluto. Quando viene rimosso troppo spesso, il cuoio capelluto può interpretare questa rimozione come un segnale per aumentare la produzione di sebo per compensare, portando a un ciclo di produzione eccessiva di sebo.

CONDIVIDI: