Capelli

Come combattere i capelli crespi e opachi in menopausa e farli splendere

Come combattere i capelli crespi e opachi in menopausa e farli splendere
Ultima modifica 23.04.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. I capelli crespi e opachi in menopausa possono tornare a splendere?
  2. Come cambiano i capelli in menopausa?
  3. Perché i capelli diventano crespi e opachi in menopausa?
  4. Capelli crespi e opachi in menopausa: i rimedi
  5. Che alimentazione seguire per la salute dei capelli in menopausa?
  6. Haircare routine per capelli crespi e opachi in menopausa
  7. Proteggere i capelli e non stressarli
  8. Trattamenti per capelli in menopausa

I capelli crespi e opachi in menopausa possono tornare a splendere?

È un momento che tutte le donne si trovano ad affrontare: la menopausa è una fase di transizione, un periodo delicato durante il quale prenderci cura di noi dovrebbe diventare la priorità assoluta. Dovremmo, pertanto, fare attenzione a tutti i cambiamenti in atto, compresi quelli a carico della chioma, che un po' come la pelle può apparire più spenta e meno sana.

A voler essere puntigliose, avere i capelli crespi e opachi in menopausa è normale: non abbiamo colpe, semplicemente la capigliatura riflette i mutamenti in atto nell'organismo. Ciò però non significa che ci si debba rassegnare, perché la verità è che si può correre ai ripari e avere ancora una chioma luminosa e vitale. Prima di scoprire come, però, vi ricordiamo di seguire il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere aggiornate su tutte le novità di bellezza e benessere.

Come cambiano i capelli in menopausa?

Durante la menopausa, come illustrato dagli studi condotti dalla Cleveland Clinic, le donne sperimentano fluttuazioni ormonali significative. In particolare, si registra un netto calo degli estrogeni e del progesterone, cosa che ha un impatto sulla chioma nei seguenti modi:

  • Crescita lenta: i capelli hanno un ciclo di vita naturale. Nascono, crescono e muoiono seguendo tre fasi chiave, chiamate Anagen (fase di crescita), Catagen (fase di regressione) e Telogen (fase di riposo). Le alterazioni ormonali influiscono sull'attività del bulbo pilifero riducendo questo ciclo e accorciando la fase Anagen, cosa che rallenta la crescita;
  • Perdita di struttura ed elasticità: durante la menopausa si abbassano ulteriormente i livelli di collagene ed elastina prodotti dal corpo, già in progressiva discesa per via del naturale processo di invecchiamento cutaneo. Ciò porta a una minore resistenza strutturale, a un assottigliamento del capello e a una ridotta elasticità;
  • Fragilità ed effetto crespo: in menopausa si riducono anche i livelli di cheratina, proteina principale di cui sono fatti i capelli. Ciò porta a fragilità e a ciocche visibilmente sfibrate;
  • Opacità e disidratazione: anche le ghiandole sebacee iniziano a rallentare e in particolare durante la menopausa producono meno sebo, sostanza oleosa che ha il compito di difendere il cuoio capelluto, di proteggere i follicoli piliferi fungendo da barriera cutanea e di nutrire e idratare i capelli.

L'impatto del cambiamento della struttura dei capelli è più evidente intorno ai 45 anni, per questo sarebbe essenziale correre ai ripari il prima possibile.

Per approfondire: Caduta capelli menopausa: quali sono le cause? Quali i Rimedi?

Perché i capelli diventano crespi e opachi in menopausa?

Le fluttuazioni ormonali, dunque, hanno un ruolo non indifferente quando si parla di capelli crespi e opachi in menopausa. Il fatto che il sebo diminuisca contribuisce davvero moltissimo a disidratare la chioma e a spegnerla, così come è decisiva anche la riduzione di cheratina, collagene ed elastina, che porta il capello a subire modifiche profonde sia alla radice che lungo il fusto.

Occorre però precisare che non è tutto qui: anche il semplice trascorrere del tempo ha la sua influenza. Nel corso degli anni, infatti, il cuoio capelluto subisce danni dovuti all'esposizione a fattori ambientali come il sole, il vento, il calore e i prodotti chimici e l'arrivo della menopausa può solo contribuire a mostrare questi danni in modo più evidente, senza averne la "colpa".

Non solo. A giocare un ruolo decisivo sono anche i livelli più elevati di stress, che possono influenzare negativamente la salute dei capelli. Lo stress può aumentare la produzione di ormoni come il cortisolo, che possono danneggiare i capelli e contribuire alla comparsa di crespo e opacità.

 

Per approfondire: Come infoltire i capelli in menopausa

Capelli crespi e opachi in menopausa: i rimedi

Adesso che abbiamo chiare le cause, è il momento di passare alle soluzioni. Istituti come l'Australian Menopause Centre, hanno accertato che ci sono una serie di buone abitudini e di regole che contribuiscono alla corretta cura dei nostri capelli in menopausa e che li fanno apparire meno crespi, più luminosi e più vitali. Si tratta di:

  • Avere un'alimentazione sana;
  • Avere una buona haircare routine;
  • Proteggere i capelli;
  • Non stressare la chioma;
  • Ricorrere a trattamenti specifici.

Adesso scenderemo nel dettaglio, ma vi ricordiamo che potrebbe essere una buona idea, visto il periodo delicato, fare anche una visita dal dermatologo o dal tricologo, che farà un esame approfondito (il tricogramma) e vi darà altri consigli per mantenere in salute la vostra chioma.

Per approfondire: Capelli che sembrano paglia? Come correre ai ripari

Che alimentazione seguire per la salute dei capelli in menopausa?

La corretta alimentazione è la chiave per il nostro benessere a tutto tondo e può essere davvero decisiva se abbiamo i capelli crespi e opachi in menopausa. Durante questo periodo sarebbe bene prediligere alimenti che contengano dei nutrienti specifici, ovvero:

  • Acidi grassi omega-3: questi grassi naturali e sani, contenuti in salmone, sardine, sgombro, tonno, semi di lino e semi di chia nutrono il capello in profondità e aiutano il cuoio capelluto a rimanere idratato, ovviando alla carenza di sebo;
  • Vitamine del gruppo B: queste vitamine (in particolare biotina e acido folico) sono contenute in alimenti come avena, riso integrale, quinoa, spinaci, cavolo riccio, cavolo verde, broccoli, uova, fagioli, lenticchie, ceci, banane e avocado. Il loro merito? Fortificano la struttura dei capelli e stimolano la produzione di cheratina;
  • Proteine magre: il consumo di petto di pollo senza pelle, tacchino, manzo magro (come lombata e filetto), maiale tagliato magro, yogurt greco, latte scremato, mandorle, noci, semi di girasole e semi di zucca contribuisce alla resistenza dei capelli e ripara eventuali danni, stimolando il ciclo di crescita.

Naturalmente i tre gruppi di nutrienti di cui vi abbiamo parlato sono indicativi e il consumo di questi alimenti deve assolutamente essere inquadrato all'interno di una dieta variata. Occorre anche sottolineare che nonostante la soluzione migliore sia ottenere nutrienti dal cibo, è bene parlare con il proprio medico se pensa di avere una carenza di vitamine o minerali e se si vuole ricorrere all'uso di integratori.

Haircare routine per capelli crespi e opachi in menopausa

In generale, il modo in cui ci prendiamo cura dei capelli ha un impatto anche sulla loro salute, per questo una corretta haircare routine è essenziale soprattutto in menopausa. Partiamo da un consiglio: è bene lavare i capelli regolarmente, ma senza eccedere, dunque due-tre volte a settimana andranno più che bene.

Questo perché anche se eliminare la pelle morta, il sebo in eccesso e l'accumulo di prodotti è essenziale per favorire la crescita dei capelli, lavarli troppo in questo periodo delicato potrebbe aumentare la secchezza e l'effetto crespo. Riguardo allo shampoo da utilizzare, cerchiamo di evitare quelli che contengono solfati. Sì, invece a tutti quelli che contengono oli e antiossidanti, in grado di nutrire i capelli crespi e opachi e di combattere anche i danni provocati dai fattori ambientali.

Al momento del lavaggio, cerchiamo di diluire una noce di shampoo con 3-4 gocce d'acqua e di applicarlo sul cuoio capelluto massaggiando con cura. Dopo il risciacquo non dimentichiamo di utilizzare un balsamo ricco e corposo, come quelli a base di olio d'argan, un ingrediente nutriente che agisce sia sul follicolo pilifero che il fusto del capello, nutrendo la chioma. 

La nostra haircare routine può essere completata, due volte a settimana, anche dall'applicazione di una maschera nutriente: sono perfette quelle a base di ingredienti ricchi di acidi grassi essenziali come olio di cocco, olio di jojoba, olio di avocado, burro di karité e burro di cacao.

Proteggere i capelli e non stressarli

La cura dei capelli passa anche dalla consapevolezza di ciò che può proteggerli e di ciò che invece li stressa. Per esempio, per quanto riguarda la protezione, sarebbe bene che i capelli in menopausa, vista la loro condizione già più fragile, non siano troppo soggetti alle intemperieesposti ai raggi UV: meglio usare cappucci, berretti e cappelli che facciano da scudo.

Riguardo all'esposizione al sole, inoltre, sarebbe bene applicare un prodotto con filtro solare (generalmente in commercio sotto forma di spray o lozione). La sera, prima di andare a dormire, sarebbe anche il caso di praticare un messaggio, che permette di attivare il microcircolo e di distribuire gli oli del cuoio capelluto.

Sì anche alla spazzolatura, ma attenzione: evitiamo gesti troppo energici, perché possono creare stress e sfibrare ulteriormente. Un altro gesto che crea stress e che dobbiamo evitare? Frizionarli con troppa foga post shampoo. Con l'asciugamano dobbiamo tamponare la chioma, non sfregarla, e sarebbe meglio usare un panno in microfibra o in tessuto naturale.

Meglio evitare, inoltre, il contatto continuativo con phon, piastre e arricciacapelli e, quando si utilizzano, non dimenticare di usare un termoprotettore. Se abbiamo i capelli lunghi, non raccogliamoli in una coda di cavallo stretta o in trecce: è meglio non tirarli o attorcigliarli, in alcun modo, perché ciò potrebbe stressare le radici e danneggiare il follicolo.

Infine, se ci alleniamo, risciacquiamo i capelli con acqua semplice dopo ogni sessione sportiva. Il sudore evapora, ma i sali del sudore si accumulano nei follicoli piliferi che possono aumentare la caduta dei capelli. Non strofinare o massaggiare vigorosamente i capelli mentre li lavi.

Trattamenti per capelli in menopausa

Infine, esistono dei trattamenti specifici per i capelli crespi e opachi in menopausa. Rientrano nei trattamenti anti age per la chioma e generalmente a suggerirne l'uso è il tricologo. Il più utile è sicuramente il trattamento nutriente e idratante, che conta fra i suoi ingredienti oli naturali, estratti vegetali, acido ialuronico e collagene.

Quello perfetto per eliminare del tutto l'effetto crespo è invece il trattamento ricostruttivo, che contiene generalmente cheratina e biotina e ripara i capelli in profondità. Entrambi i trattamenti sono disponibili in commercio in forma di spray, fialette e maschere con o senza risciacquo.

CONDIVIDI: