Capelli

Capelli corti per over 50: perché sono più pratici e comodi?

Capelli corti per over 50: perché sono più pratici e comodi?
Ultima modifica 18.04.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Capelli corti per over 50: perché sceglierli?
  2. Come cambiano i capelli con l'età?
  3. Capelli corti, come aiutano la struttura dei capelli over 50
  4. Tagliare i capelli dopo i 50 anni per ridurre la caduta
  5. Capelli corti la soluzione anti-secchezza dopo i 50 anni
  6. Perché i capelli corti sono più pratici per le over 50?
  7. Capelli corti, comodi e ringiovanenti per la mezza età

Capelli corti per over 50: perché sceglierli?

I capelli corti per over 50 sono una scelta utile e intelligente per preservare la salute e la bellezza della chioma. Con gli anni infatti i capelli subiscono un inevitabile processo di trasformazione, diventando più fragili, soggetti a rotture e cadute.

Correre ai ripari dunque è essenziale, scegliendo un taglio che sia non solo bello e pratico, ma anche perfetto per prendersi cura dei capelli nel modo giusto.

Prima, però, ti ricordiamo di seguire il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere aggiornata su tutte le novità su benessere, bellezza e salute.

Come cambiano i capelli con l'età?

Con il tempo i capelli subiscono dei cambiamenti che ne influenzano la salute e l'aspetto. Fra i maggiori mutamenti c'è la diminuzione della melanina, un pigmento che serve a conferire il colore ai capelli. Questo causa una perdita progressiva del colore che può diventare bianco o grigio, soprattutto nella zona della fronte e delle tempie.

In alcuni casi a mutare è il colore naturale che diventa più scuro oppure più chiaro. Anche la struttura del capello cambia: la chioma infatti tende a perdere corpo a causa di una produzione minore di sebo. I capelli appaiono fragili e secchi, tendenti al crespo e poco corposi.

Capelli corti, come aiutano la struttura dei capelli over 50

La struttura dei capelli over 50 trae vantaggio da un taglio corto per tantissimi motivi. Prima di tutto la massa capillare ridotta permette una maggiore ossigenazione del cuoio capelluto, rendendo la chioma più leggera, riducendo la produzione di sebo e la sudorazione. Due elementi che rischiano di appesantire la struttura del capello.

I capelli inoltre donano un volume potenziato. La lunghezza minore infatti consente ai capelli di sollevarsi facilmente, donando un aspetto naturale voluminoso e pieno. Questo effetto dinamico si manifesta soprattutto nei tagli corti con strati e lunghezze differenti.

Questo effetto dinamico è particolarmente evidente nei tagli corti che giocano con le diverse lunghezze e strati, dando vita a una chioma che grida modernità e vitalità.

Per approfondire: Capelli, come sono fatti? Crescita, cura e problemi

Tagliare i capelli dopo i 50 anni per ridurre la caduta

Tagliare i capelli dopo i 50 anni è un'ottima idea per ridurre la caduta. Un hairstyle corto infatti non richiede l'uso di strumenti per lo styling a caldo. I capelli si asciugano in modo rapido e naturale, senza sforzi eccessivi e senza ricorrere a piastre e phon, strumenti che – come ben sappiamo – rischiano di indebolire la chioma a causa dell'eccessivo calore.

La struttura più gestibile e leggera dei capelli corti inoltre consente di avere un minore stress radicale. La ridotta lunghezza infatti corrisponde a una minore tensione sulla radice, preservando la salute dei follicoli piliferi e, di conseguenza, riducendo il rischio della caduta di capelli.

Un taglio corto inoltre è ideale per favorire una maggiore resistenza alla rottura, preservando la densità della chioma.

Per approfondire: C'è davvero un giorno migliore per tagliare i capelli?

Capelli corti la soluzione anti-secchezza dopo i 50 anni

A ridursi, grazie al taglio corto, sono anche i capelli spezzati. La struttura del capello infatti diviene più leggera, meno soggetta a tensioni e stress. Inoltre la chioma è meno esposta all'azione dei fattori esterni come sole, inquinamento atmosferico e vento che provocano danni e rotture.

Ricordiamo inoltre che i capelli lunghi tendono ad accumulare danni sulle lunghezze a causa di decolorazioni e trattamenti chimici ripetuti. Al contrario i capelli corti, grazie al taglio, hanno una possibilità minore di accumulare dei danni sulle lunghezze.

Perché i capelli corti sono più pratici per le over 50?

Dopo i 50 anni i capelli corti sono la scelta migliore in termini di praticità e risparmio di tempo. Non richiedono sforzi eccessivi e hanno una routine di bellezza semplice e veloce. Il quantitativo di prodotto usato è minimo, con gel, spray per lo styling e mousse che si possono applicare con rapidità dopo la doccia per nutrire la chioma e per creare l'acconciatura.

Anche l'asciugatura richiede meno tempo e, soprattutto d'estate, i capelli si possono asciugare in modo naturale senza l'uso di strumenti che usano il calore. Infine la spazzolatura è velocissima: basta un passaggio di pettine per ottenere un look curato e ordinato.

Capelli corti, comodi e ringiovanenti per la mezza età

Con il tempo – come abbiamo già sottolineato – la struttura del capello cambia, proprio come accade alla pelle. I capelli infatti dopo i 50 anni iniziano a crescere più lentamente, tendendo a spezzarsi e indebolirsi con facilità.

Per questo superati i 50 anni è fondamentale scegliere trattamenti volumizzanti, ricostruttivi e rinforzanti, ma anche tagli strategici come quelli corti. Il taglio corto consente, dunque, di risolvere i problemi di una chioma fragile, donando un effetto rimpolpante ai lineamenti del viso.

I tagli corti hanno un effetto anti age, facendo apparire meno evidenti le rughe, armonizzando la forma e i lineamenti del viso.

CONDIVIDI: