Capelli

Capelli che cadono: consigli salva chioma

Capelli che cadono: consigli salva chioma
Ultima modifica 13.03.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Capelli che cadono e invecchiamento del cuoio capelluto
  2. Il diradamento dei capelli andando avanti con l'età
  3. Consigli salva chioma dell'esperto
  4. Le cure del medico contro la caduta o per favorire la ricrescita

Capelli che cadono e invecchiamento del cuoio capelluto

Incorniciano il viso e sono la vera croce e delizia di uomini e donne: i capelli. Così come accade per la pelle, anche i capelli invecchiano o meglio: invecchia il cuoio capelluto, il "terreno" dove nascono, vivono, crescono i muoiono i nostri capelli. Ecco perché così come ci prendiamo cura della pelle, stessa cosa dobbiamo fare con il cuoio capelluto, in modo da ritardare i segni del tempo, che si possono sintetizzare con: diradamento dei capelli, fusto più fragile e sottile, aspetto meno lucente, fino a patologie del cuoio capelluto che possono danneggiare la nostra chioma. È bene dire che i capelli hanno un loro ciclo vitale e varia per durata in base all'età, al sesso e allo stato di salute della persona e del suo stile di vita. Tanti fattori possono condizionare la chioma: un po' come la pelle rispecchia il nostro stato di salute. Se è vero che dovremmo prenderci cura dei capelli tutto l'anno, è bene sapere che nei cambi di stagione, primavera e autunno, è fondamentale avere un'attenzione in più.

Per approfondire: Caduta dei capelli: perché avviene e quando è eccessiva

Il diradamento dei capelli andando avanti con l'età

I capelli diminuiscono inesorabilmente con il passare degli anni. Ma possiamo fare molto per migliorare la salute e la bellezza della chioma. Ho chiesto la consulenza del dottor Cristiano Guerra, trichiatra (tricologo medico) che cura a 360 gradi il benessere dei capelli. Possiamo, quindi rallentare il processo fisiologico, che accomuna donne e uomini. Se alla nascita si hanno circa 1000 follicoli per cm2, questi diminuiscono a circa 400 a 60 anni. Questo trend poi continua anche in persone più avanti con gli anni.

Consigli salva chioma dell'esperto

La hair routine a casa:

  • Massaggiare il cuoio capelluto. Si tratta di una buona pratica perché aumenta la vascolarizzazione e quindi l'apporto dei nutrienti. Soffermiamoci qualche minuto in più sotto la doccia quando laviamo i capelli. Selezionare bene shampoo, balsamo, creme o maschere per i capelli, in modo da detergere, nutrire e idratare il fusto e il cuoio capelluto in maniera ottimale. Se si soffre di dermatiti, forfora, micosi, adottare un prodotto specifico, in modo da rispettare e curare la cute. Massaggiare delicatamente la cute a secco, invece, aiuta sempre a riattivare la circolazione periferica, ma è bene non esagerare in caso di capelli grassi, mentre è meglio evitare se presente un quadro infiammatorio.
  • I prodotti per capelli sempre di più vanno incontro alle esigenze personali come i prodotti per il viso. Non esiste lo shampoo adatto a tutta la famiglia, a ciascuno il suo prodotto. In caso di capelli grassi evitare di lavarli con acqua troppo calda, evitare anche il phon eccessivamente bollente. Favorirebbe la comparsa dei cosiddetti capelli unti più velocemente.
  • Spazzolare bene la cute con setole possibilmente naturali prima di coricarsi e al mattino per risvegliare la cute. Ma attenzione: in caso di capelli grassi è importante che la spazzola sia sempre ben pulita.
  • In presenza di desquamazione, arrossamento della cute, dermatite o altri disturbi nella zona del cuoio capelluto è importante curare la parte a livello topico, ma anche con lo stile di vita.
  • Curare l'alimentazione: è il primo nutrimento del follicolo. Diete errate o alimentazione carente di determinati nutrienti possono contribuire alla perdita dei capelli o impoverirli, rendendoli spenti e fragili. È importante una alimentazione variegata. Se necessario è consigliata un'integrazione di minerali, amminoacidi, proteine, vitamine o altri nutrienti di cui è carente l'organismo. Specie ai cambi di stagione, in chi ha una più copiosa perdita di capelli, è a volte consigliata dallo specialista una cura a base di integratori naturali specifici.

Le cure del medico contro la caduta o per favorire la ricrescita

È sempre importante rivolgersi al medico nel caso di problematiche evidenti: forte diradamento, perdita copiosa di capelli sulla spazzola o sul cuscino, problemi della cute come dermatiti o micosi. Questo permetterà una corretta diagnosi e un protocollo cucito specifico per il paziente. Come un vestito su misura. Mai le cure fai da te: le cause possono essere molteplici e la risposta alle terapie è soggettiva.

Se i capelli sono già caduti, cosa possiamo fare? È importante valutare la 'vitalità' del bulbo. Se questo non è in uno stato di atrofia, ma è ancora vitale allora ci sono diverse strategie che possono favorire la ricrescita dei capelli. Stimolandoli attraverso le giuste terapie è possibile rinfoltire la chioma. Ci vuole tempo e pazienza, le diverse terapie sono diverse:

  • La terapia farmacologica, sia topica che per bocca
  • La terapia ambulatoriale, con strumentazione elettromedicale


Oggi la terapia ambulatoriale si avvale di un moderno macchinario che aiuta a rivitalizzare il bulbo pilifero e a favorire la ricrescita dei capelli, nonché a migliorare la qualità e il trofismo dei capelli. Non solo: rende più forti quelli già presenti. Si tratta di una cura anti-age del cuoio capelluto, un po' come facciamo per la pelle. Ideale sia per la donna che per l'uomo. La donna che si avvicina alla menopausa o già in menopausa avverte spesso un drastico cambiamento della chioma.


Un macchinario sfrutta diverse azioni dinamico ristrutturanti: attraverso una microdermo-incisione controllata, che viene eseguita tramite un piccolo manipolo sulla cute, permette visibili miglioramenti già in alcune sedute. Vengono veicolati, infatti, dei fattori di crescita specifici che penetrano nel cuoio capelluto, stimolando i bulbi piliferi. Inoltre, il movimento di questo manipolo crea delle onde pressorie e uno stimolo meccanico positivo che favorisce una migliore vascolarizzazione e l'apporto di nutrienti.

In una seconda fase, si utilizza un ulteriore manipolo, una "coppa tricologica" attraverso la quale viene emesso un fascio di luce led che va a stimolare l'attività mitocondriale cellulare così da aumentare il pool energetico a disposizione della cellula. Come ulteriore azione positiva abbiamo un meccanismo che crea una stimolazione elettrica, così da spegnere eventuali sensazioni di fastidio sulla cute e così da sfruttare la ionoforesi per far penetrare più in profondità i fattori di crescita. Il protocollo prevede generalmente 4 sedute non dolorose e un mantenimento da valutare in base alle specifiche esigenze del paziente. I capelli ricrescono con il loro tempo fisiologico, per cui è bene sottolineare che i risultati finali richiedono la tempistica necessaria perché il capello cresca.

 

CONDIVIDI:

Autore

Angelica Amodei

Angelica Amodei

Beauty Trainer
Angelica Amodei (Roma, 1976) è una giornalista, scrittrice e autrice televisiva. Per diversi anni è stata caporedattrice del mensile "Più Sani Più Belli". Ha lavorato come autrice per il canale televisivo Alice tv. Si occupa del programma "La salute vien mangiando" ed ha scritto e preso parte a 40 puntate di "In Gran Forma", trasmissione di salute, alimentazione e bellezza. Ha partecipato a diversi programmi Rai e Mediaset. E' autrice dei libri Sorsi di Benessere (2020), Altri sorsi di Benessere (2020) e La salute nel bicchiere (2023).