Beauty wellness

Calli sotto le unghie: cosa sono? Cause, sintomi e rimedi

Calli sotto le unghie: cosa sono? Cause, sintomi e rimedi
Ultima modifica 20.06.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Cosa sono i calli sotto le unghie?
  2. Perché si formano?
  3. Come si riconoscono
  4. Come si trattano

Cosa sono i calli sotto le unghie?

I calli sotto le unghie (onicofosi, in gergo medico) sono ispessimenti che si sviluppano nella piega epidermica in cui si inserisce la radice dell'unghia.

Si tratta, quindi, di ipercheratosi che si sviluppano lungo il solco dell'unghia o sotto il bordo distale della lamina ungueale a causa della pressione tra l'unghia e la pelle. Per via di questa sollecitazione, la pelle s'ispessisce per proteggersi, ma diventa così spessa da formare un callo.

Perché si formano?

Perché si formano i calli sotto le unghie?

I calli sotto le unghie sono ispessimenti della pelle (ipercheratosi) dovuti a al perpetuarsi di insulti locali: nella maggior parte dei casi, si tratta di una pressione tra l'unghia e la pelle. I calli sotto le unghie possono insorgere, per esempio, come reazione all'eccessiva costrizione delle calzature o delle calze, a un difetto di postura o a un modo non corretto di camminare. In altre parole, i calli si formano quale reazione protettiva, che si traduce in un'iperproliferazione dello strato corneo, cioè la parte della pelle più superficiale della pelle.

Quali sono le cause dei calli sotto le unghie?

Le cause principali dell'onicofosi sono:

  • Involuzione o curvatura dell'unghia per cui il bordo esercita una maggiore pressione sul solco dell'unghia;
  • Aumento della pressione laterale sul solco ungueale dovuto a calzature strette o alla punta adiacente, soprattutto nei soggetti con alluce valgo;
  • Tecnica di taglio delle unghie scadente, che lascia bordi ruvidi dopo il taglio dell'unghia.

Calli sotto le unghie: quali sono i fattori predisponenti e/o aggravanti?

La maggiore predisposizione a sviluppare i calli deriva da:

  • Scarpe col tacco: questa tipologia di calzature inducono uno sfregamento reciproco delle dita dei piedi, soprattutto se sono molto alte e strette in punta;
  • Calzature non allacciate o strette in punta: l'abitudine di camminare con i lacci delle scarpe non allacciati consente ai piedi di scivolare all'interno delle calzature, favorendo dei punti di pressione in punta.
  • Appoggio non corretto del piede: la presenza di condizioni in grado di deformare o rendere prominenti le ossa del piede, come dito a martello e l'alluce valgo, rendono problematico l'utilizzo di alcune scarpe. L'attrito ripetuto contro le pareti interne delle calzature indossate predispongono all'insorgenza dei calli.

Come si riconoscono

I calli sotto le unghie possono variare da asintomatici a estremamente dolorosi. Le pieghe dell'unghia dell'alluce sono le più comunemente colpite.

Quali sono i sintomi dei calli sotto le unghie?

L'onicofosi non è sempre evidente e spesso non viene rilevata; in caso di intenso attrito, però, possono irritarsi, causando

  • fastidio di tipo urente durante la camminata o quando si indossano le scarpe
  • scolorimento o ingiallimento dell'unghia sovrastante

Generalmente, l'onicofosi ha un aspetto distinto di ipercheratosi: i calli sotto le unghie si manifestano come aree di pelle indurita e spessa, che presenta un aspetto ceroso-traslucido e, al tatto, appare secca, ruvida ed irregolare.

Nei casi più gravi, i tessuti periungueali possono essere infiammati e può verificarsi il sollevamento o distacco dell'unghia dalla pelle sottostante (onicolisi).

Calli sotto le unghie: diagnosi differenziale

L'onicofosi viene spesso confusa con un'unghia incarnita (onicocriptosi), processo infiammatorio doloroso localizzato in regione periungueale, causato dall'incurvamento o dal contatto di un frammento o di porzione dentellata del margine laterale dell'unghia con la plica di cute adiacente, che spesso si infetta.

Un'unghia incarnita provoca un dolore che insorge all'angolo della plica ungueale o, meno comunemente, lungo l'intero margine laterale. Inizialmente, può essere presente soltanto un lieve fastidio, soprattutto nell'indossare certe scarpe, ma con la crescita dell'unghia lungo il solco la cute si arrossa, diventa lucida e tesa. Chi presenta onicocriptosi avverte un'acuta dolenzia alla più lieve pressione, ma, se trascurata, l'unghia incarnita può arrivare a provocare dolori molto forti. Questa condizione può predisporre, inoltre, allo sviluppo di un'infezione lungo il margine ungueale (paronichia), evidente per un essudato purulento che ha origine dal solco ungueale della parte colpita.

La diagnosi differenziale dell'onicofosi va posta anche rispetto a:

  • Onicocriptosi
  • Lesioni melanocitiche
  • Cisti epidermoide
  • Corpo estraneo
  • Esostosi subungueale

Calli sotto le unghie: quali sono le possibili complicanze?

Normalmente, nelle persone che godono di una buona salute, i calli sotto le unghie non comportano complicanze, ma, in coloro che soffrono d'insufficienza vascolare periferica, in particolare se sono affetti da diabete, potrebbe dare origine a problematiche più significative. A tal proposito occorre ricordare che questi pazienti dovrebbero sottoporsi regolarmente alle cure intensive di un podologo. Nel diabetico, infatti, un callo può dar luogo a varie complicazioni, come ulcere profonde ed infezioni, con dolore acuto e produzione di pus.

Come si trattano

Come eliminare i calli sotto le unghie?

I calli sotto le unghie possono essere trattati mediante sbrigliamento con lima e bisturi; la procedura viene eseguita in combinazione alla riduzione dello spessore dell'unghia.

Il solco ungueale può essere tamponato con una piccola quantità di cotone idrofilo dopo lo sbrigliamento per tenere l'unghia lontana dall'area. A questo scopo potrebbe essere necessario istituire un programma di mantenimento con cure regolari a lungo termine.

Alcuni sostengono di immergere il solco ungueale con perossido di idrogeno prima dello sbrigliamento per ammorbidire i tessuti; altri preferiscono non usarlo.

In qualche caso, il medico potrebbe prendere in considerazione un approccio chirurgico, che prevede la rimozione parziale dell'unghia.

Cosmetici e altri rimedi per i calli sotto le unghie

  • I cheratolitici possono essere utilizzati nel solco ungueale.
  • Gli emollienti a base di urea possono essere utili per prevenire il ripetersi dei calli sotto le unghie.
  • Indossare scarpe morbide e comode che non alterino la biomeccanica del piede può aiutare a prevenire l'insorgenza e la ricorrenza di quest'ipercheratosi.
  • Per ridurre la pressione esercitata dal dito adiacente, è possibile utilizzare un'imbottitura interdigitale con feltro o un dispositivo ortodigitale in silicone.
CONDIVIDI:

Autore

Dott.ssa Giulia Bertelli

Dott.ssa Giulia Bertelli

Biotecnologa Medico-Farmaceutica
Laureata in Biotecnologie Medico-Farmaceutiche, ha prestato attività lavorativa in qualità di Addetto alla Ricerca e Sviluppo in aziende di Integratori Alimentari e Alimenti Dietetici