Unghie

Perché mettere la bava di lumaca alle unghie può renderle più sane e forti?

Perché mettere la bava di lumaca alle unghie può renderle più sane e forti?
Ultima modifica 27.05.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Si può mettere la bava di lumaca alle unghie?
  2. Cos'è la bava di lumaca?
  3. Che effetto fa la bava di lumaca?
  4. A cosa serve il gel alla bava di lumaca: gli effetti benefici
  5. Vantaggi per le unghie
  6. Quando si mette la bava di lumaca alle unghie?
  7. Aumentare l'efficacia sulle unghie

Si può mettere la bava di lumaca alle unghie?

È un ingrediente naturale che da almeno una decina d'anni fa molto parlare di sé, per via dei suoi notevoli benefici nella skincare. Se fa così bene alla pelle, dunque, nasce spontanea una domanda: si può mettere la bava di lumaca alle unghie? Rispondendo subito e in maniera sintetica, sì: questa sostanza prodotta dalle chiocciole può dare a tutta la struttura ungueale una marcia in più.

Come? Grazie alle sue molteplici proprietà che riescono a conferire, tra le altre cose, idratazione e nutrimento. Adesso approfondiremo l'argomento rispondendo a ogni curiosità, ma prima di andare avanti vi ricordiamo di seguire il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere sempre aggiornate su tutte le novità di bellezza, estetica, benessere e cosmetica.

Cos'è la bava di lumaca?

Andiamo per ordine, specificando per prima cosa che parlare di "bava" è molto riduttivo. Il prodotto ha preso questo nome perché è più facilmente comprensibile e riconducibile al gasteropode, ma in realtà il fluido che utilizziamo per la skincare è un composto che riunisce al suo interno una serie di secrezioni, chiamati mucopolisaccaridi. Si tratta di:

  • Una rete di polimero non appiccicosa e traslucida, che in natura permette alla lumaca di muoversi e scivolare;
  • Una gelatina più densa, torbida, viscosa ed elastica che le permette di aderire alle superfici e spostarsi sia in pendenza che verticalmente;
  • Saliva, liquida ma al contempo schiumosa, di colore più chiaro.

Queste secrezioni vengono estratte generalmente da una specifica categoria di chiocciole, le Helix Aspersa, che vantano diverse sottospecie di lumache di terra. La composizione dei liquidi che le lumache secernono possono variare sia in base alla sottospecie che in base alle condizioni ambientali, di allevamento e alla stimolazione (che non dovrebbe mai essere violenta).

Ogni sostanza, dopo essere prelevata, viene sottoposta a una serie di processi che vanno dalla disinfezione al raffinamento. Tutti i processi sono realizzati in laboratorio e in condizioni sterili, con lo scopo di non alterare i benefici del prodotto originale.

Che effetto fa la bava di lumaca?

Come abbiamo accennato, le sostanze che la lumaca secerne contengono dei principi attivi e delle componenti che ne hanno attestato e confermato le capacità benefiche. Il principale è l'allantoina, composto organico che oltre a essere idratante ha anche delle proprietà guaritive, rigenerative (come dimostra lo studio Efficacy of Snail Mucin in Wound Healing) e antinfiammatorie.

I mucopolisaccaridi sono inoltre ricchi di proteine, in particolare di collagene ed elastina, che hanno un ruolo chiave nel dare tono, volume, elasticità e flessibilità alla nostra pelle. In più contengono diversi acidi, con una presenza particolarmente rilevante di acido glicolico, che ha un grande potere esfoliante.

Tutte queste sostanze hanno un forte impatto sulla pelle ma, come vedremo a breve, hanno anche un effetto decisivo e determinante sulle unghie, perché possono proteggerle, fortificarle e renderle resistenti sia ai danni causati da fattori esterni che a quelli che riguardano l'invecchiamento.

Per approfondire: Collagene Idrolizzato: benefici ed effetti collaterali

A cosa serve il gel alla bava di lumaca: gli effetti benefici

Anche se gli studi sulle proprietà della bava di lumaca sono ancora in corso, ricerche approfondite come Snails and Skin: A Systematic Review on the Effects of Snail-based Products on Skin Health affermano che questa sostanza ha proprietà:

  • Idratanti: grazie ai polisaccaridi ad alto peso molecolare la bava di lumaca trattiene l'umidità nella pelle e la idrata;
  • Rigeneranti: per via della presenza della succitata allantoina, la bava di lumaca accelera la crescita epidermica e rigenera le cellule;
  • Antiossidanti: la bava di lumaca può anche essere ricca di antiossidanti, come la vitamina E e il beta-carotene, che aiutano a proteggere la pelle dai danni dei radicali liberi;
  • Antibatteriche e antinfiammatorie: alcune ricerche suggeriscono che la bava di lumaca possa avere proprietà antibatteriche e antinfiammatorie, utili nel trattamento dell'acne e delle irritazioni cutanee.

Non solo: studi come Mucus secreted by snails has an anti-aging effect on skin confermano anche che il suo uso costante contribuisce a contrastare i segni del tempo e a ridurli in modo anche evidente.

Vantaggi per le unghie

Viste le proprietà benefiche generali della bava di lumaca, probabilmente potrete già intuire quali sono alcuni di quelli specifici per le unghie. Alcuni, non tutti, perché l'elenco è in realtà più lungo di quanto si possa pensare. Applicando costantemente la bava di lumaca su questi annessi cutanei, si potrà notare:

  • Una maggiore resistenza della lamina ungueale: la parte più superficiale della struttura delle unghie diventa più resistente grazie a collagene ed elastina e tende a essere meno soggetta alle rotture;
  • Idratazione della matrice ungueale: questa parte, che genera proprio la lamina, beneficia di una maggiore idratazione che rende meno faticosa la crescita delle unghie;
  • Protezione dell'iponichio e dell'unghia nel complesso: grazie alla presenza di vitamine e proteine, la bava di lumaca rende più resistente e protegge anche il trascuratissimo iponichio, ovvero la parte che si posiziona fra il letto ungueale e la punta delle dita;
  • Rigenerazione del letto ungueale e dell'unghia del complesso: l'allantoina rigenera e lenisce l'unghia, compreso il letto unguale che spesso è messo a dura prova dall'applicazione di smalti aggressivi.

Va anche precisato che spesso i prodotti a base di bava di lumaca vengono arricchiti con altri ingredienti: ciò significa che si possono ottenere vantaggi e benefici anche dal punto di vista del nutrimento dell'unghia, della sua luminosità, del colore e della flessibilità.

Quando si mette la bava di lumaca alle unghie?

In commercio esistono moltissimi prodotti pensati proprio per sfruttare tutte le potenzialità della bava di lumaca sulle unghie. I più comuni sono gli smalti rinforzanti, che possono essere applicati ogni quattro-cinque giorni per dare una spinta alle unghie fragili e deboli, rendendole meno soggette a sfaldarsi e spezzarsi.

Più di nicchia ma comunque facilmente rintracciabili sono i trattamenti rigeneranti, specifici per le unghie danneggiate: l'uso di questi ultimi può essere settimanale. Non mancano poi creme e oli per cuticole, che possono essere usati ogni giorno e tutelano proprio la salute delle cuticole favorendo una crescita sana e riducendo il rischio di unghie incarnite e irritazioni cutanee intorno alle unghie.

Infine, si può ricorrere all'uso di oli o sieri per unghie, anch'essi d'uso quotidiano, che sono generalmente combinati ad altri estratti botanici e vitamine e mirati a migliorare resistenza e flessibilità.

Per approfondire: Rimedi per Rinforzare le Unghie Fragili

Aumentare l'efficacia sulle unghie

Naturalmente, per aumentare l'efficacia della bava di lumaca alle unghie è importante non trascurare i loro bisogni e ciò significa anche seguire un'alimentazione sana, che includa tutti i cibi per rinforzarle. È altrettanto importante proteggere le unghie sia quando ci si dedica a hobby come il giardinaggio (o comunque che ci spingano a usarle come "attrezzi") sia quando si usano delle sostanze chimiche per le pulizie.

Non è poi da trascurare l'importanza di una buona routine di handcare, che comprenda l'applicazione di oli e creme idratanti per le mani, e di una manicure regolare, adatta all'età e se possibile eseguita da una professionista.

 

CONDIVIDI: