Capelli

Balsamo per capelli maturi: quante volte a settimana usarlo?

Balsamo per capelli maturi: quante volte a settimana usarlo?
Ultima modifica 08.05.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. L'uso del balsamo per capelli deve cambiare con l'età?
  2. Come invecchiano i capelli?
  3. A cosa serve il balsamo per i capelli maturi?
  4. Quali balsami usare sui capelli che invecchiano?
  5. Quante volte a settimana usare il balsamo?
  6. Quanto balsamo mettere?
  7. Routine capelli: quali altri prodotti utilizzare?
  8. Cura dei capelli: cosa non fare?

L'uso del balsamo per capelli deve cambiare con l'età?

Come tutto il resto del nostro corpo, la nostra chioma subisce dei mutamenti man mano che passa il tempo. Il processo d'invecchiamento che interessa tutto l'organismo tocca e coinvolge sia radici che lunghezze, facendo cambiare l'aspetto delle ciocche in modo più o meno evidente: è anche per questo che bisogna sapere quanto spesso e in quali quantità vanno applicati alcuni prodotti.

Prendiamo ad esempio il balsamo per capelli. Si tratta di un prodotto che più o meno tutte siamo sempre state abituate a integrare nella nostra haircare routine, ma cosa succede quando la chioma comincia a invecchiare? Semplice: occorre adattarsi e rispondere alle sue esigenze, per mantenerla sana e luminosa. Adesso vi spiegheremo tutto nel dettaglio, ma prima vi ricordiamo di seguire il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere aggiornate su tutte le novità di benessere e bellezza.

Come invecchiano i capelli?

Ma perché dovremmo modificare il nostro modo di utilizzare il balsamo? Semplice, perché i capelli invecchiano in modi precisi che, come abbiamo già detto, impongono un adeguamento della nostra routine di cura. Fra i vari mutamenti che interessano la chioma, con il passare degli anni potremmo notare:

  • Perdita di volume e spessore: per via del naturale processo di invecchiamento, il nostro corpo inizia a produrre meno collagene, proteina che conferisce ai capelli il loro volume;
  • Perdita di elasticità: per via dell'invecchiamento si abbassano anche i livelli di elastina, cosa che porta a una ridotta flessibilità e a una maggiore tendenza a spezzarsi;
  • Fragilità: invecchiando subiscono delle variazioni anche le quantità di cheratina, proteina principale di cui sono fatti i capelli. Ciò porta a una minore resistenza strutturale e a un assottigliamento del capello;
  • Effetto crespo: le modifiche delle quantità di cheratina portano anche a una ridotta capacità di riparazione delle cuticole dei capelli, che iniziano a sfibrarsi e ad apparire crespi;
  • Disidratazione e opacità: anche le ghiandole sebacee iniziano a rallentare la loro attività e producono meno sebo, sostanza oleosa che ha il compito di difendere il cuoio capelluto, di proteggere i follicoli piliferi e di idratare i capelli, rendendoli luminosi. 

Tutti questi cambiamenti possono essere in qualche modo rallentati proprio con un uso corretto del balsamo per capelli, che naturalmente va combinato a tutti gli altri prodotti di haircare.

A cosa serve il balsamo per i capelli maturi?

Il balsamo è a tutti gli effetti un prodotto cosmetico progettato per migliorare la salute e l'aspetto dei capelli e, quando la chioma invecchia, tutelarne salute e aspetto diventa una priorità. La verità, però, è che il motivo per cui è essenziale usarlo con criterio e cura quando si invecchia è semplicissimo, ed è correlato alla sua funzione.

Semplificando al massimo, il balsamo forma uno strato protettivo intorno ai capelli. Questo strato protettivo sigilla l'umidità, previene la rottura dei capelli e ne migliora l'elasticità. In più, in base al tipo di balsamo scelto, lo strato protettivo integra e fa assorbire ai capelli delle sostanze nutritive essenziali.

Quali balsami usare sui capelli che invecchiano?

Abbiamo appena parlato di tipi di balsamo. Sì, perché come tutte ben sappiamo in commercio ne esistono tantissimi. Ma quali dobbiamo usare se abbiamo capelli maturi? Tutto ovviamente è relativo alle condizioni della vostra chioma: un prodotto per capelli secchi, per esempio, non andrà bene per capelli grassi. In linea di massima, però, quelli più indicati sono:

  • Balsami ristrutturanti: si tratta di prodotti che contengono proteine ​​e aminoacidi come cheratina, cistenina, arginina e metionina, in grado di rafforzare i capelli deboli o sfibrati e di ridurre i danni dell'invecchiamento;
  • Balsami rinforzanti: possono contenere sia proteine che aminoacidi, ma sono spesso arricchiti anche con vitamine come il pantenolo (provitamina B5). Aiutano a rinforzare la struttura dei capelli e a ridurre la perdita di umidità;
  • Balsami idratanti intensi: questa tipologia di balsamo è arricchita con più ingredienti idratanti, combinandoli per ottenere il massimo dell'efficacia. In un solo cosmetico dunque potremmo trovare, per esempio, olio di argan e burro di karité, ingredienti che idratano, nutrono e donano forza e lucentezza alla chioma;
  • Balsami antiossidanti: contengono vitamina E ed estratti botanici come il tè verde, il tè bianco e l'estratto di melograno, ingredienti che proteggono i capelli dai danni causati dai radicali liberi e dallo stress ambientale. 

A questa lista di balsami ideali aggiungiamo anche un'indicazione su cosa evitare: meglio archiviare l'uso di prodotti contenenti siliconi pesanti e solfati aggressivi, perché possono solo peggiorare le condizioni di una chioma già fragile.

Quante volte a settimana usare il balsamo?

La frequenza con cui si utilizza il balsamo per capelli dipende da diversi fattori, tra cui il tipo di capelli, il bisogno di idratazione e l'uso combinato con altri prodotti per la cura dei capelli nella propria routine. La cosa migliore sarebbe utilizzare il balsamo ogni volta che si fa lo shampoo, quindi ogni due o tre giorni, per garantire il perfetto livello di idratazione.

Per capelli secchi e danneggiati, potrebbe essere necessario utilizzare il balsamo più frequentemente e scegliere prodotti più ricchi. D'altra parte, per capelli grassi o fini, potrebbe essere sufficiente utilizzare il balsamo solo ogni secondo o terzo lavaggio per evitare di appesantirli.

Per approfondire: Lavare i capelli tutti i giorni fa male?

Quanto balsamo mettere?

Come abbiamo già accennato, la scelta del balsamo giusto per i propri capelli può fare la differenza nella nostra routine, ma anche la quantità conta eccome. Tutto dipende (ancora una volta) dal proprio tipo di capelli, ma a essere determinante è anche la lunghezza. Indicativamente:

  • Capelli molto lunghi: riempire il palmo della mano;
  • Capelli lunghi: mezzo palmo della mano;
  • Capelli medi: una noce;
  • Capelli corti: una quantità che può stare sulla punta di due dita.

Se i capelli sono molto lunghi o lunghi sarà bene applicare il balsamo da metà lunghezza fino alle punte, mentre se sono medi è bene iniziare da circa 5 centimetri sotto le radici. Per i capelli corti basterà invece l'applicazione solo sulle punte.

Routine capelli: quali altri prodotti utilizzare?

Oltre al balsamo, quali sono gli altri prodotti da usare? Possiamo dirvi subito che l'uso periodico di una maschera per capelli idratante è un aiuto essenziale per mantenere i capelli sani e idratati, soprattutto se sono secchi o danneggiati. Questi trattamenti intensivi forniscono infatti una nutrizione più profonda rispetto al balsamo.

La consistenza più ricca permette ai principi infatti ai attivi di penetrare più in profondità nella fibra capillare, migliorando la resistenza, l'elasticità e la lucentezza dei capelli. Questi trattamenti possono essere particolarmente efficaci se utilizzati regolarmente, ad esempio una volta alla settimana, per mantenere i capelli morbidi, idratati e protetti.
 
Altri prodotti da tenere in considerazione sono sieri o oli da usare sui capelli umidi e da non risciacquare. Questi prodotti sono ideali per dare lucentezza e proteggere i capelli dal calore dello styling. L'unica accortezza, quando si usano gli oli idratanti, è non eccedere con la quantità di prodotto: usarne troppo infatti potrebbe appesantire inutilmente la chioma e rovinare l'effetto della piega.
Per approfondire: Maschera ai capelli: quante volte a settimana?

Cura dei capelli: cosa non fare?

Adesso sapete quando, in quali quantità e come applicare il balsamo, ma siete sicure che la vostra haircare routine sia priva di errori? Chiudiamo dandovi delle dritte sulle cose da non fare, che vanno sicuramente anche a inficiare l'uso corretto del balsamo. Innanzitutto, è importante non esagerare con l'uso di strumenti per lo styling come piastre e fon: l'eccessivo calore può danneggiare la struttura dei capelli, renderli secchi e fragili e favorire la comparsa di doppie punte.

Inoltre, occorre evitare di pettinare o spazzolare i capelli quando sono bagnati, poiché sono più vulnerabili alla rottura e ai danni. Infine, è bene non trascurare una dieta equilibrata e uno stile di vita sano, poiché ciò può influenzare direttamente la salute dei capelli: assicurarsi di assumere abbastanza proteine, vitamine e minerali essenziali può contribuire a mantenere i nostri capelli forti, sani e belli.

CONDIVIDI: