Autoabbronzante: Come Funziona? Guida a Scelta e Applicazione

Autoabbronzante: Come Funziona? Guida a Scelta e Applicazione
Ultima modifica 27.04.2021
INDICE
  1. Cos’è?
  2. Come Funziona
  3. Quanto Dura l’Effetto?
  4. Cosa Sapere Prima
  5. Quale Scegliere e Come Applicare

Cos’è?

Self Tan o Autoabbronzante: Cos'è?

L'autoabbronzante è prodotto cosmetico formulato per conferire alla pelle un aspetto abbronzato moderatamente persistente, ma senza ricorrere all'esposizione alle radiazioni ultraviolette (UV). Per tale motivo, è noto anche come abbronzante senza sole.

I prodotti autoabbronzanti si presentano generalmente in forma fluida, simili a  creme solari, lozioni o gel; una volta applicati sulla pelle, dopo un adeguato tempo di posa, si ottiene una colorazione ambrata del tutto simile a quella data dai raggi solari.

Un'abbronzatura sana, duratura e uniforme si ottiene gradualmente dopo 7-10 giorni circa di esposizione al sole, quale conseguenza dell'attivazione della melanina. L'effetto "self tan" è, invece, il risultato di interazione chimica tra DHA (diidrossiacetone, l'ingrediente attivo del tanner; INCI: Dihydroxyacetone) e gli amminoacidi della cheratina presente nello strato più superficiale della pelle (strato corneo).

Lo sapevi che...

L'abbronzatura è una naturale reazione protettiva della pelle ai raggi UV: esporsi al sole rende l'incarnato più scuro a causa dell'attivazione della melanina, il pigmento prodotto dai melanociti che conferisce il colorito alla nostra pelle.  La melanina funziona fisiologicamente come un filtro che, diffondendosi negli strati cutanei superiori, impedisce che i raggi ultravioletti provochino danni alla pelle e, di norma, necessita di qualche giorno per distribuirsi in modo uniforme.

Per questo motivo, le scottature solari tendono a verificarsi soprattutto alle prime esposizioni, quando la pelle ha accumulato ancora poco pigmento, quindi dispone di poca protezione naturale nei confronti delle radiazioni ultraviolette. Il meccanismo attuato dalla superficie cutanea per difendersi dal sole è chiamato melanogenesi.

Per approfondire: Crema Solare per Bambini: le Migliori per la pelle di Neonati e Bimbi piccoli

Come Funziona

Autoabbronzante: Meccanismo d'Azione

L'autoabbronzante non agisce sulla melanina e non interviene nella sua produzione, ma, semplicemente, l'abbronzatura "senza sole" è possibile grazie alla presenza di sostanze, come il diidrossiacetone (DHA), capaci di reagire con le proteine di superficie della pelle e formare complessi colorati (dall'ocra al bruno).

In considerazione di questo meccanismo d'azione, il termine "autoabbronzante" non è del tutto corretto: il prodotto agisce indipendentemente dalle radiazioni UV e non attiva la melanogenesi, ma interviene a livello superficiale, legandosi agli aminoacidi presenti nella cheratina. Ciò innesca la reazione di Maillard (per intenderci, la stessa all'origine della crosticina marrone che si forma quando si cuoce una bistecca). Questa serie di reazioni di condensazione porta alla formazione di intermedi colorati (melanoidine).

Meccanismo simile a quello del DHA è esercitato dall'eritrulosio, zucchero che reagisce con i gruppi amminici della cheratina. L'azione dall'eritrulosio (INCI: Erythrulose) è più lenta e determina una minore disidratazione; ciò consente una distribuzione cutanea omogenea, per cui la colorazione è più graduale e uniforme.

La performance e l'efficacia degli autoabbronzanti di nuova generazione sta nella formula a base di DHA, spesso associato a eritrulosio e caramello, ai fini della rapida riduzione di un colorito molto naturale. I prodotti più all'avanguardia contengono anche complessi idratanti e vitamine antiossidanti.

Differenze tra Autoabbronzanti e Intensificatori di Abbronzatura

Gli intensificatori (o attivatori) di abbronzatura sono creme, oli e balsami che contengono sostanze in grado di favorire la produzione la melanina (pigmento responsabile dell'abbronzatura). Gli intensificatori di abbronzatura, di solito, contengono tirosina (precursore della melanina), sostanza che rende più disponibile la melanina prodotta dalla pelle e ottimizza la stimolazione dei raggi solari. Tra gli ingredienti rientrano spesso anche sostanze in grado di aiutare la melanina nella fotoprotezione, come il betacarotene. Gli intensificatori di abbronzatura non contengono generalmente filtri solari, pertanto è importante continuare a proteggersi con un fotoprotettore e non esporsi troppo al sole, evitando soprattutto le ore più calde della giornata.

Per approfondire: Migliori Creme Solari 2021: le 5 Più Efficaci e Sicure

Quanto Dura l’Effetto?

La colorazione della pelle modulata dall'autoabbronzante compare dopo 3-5 ore dall'applicazione e svanisce dopo 2-3 giorni, con lo sfaldamento degli strati superficiali dell'epidermide dovuto al normale turnover cellulare.

Sfumature su Misura

Gli autoabbronzanti di ultima generazione sono ideati pigmentare gradualmente la pelle, con una palette di nuance che vira dal dorato all'ambrato, fino al bronzeo. Questi prodotti sono da applicare di una volta, a distanza di qualche giorno, per ottenere un colorito sempre più scuro. Le formule più recenti, inoltre, non sporcano i vestiti e si attenuano senza lasciare macchie.

Cosa Sapere Prima

Autoabbronzante: Precauzioni e Consigli per l'Uso

  • L'autoabbronzante deve essere applicato sulla pelle ben esfoliata e liscia, facendo molta attenzione a non dimenticare alcuna zona. La stesura del prodotto richiede particolare cura nelle parti più cheratinizzate (es. ginocchia, gomiti): per evitare la comparsa di macchie di diverso colore, è consigliabile non insistere.
  • Il DHA è particolarmente instabile e tende a reagire con diverse categorie di ingredienti. Per questo motivo, è preferibile optare per prodotti di qualità, che abbiano realizzato, prima dell'immissione in commercio, studi formulativi molto accurati. Non cedere alla tentazione di marche sottocosto e diffidare da chi promette risultati incredibili in due ore: i migliori autoabbronzanti agiscono solo gradualmente.

Curiosità

Il DHA è una molecola di sintesi. La scoperta della sua potenziale applicazione in ambito cosmetico è avvenuta quasi per caso, negli anni ΄50 dello scorso secolo, durante studi riguardanti i dolcificanti per diabetici. Dopo vari assaggi, i ricercatori si sono accorti della presenza di ombreggiature ambrate intorno alla bocca.

Pro degli Autoabbronzanti

  • Conferiscono un'aria da vacanza e rendono il colorito sano;
  • Aiutano a risparmiare una quota di raggi UV;
  • Non correlano a danni da eccessiva esposizione (come rughe e macchie solari);
  • Sono pratici da usare e veloci da stendere.

Contro degli Autoabbronzanti

Un'applicazione errata dell'autoabbronzante marca eccessivamente i tratti ed evidenza rughe ed altre imperfezioni; nonostante le formule si siano nel tempo evolute per evitare simili effetti collaterali, non rispettare le istruzioni d'uso possono determinare la formazione di macchie e sfumature color carota.

Controindicazioni

L'autoabbronzante non è indicato se la pelle è problematica o presenta punti neri, brufoli, ferite o acne. Attenzione anche nel caso si stiano medicinali o, nel sesso femminile, siano in corso le mestruazioni: entrambi sono fattori che possono influire negativamente sul risultato cromatico finale.

Autoabbronzante e Protezione Solare

Il meccanismo di pigmentazione dell'autoabbronzante non coinvolge la melanina, quindi la colorazione ottenuta attraverso la sua applicazione non protegge dalle radiazioni UV. Pertanto, durante l'esposizione al sole si consiglia l'utilizzo di una protezione solare adeguata al proprio fototipo, salvo l'autoabbronzante non riporti espressamente anche l'indicazione dell'SPF (Fattore di Protezione Solare).

Da sapere

Esistono varianti di autoabbronzante dotate di filtri protettivi, che permettono di esporsi al sole

Quale Scegliere e Come Applicare

La scelta della versione di autoabbronzante deve tenere in considerazione la tonalità dell'incarnato di partenza: sbagliare formula, significa rischiare un colore troppo intenso e aranciato.

Come Scegliere in base alla Carnagione di Partenza

Gli autoabbronzanti sono proposti in più versioni, specifiche per pelli chiare e scure. Questo dettaglio va considerato per evitare una pigmentazione innaturale e poco performante dal punto estetico.

Texture e Tipologie di Autoabbronzante

Le classiche tipologie di autoabbronzante sono quelle in crema e spray: si applicano sulla pelle asciutta, dopo averla esfoliata con scrub sotto la doccia. Le versioni in crema vanno stese in modo uniforme con movimenti ampi e circolari, senza esagerare con le quantità, sfumando su piedi e mani. Le creme autoabbronzanti garantiscono un'idratazione extra e durano più a lungo degli spray, ma si asciugano più lentamente. Le/i meno esperte/i possono usare un guanto di spugna professionali (nota: ne esistono di specifici per l'applicazione dell'autoabbronzante). Sul viso, la crema si applica procedendo verso l'esterno.

Gli spray vanno nebulizzati a circa 25-30 cm di distanza; questa texture di autoabbronzante è indicata per un risultato immediato e un'asciugatura veloce, ma è bene non sceglierla se la pelle è secca.

Esistono anche le salviette autoabbronzanti: questa soluzione è molto pratica e consigliata soprattutto al ritorno dalle vacanze per ravvivare velocemente l'abbronzatura.

Applicazione: Cosa NON Fare (con Rimedi)

  • NON applicare l'autoabbronzante sulla pelle disidratata o tendente alla secchezza. Le parti ispessite o secche (come gomiti, ginocchia e caviglie) tendono ad assorbire una quantità maggiore di DHA, virando così all'arancione. Per prevenire simile effetto indesiderato, esfoliare la pelle, insistendo soprattutto sulle zone più secche, ed applicare la crema idratante come consueto, prima di procedere con l'autoabbronzante.
  • NON usare la giusta quantità: usare troppo prodotto o distribuirne meno del necessario influenzano il risultato estetico finale con il rischio di avere striature e macchie. Per rimediare agli eccessi e schiarire la pelle di qualche tonalità, è consigliabile cospargere il corpo con dell'olio per bambini e lasciare in posa per 10 minuti, quindi fare una doccia calda ed esfoliare. Nel caso si sia usato troppo poco autoabbronzante per paura di commettere errori, è meglio optare per una lozione ad abbronzatura graduale, così da tenere meglio sotto controllo la pigmentazione.
  • NON applicare solo nelle parti esposte, per evitare che lo "stacco" di colore fra le due parti sia troppo evidente (es. décolleté e viso). Per lo stesso principio, anche la schiena non va trascurata: esistono spray direzionabili a 360° che raggiungono anche le zone "difficili".

Come Mantenere il Colorito nel tempo

Una volta conquistato il colorito perfetto, la giusta routine di bellezza gioca un ruolo fondamentale nel preservarne l'intensità. Si inizia sotto la doccia, scegliendo detergenti ricchi di una sostanze nutrienti ed emollienti per evitare che la pelle, lavaggio dopo lavaggio, si desquami. Poi, è utile abbondare con un idratante, da applicare e massaggiare fino a completo assorbimento.

Una volta alla settimana, può essere utile ricorrere ad uno scrub delicato. L'esfoliazione, infatti, toglie l'opacità data dalle cellule morte sulla superficie della cute, e restituisce uniformità e luminosità alla pelle.

Australian Gold Autoabbronzante Ricco di Vitamine

Australian Gold propone una lozione autoabbronzante con una miscela scurente intensa che si avvale della tecnologia fade defy. Il colore che si ottiene applicando il prodotto di Australina Gold è un bel bronzo e il risultato viene raggiunto in circa 2-4 ore. Questa tipologia di autoabbronzante stimola una rapida risposta dei percorsi della melanogenesi in modo da avere una colorazione più rapida, senza che sia necessaria l'esposizione. Alla formulazione si aggiunge la prugna kakadaku, ricca di vitamina C, ma anche l'aloe vera e il burro di karitè.

Collistar Gocce Magiche Autoabbronzanti Corpo-Gambe

Questo particolare autoabbronzante Collistar è pensato per essere adoperato sul corpo e sulle gambe. Il prodotto, che si chiama Gocce magiche per corpo e gambe, può essere infatti usato in abbinamento con Gocce magiche per il visto. Le Gocce magiche per corpo e gambe sono facili da stendere, la crema ha una texture estremamente leggera che si assorbe rapidamente senza ungere. Va applicato in maniera uniforme sulla pelle del corpo, dopo averla lavata ed asciugata con attenzione.

Coco & Eve Sunny Honey - (Scuro) Mousse autoabbronzante naturale Bali Bronzer

L'autoabbronzante di Coco & Eve è formulato con il 100% di DHA naturale e aiuta a dare alla pelle una colorazione bella e uniforme. L'autoabbronzante ha la consistenza di una mousse e promette di agire in sole 2 ore. Inoltre, Coco & Eve ha arricchito il suo prodotto con olio di cocco e lo ha perfezionato usando la tecnologia Cellushape arricchita con potenti antiossidanti naturali come fico, che aiuta a contrastare gli inestetismi della cellulite. Ogni confezione consente di fare tra le 10 e le 20 applicazioni su tutto il corpo.

Contenuto sponsorizzato: My-personaltrainer.it presenta prodotti e servizi che si possono acquistare online su Amazon e/o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, My-personaltrainer.it potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. Vi informiamo che i prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, vi invitiamo quindi a verificate disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati. 

Autore

Giulia Bertelli
Laureata in Biotecnologie Medico-Farmaceutiche, ha prestato attività lavorativa in qualità di Addetto alla Ricerca e Sviluppo in aziende di Integratori Alimentari e Alimenti Dietetici