Beauty wellness

Armocromia test, si può fare a casa da sole? Ecco come

Armocromia test, si può fare a casa da sole? Ecco come
Ultima modifica 18.04.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Armocromia test a casa: scopriamo la nostra stagione
  2. Cos'è l'armocromia?
  3. Su cosa si basa l'armocromia?
  4. Cosa serve per fare l'armocromia test a casa?
  5. Come fare l'armocromia test a casa?
  6. Armocromia make up: come ci aiuta l'analisi dei colori?
  7. Armocromia capelli: quale colore scegliere?
  8. Armocromia unghie: quale smalto preferire

Armocromia test a casa: scopriamo la nostra stagione

Avete sentito parlare a lungo di armocromia e, curiosando qui e lì sul web, avete imparato che per trovare la palette giusta per voi dovete necessariamente individuare la vostra stagione, basandovi sulla reazione che la vostra pelle ha quando viene accostata a drappi di specifici colori.

Magari al momento state considerando l'idea di rivolgervi a un armocromista o a un consulente d'immagine esperto che vi sottoporrà a una seduta accurata e sì, senz'altro ve lo consigliamo. Però, se proprio non state nella pelle e volete iniziare a capire a quale gruppo appartenete, perché non provate a fare un armocromia test a casa

Ebbene sì, si può fare. Ma prima di farvi entrare in questo (coloratissimo) mondo vi invitiamo a seguire il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer: vi assicuriamo che così non vi perderete alcuna novità di bellezza, benessere, cosmesi ed estetica. Pronte? Partiamo!

Cos'è l'armocromia?

Come sempre andiamo per ordine facendo una piccolissima digressione su cosa è l'armocromia. Chiamata anche analisi del colore o teoria del colore personale, questa disciplina ci consente di scoprire quali colori sono in armonia con la nostra bellezza naturale.

Messa a punto negli anni Ottanta da diverse consulenti di immagini (tra cui Carole Jackson, che ha scritto il libro Color Me Beautiful), l'armocromia si basa su una suddivisione delle persone in quattro gruppi d'appartenenza chiamati come le stagioni: Estate, Inverno, Primavera e Autunno.

Per dare vita a questa suddivisione occorre prendere in considerazione le caratteristiche della pelle e l'equilibrio cromatico generale che si crea con gli occhi e con i capelli. Ogni stagione è caratterizzata da specifiche uniche, che vanno conosciute a fondo per scegliere le cromie che più ci valorizzano.

Su cosa si basa l'armocromia?

Drappi, luci naturali, luci artificiali, colori: l'armocromia è tutto fuorché un processo superficiale, perché per stabilire a quale stagione si appartiene occorre tenere in considerazione quattro fattori fondamentali, che sono:
  1. Sottotono: chiamato anche temperatura, il sottotono è colore che si trova sotto l'epidermide ed è diverso da quello dell'incarnato; 
  2. Valore: stabilisce quanto chiara o quanto scura è la nostra pelle, prendendola in esame nel complesso;
  3. Intensità: si riferisce alla purezza e alla vividezza di tutti i colori naturali della nostra pelle, degli occhi e dei capelli;
  4. Contrasto: è il risultato dell'accostamento tra pelle, occhi e capelli. Più sono simili, meno contrasto ci sarà.

A definire le stagioni sono le combinazioni fra i fattori che abbiamo preso in esame, ed ecco quali sono per tutti e quattro i gruppi:

  • Primavera: sottotono caldo, valore chiaro, intensità e contrasto alti;
  • Autunno: sottotono caldo, valore scuro e intensità e contrasto bassi;
  • Estate: sottotono freddo, valore chiaro, contrasto e intensità bassi;
  • Inverno: sottotono freddo, valore scuro, contrasto e intensità alti.

Se i fattori che abbiamo elencato sono in perfetto equilibrio tra loro si può parlare di stagione Assoluta o Pura. Se invece uno dei fattori predomina, si procede a un'ulteriore suddivisione in sottogruppi:

  • Primavera: Light, Warm, Bright;
  • Estate: Light, Cool, Soft;
  • Autunno: Deep, Warm, Soft;
  • Inverno: Deep, Cool, Bright.

Anche se questa varietà di fattori, combinazioni, dominanze e caratteristiche può sembrare un po' complicato da interpretare, niente paura: fare l'armocromia test a casa è davvero possibile e adesso vedremo come.

Per approfondire: Armocromia: scopri la skincare giusta per ogni stagione

Cosa serve per fare l'armocromia test a casa?

L'ideale sarebbe fare il test dell'armocromia con la luce naturale e di gioco con buone condizioni meteo. Struccati bene, raccogli i capelli e cerca di coprirli, usando un asciugamano che sia di colore neutro. Indossa anche un abbigliamento che sia neutro e posizionati di fronte a uno specchio con una buona illuminazione, rigorosamente naturale.

Gli esperti di armocromia utilizzano dei drappi specifici per individuare le stagioni, a casa usa delle stoffe, delle pezze oppure degli indumenti di colori specifici per effettuare il test. Ogni volta che cambi colore osservati con estrema attenzione, notando se il viso si illumina maggiormente con una tonalità piuttosto che con un'altra.

Per approfondire: Armocromia anti rughe: consigli anti invecchiamento

Come fare l'armocromia test a casa?

Per fare il test a casa parti da un trucchetto molto semplice, osservando le vene del polso. Se sono di un colore verdastro significa che la tua pelle ha un sottotono caldo, se invece appaiono bluastre/violacee vuol dire che il sottotono è freddo.

Per osservare meglio il tuo sottotono, orientandoti fra stagioni calde (Autunno e Primavera) e fredde (Inverno ed Estate), guardati con attenzione allo specchio e valuta come reagisce la tua pelle al sole. Le pelli fredde sono di solito olivastre e sono portate ad arrossarsi, sia per uno sforzo fisico o emotivo che per via dell'esposizione al sole. Hanno inoltre una maggiore propensione ad avere le occhiaie. Le pelli calde, al contrario, si abbronzano facilmente e possono presentare delle lentiggini.    

Di fronte allo specchio valuta con attenzione i tuoi colori naturali, sia degli occhi che dei capelli. Se hai capelli biondi o castani medi, pelle e occhi chiari, avrai di sicuro un valore chiaro. Se invece i capelli sono scuri (con un colore dal nero al castano) gli occhi verdi-marroni o neri e la pelle scura, probabilmente il tuo valore è scuro.

Hai ancora dubbi? Allora fai così: scattati una foto in bianco e nero, sempre con la luce naturale, poi valuta le componenti di grigio chiaro/bianco e di grigio scuro/nero. Se il primo è maggiore significa che hai valore chiaro, se invece prevale il secondo hai valore scuro. Nel primo caso fai parte delle stagioni Primavera ed Estate, nel secondo delle stagioni Autunno e Inverno.

La prima prova per capire il proprio sottotono della pelle è quello di sottoporre il viso a un drappo oro e subito dopo a un'altro color argento. Se si sta meglio con l'oro si ha sottotono caldo, viceversa se si sta meglio con l'argento si ha sottotono freddo.

Un altro test semplicissimo da fare a casa è quello dell'oro e dell'argento. Segui il tuo istinto, valutando, ad esempio, se appari al meglio con gioielli e accessori color oro oppure argento. Nel caso in cui non sia sufficiente usa dei fogli o dei drappi di questi colori. L'oro infatti indica l'esistenza di un sottotono caldo, mentre l'argento di un sottotono freddo.

Se tutto questo non vi basta, vi invitiamo anche a mettervi alla prova con il nostro Armocromia Test. Avere un'idea di base è fondamentale, perché la verità è che l'armocromia non è utile solo per scegliere l'outfit migliore, ma anche per avere un aspetto più giovane e sano.

Infatti, conoscere la nostra palette può esserci utile anche nella scelta dei colori del make up, in quella della nuance della chioma e persino nella scelta dello smalto. Come? Ve lo spieghiamo subito!

Armocromia make up: come ci aiuta l'analisi dei colori?

L'uso dei colori giusti, quando si parla di make up, può fare davvero la differenza, regalando un trucco capace di ringiovanire e di nascondere i piccoli difetti. Sguardo valorizzato e pelle luminosa sono gli effetti regalati da un uso sapiente dell'armocromia durante la fase di make up.

Chi appartiene alla stagione Primavera, ad esempio, dovrebbe puntare su colori particolarmente chiari e luminosi, come il corallo, il pesca, il beige dorato e il marrone chiaro. Le nuance ideali per l'Autunno invece sono il bronzo, il senape e il marrone cioccolato.

E se le persone Estate sfoggiano alla perfezione il verde smeraldo e il rosa freddo, l'Inverno viene esaltato dal blu elettrico e dal rosso fuoco, oltre che dal viola intenso.

Per approfondire: Armocromia: quali colori stanno bene alla stagione Autunno?

Armocromia capelli: quale colore scegliere?

Non solo make up, anche la chioma può trarre beneficio dall'uso sapiente dell'armocromia. Questa disciplina, ad esempio, ci insegna che il nero sta unicamente bene a chi appartiene alla stagione Inverno, meglio se arricchito da sfumature blu o violacee.

I capelli biondi invece sono l'ideale per chi fa parte della stagione Estate o Primavera. Con nuance che vanno dal dorato sino al lilla per le prime, e virano verso lo champagne per le seconde.

Per approfondire: Armocromia: quali colori stanno bene alla stagione Inverno?

Armocromia unghie: quale smalto preferire

Proprio come per il make up e i capelli, l'armocromia è utilissima pure per scegliere il colore delle unghie. Un dettaglio che può fare la differenza, rendendo le mani non solo più belle, ma anche più giovani.

Chi appartiene alla stagione della Primavera, dunque, dovrebbe scegliere delle nuance che si armonizzano al meglio con le caratteristiche luminose e calde della pelle. Largo spazio dunque all'arancio pesca, al giallo senape e al verde oliva.

Se fai parte della stagione Autunno avrai di certo una carnagione più scura. I colori che fanno per te sono il marrone cioccolato, l'oro e il bronzo, perfetti per esaltare le unghie e valorizzare le mani. E se la stagione Estate dovrebbe optare per unghie blu cielo, bianco crema o rosa chiaro, per l'Inverno l'ideale sono smalti grigio antracite, bianco puro e magenta.

Per approfondire: Armocromia: quali colori stanno bene alla stagione Estate?
CONDIVIDI: