Beauty wellness

Armocromia make up per sembrare più giovani: è possibile?

Armocromia make up per sembrare più giovani: è possibile?
Ultima modifica 27.03.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Armocromia make up: come influenza il nostro aspetto
  2. Che cos’è l’armocromia?
  3. Come si identifica la stagione?
  4. Armocromia, make up e gamme di colori
  5. Perché l'analisi dei colori ci aiuta a sembrare più giovani?
  6. Armocromia e il make-up per ringiovanire il viso
  7. Armocromia e make-up per sembrare più giovani

Armocromia make up: come influenza il nostro aspetto

Sì, i colori possono influenzare e cambiare (in modo anche drastico) il nostro aspetto: non si tratta di una mera convinzione, ma di un fatto che è stato anche convalidato dal punto di vista scientifico. Specie quando si parla di maquillage l'uso corretto di cromie, luci e ombre può fare la differenza, rendendo più sano e apparentemente rassodato il viso.

Ma quali sono le tonalità giuste? Come si fa a scegliere in un mondo così ricco di sfumature? A venirci in aiuto è l'armocromia, analisi dei colori grazie alla quale possiamo apparire belle in modo naturale, correggendo le imperfezioni e celando l'appesantimento dell'età.

Prima di indagare il connubio armocromia - make up, però vi ricordiamo di seguire il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere sempre aggiornate su tutte le novità di benessere e bellezza.

Che cos’è l’armocromia?

Ma cos'è l'armocromia? Nonostante se ne parli moltissimo da un paio d'anni a questa parte, questa teoria non è recente: nasce infatti negli anni Ottanta. A metterne a punto la metodologia è stata la consulente di immagine e stilista statunitense Carole Jackson che durante i suoi anni di lavoro ha realizzato come e quanto i colori riuscissero a esaltare la bellezza naturale di ognuna di noi.

La Jackson ne ha parlato in maniera dettagliata nel suo libro Color Me Beautiful e dopo di lei anche un'altra consulente di immagine, Suzanne Caygill, ha approfondito l'argomento nel libro Color: The Essence of You. Entrambe le esperte di bellezza hanno creato un sistema che si basa sull'identificazione di quattro diverse "stagioni", ognuna delle quali corrisponde a una gamma specifica di tonalità che si adattano meglio alle caratteristiche individuali di ciascuna persona.

Come si identifica la stagione?

Per individuare la propria stagione occorre tenere in considerazione tre quattro fattori fondamentali che riguardano la pelle: il sottotono (o temperatura), il valore, l'intensità e il contrasto. Il sottotono della pelle è il colore che si trova nello strato inferiore della cute, il valore è la luminosità del nostro incarnato, l'intensità è la vividezza dello strato superficiale della pelle mentre il contrasto è il rapporto cromatico tra pelle, occhi e capelli.

Questi quattro valori si combinano in modo specifico e la loro combinazione porta a stabilire qual è la stagione, secondo le seguenti indicazioni:

  • Primavera: sottotono caldo, valore chiaro, intensità e contrasto alti;
  • Autunno: sottotono caldo, valore scuro e intensità e contrasto bassi;
  • Estate: sottotono freddo, valore chiaro, contrasto e intensità bassi;
  • Inverno: sottotono freddo, valore scuro, contrasto e intensità alti.

Attenzione però, perché c'è di più. Se i fattori che abbiamo elencato sono in perfetto equilibrio tra loro, si può parlare di stagione Assoluta o Pura. Se invece uno dei fattori predomina, le stagioni verranno suddivise in ulteriori sottogruppi:

  • Primavera: Light, Warm, Bright;
  • Estate: Light, Cool, Soft;
  • Autunno: Deep, Warm, Soft;
  • Inverno: Deep, Cool, Bright.

Una volta identificata la stagione (e il suo sottogruppo) diventa più facile selezionare la palette di colori perfetta per il nostro make up.

Per approfondire: Come faccio a scoprire la mia armocromia: il test

Armocromia, make up e gamme di colori

Diciamolo subito: il make up richiede estrema sapienza nell'uso dei colori ed è proprio per questo che l'armocromia aiuta moltissimo. In linea generale quando andiamo a truccare il nostro viso dovremmo tenere in considerazione che a ogni stagione corrispondono precise gamme di colori. Vediamole nel dettaglio.

Colori make up per la stagione primavera

Le persone della stagione primavera hanno solitamente una pelle chiara e calda, con sfumature dorate o pesca. Il make up perfetto per chi appartiene alla Primavera Assoluta include sia colori chiari e luminosi come il pesca, il corallo, il giallo tenue che tonalità più calde come il beige dorato, il marrone chiaro e il terracotta.

Se invece la primavera è Light si può giocare con verde acqua, verde prato, violetto, turchese e bianco panna, mentre se è Warm ci si può spingere verso arancione, verde lime rosso corallo. Infine, se è Bright può contare su tutti i colori della Primavera Assoluta, più il rosa pesca e il giallo chiaro.

Colori make up per la stagione autunno

Chi corrisponde alla stagione autunno ha generalmente una pelle calda, con sottotoni dorati o pesca. Per valorizzarsi al meglio, chi appartiene all'Autunno Assoluto dovrà contare su colori caldi e ricchi come il marrone cioccolato, il ruggine, il bronzo e il senape.

Chi invece è Autunno Warm dovrebbe contare su tonalità terrose e avvolgenti come il terracotta, il bordeaux e il bronzo. Più pigmentate le tonalità per l'Autunno Deep: spazio a marrone scuro, verde petrolio e vinaccia. Infine, l'Autunno Soft può giocare su nuance più tenui: caramello, rosa salmone e azzurro polvere.

Colori make up per la stagione estate

Le persone della stagione estate hanno generalmente una pelle chiara e fredda, con sfumature che vanno dal rosa a blu. Se si tratta di Estate Assoluta, dovrebbero optare per un make up che includa colori come azzurro cielo, verde smeraldo, bianco spento e rosa freddo.

L'Estate Light invece risplende se nel make up vengono usati colori pastello: giallo chiaro, verde acqua, grigio chiaro, rosa Barbie e lavanda. Se invece la nostra Estate è Cool ci si può spostare verso il rosa antico, il lilla, e il beige. Infine, per l'estate Soft si possono usare toni più smorzati come il malva, l'indaco, il tortora scuro o il kaki.

Colori make up per la stagione inverno

Infine, chi appartiene alla stagione inverno può trovare qualche difficoltà in più, perché la pelle può essere sia chiara che medio-scura e i sottotoni, seppur sempre freddi, possono andare dal blu al viola, passando anche per il rosa.

In linea generale per il make up dell'inverno Assoluto si scelgono tonalità più intense come il rosso fuoco, il blu elettrico, il fucsia e il viola intenso e si gioca molto sul contrasto usando colori come il nero profondo, il verde smeraldo e il grigio antracite.

L'inverno Deep viene invece esaltato dal make up che comprende colori come blu notte, verde petrolio, ardesia e melanzana, mentre per l'inverno Cool risalta con i colori malva, tortora, blu intenso e cacao. Infine, il make up dell'inverno Bright può puntare su grigio, violetto, menta, champagne e mocha.

Perché l'analisi dei colori ci aiuta a sembrare più giovani?

L'analisi del mix pelleocchicapelli permette di scegliere una palette di tonalità in grado di esaltare il colore naturale del viso, passaggio fondamentale per avere una carnagione ancor più luminosa e uno sguardo valorizzato. D'altronde, lo scopo della combinazione di colori è quello di far emergere la bellezza in ognuna di noi, non secondo la moda del momento o i canoni imposti dalla società poiché la bellezza stessa è "armonia".

L'uso della corretta palette nel make up diventa dunque un modo per corroborare ed esprimere la personalità, affermare unicità e carattere, dato che è un modo per valorizzarci in maniera naturale. In più è un "trattamento" anti età, perché usando le tonalità giuste facciamo risaltare tutti i nostri punti forti e minimizziamo le imperfezioni, segni del tempo inclusi.

Armocromia e il make-up per ringiovanire il viso

Andando ancor più nel dettaglio e concentrandoci sull'effetto ringiovanente, l'armocromia lavora sull'associazione oggettiva dei colori per conferire al nostro viso una luminosità e una freschezza che potremmo aver perso per via dell'incedere del tempo. Abbinando le corrette sfumature della nostra palette a quelle naturali del nostro incarnato possiamo ottenere delle variazioni estetiche visibili.

Attraverso un uso consapevole dei colori, inoltre, è possibile correggere le discromie cutanee, illuminare l'incarnato, ma anche dare il giusto risalto allo sguardo e al sorriso, nascondendo i segni del tempo o distogliendo da loro l'attenzione. Non a caso, lo studio dell'armocromia è considerato dagli esperti del settore la maniera corretta per analizzare le possibili combinazioni di colori che possono o non possono armonizzarsi tra loro, per valorizzare al meglio il nostro viso. 

Per approfondire: Visual weight: come truccare il volto seguendo le sue caratteristiche

Armocromia e make-up per sembrare più giovani

E non è tutto qui: come ribadisce anche uno studio dell'Italian Image Institute, l'analisi cromatica stagionale esamina tono e sottotono della nostra pelle tenendo in considerazione il suo valore chiaro/scuro e la sua temperatura calda/fredda. 

L'esame di questi valori aiuta a comprendere tutte le caratteristiche estetiche della pelle, anche se sta invecchiando. Ma non solo. Se iniziamo a ravvisare i primi segni del tempo, l'armocromia ci aiuta a ottenere l'equilibrio perfetto nel make up, mediante:

  • Lo studio dei nostri colori naturali;
  • L'esaltazione dei punti forti del nostro viso;
  • L'uso di tonalità che valorizzino e ringiovaniscano il nostro aspetto.

Lo studio dei colori e del loro effetto si muove attraverso una comparazione con la nostra carnagione, con il colore degli occhi e con quello capelli. Una volta individuate le tonalità giuste, si procede con l'analisi del viso nel suo complesso, andando a considerare quali sono le aree toniche e quali sono quelle più segnate dal tempo.

A questo punto, grazie all'armocromia si potrà giocare con effetti di concordanza o di contrasto che ci aiuteranno a sembrare più luminose e toniche.

CONDIVIDI: