Capelli

Sono questi i colori per sembrare più giovani secondo l'armocromia capelli

Sono questi i colori per sembrare più giovani secondo l'armocromia capelli
Ultima modifica 26.03.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Armocromia capelli, un alleato per sembrare più giovani
  2. Cos’è l’armocromia?
  3. Le regole base dell'armocromia applicata ai capelli
  4. Il sottotono della pelle: come individuarlo
  5. Le stagioni dell’armocromia
  6. I colori per ogni stagione
  7. Armocromia capelli biondi
  8. Armocromia capelli castani
  9. Il rosso e il nero nell’armocromia capelli
  10. I tagli per ringiovanire il viso

Armocromia capelli, un alleato per sembrare più giovani

Quando si tratta di attenuare i segni del tempo e di rallentarne il decorso vale tutto. E se c'è una cosa che aiuta davvero a regalare qualche anno di meno, questa è la cura della nostra chioma. Tagli e acconciature, infatti, giocano un ruolo fondamentale se si vuole sembrare più giovani, così come l'armocromia capelli.

L'armocromia, infatti, è una tipologia di analisi che ci aiuta a valorizzare al meglio i nostri colori naturali e ad enfatizzare i nostri punti di forza: optando per un colore ad hoc l'effetto ringiovanimento è garantito. Prima di capire come sfruttare l'armocromia capelli, però, non dimenticatevi di seguire il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere aggiornate su tutte le novità di bellezza e benessere!

Cos’è l’armocromia?

Ma che cos'è davvero l'armocromia? Per capirlo dobbiamo fare un piccolo passo indietro, tornando negli anni Ottanta. Proprio in quegli anni la consulente di immagine e stilista statunitense Carole Jackson ha scritto un libro chiamato Color Me Beautiful, che spiega tutti i segreti di un sistema per individuare i colori che meglio si adattano alle caratteristiche individuali delle persone, basandosi sul colore della pelle, degli occhi e dei capelli.

Questo sistema, l'armocromia appunto, parte dal presupposto ogni individuo ha una palette di colori che gli si addice meglio. La palette viene individuata grazie a un mix di analisi delle caratteristiche fisiche e di test del colore e, una volta letta e interpretata, deve essere sfruttata, applicando tutte le cromie per garantire un effetto fresco e luminoso.

Chiaramente ciò vale anche per i capelli: una volta trovate le tonalità più adatte a noi dovremmo focalizzarci su quelle, senza cedere alle mode del momento. Perché no, una nuance non vale l'altra.

Per approfondire: Tinte per Capelli Migliori: guida alla scelta e consigli per l’uso

Le regole base dell'armocromia applicata ai capelli

Partiamo quindi col dire che, quando si parla di armocromia capelli, ci sono delle vere e proprie regole da seguire.

Primo step è quello di analizzare la tonalità della pelle. Un passo utile a capire quali colori possano abbinarsi alla perfezione alla cute senza che si generino contrasti o effetti innaturali e poco gradevoli. La domanda da porsi, quindi, è una: a quale stagione si appartiene?

Per scoprirlo ci si avvale di un test armocromatico che richiede tempo e una buona tecnica. Un test che consiste nell'osservazione della pelle, le sue sfumature, il colore delle vene, quello degli occhi e perfino la base dei capelli.

Il sottotono della pelle: come individuarlo

Ognuno di questi elementi deve essere analizzato per capire se si ha una tonalità "calda, ovvero che presenta tracce di rosso, oro o rame, oppure fredda, in cui sono presenti il blu, il verde, il nero o il grigio.

Una volta identificata la tonalità, si va ad accostare al volto un tessuto "caldo" per esempio dorato, o "freddo" come l'argento. L'oro tende a far brillare le carnagioni calde mentre impallidisce e opacizza quelle fredde. Al contrario, invece, l'argento spegne le pelli calde, ma illumina e rende radiose quelle fredde. Uno step che va a definire il proprio sottotono e che apre la strada ad altri tre fattori da valutare:

  • Il proprio valore, ovvero quanto il proprio complesso cromatico si avvicina al chiaro o allo scuro;
  • Il contrasto, che si identifica accostando occhi, capelli e cute;
  • La brillantezza, ovvero il grado di brillantezza dei propri colori naturali.

Una volta individuato il sottotono freddo o caldo della propria pelle e queste ulteriori caratteristiche, ecco che si ritorna alla domanda iniziale: capire a quale stagione si appartiene.

Le stagioni dell’armocromia

Scegliere il colore che meglio si addice alla propria stagione di appartenenza, infatti, è fondamentale per valorizzare la chioma e l'incarnato, garantendosi un aspetto più giovane e fresco.

Nell'armocromia esistono 4 stagioni diverse: inverno, primavera, estate e autunno, ognuna con le proprie caratteristiche cromatiche e sfumature:

  • All'inverno appartengono i sottotoni freddi, con un'intensità di colori alta e un valore cromatico tendenzialmente scuro.  I capelli delle donne inverno sono scuri mentre la pelle è lattiginosa, quasi lunare.
  • La primavera include incarnati dal sottotono caldo, con intensità alta e valore chiaro. In questa stagione rientrano coloro che hanno la pelle luminosa, la chioma bionda simile al miele e gli occhi chiari.
  • Nel gruppo dell'estate rientrano coloro che hanno un sottotono freddo, con un valore cromatico chiaro e di bassa intensità. Una stagione che include cromie chiare, sia nella carnagione che nei capelli. Ma anche dei castani di tonalità media e occhi chiari o nocciola.
  • Infine, nella stagione autunnale, a spiccare è il sottotono caldo con intensità bassa e valore cromatico scuro. Una categoria che include le pelli ambrate e le capigliature more e rosse. Ma anche le chiome biondo miele e dorate con occhi castani e nocciola.
Per approfondire: Trattamenti anti age per capelli

I colori per ogni stagione

Ed eccoci entrare nel vivo dell'haircromia, arrivando a dare una risposta alla domanda che tutti ci stiamo facendo: quali sono i colori che fanno sembrare più giovani?

Tutto sta nel saper assecondare la propria stagione di appartenenza, sfruttando a pieno l'armocromia capelli e le indicazioni che vi vengono fornite.

 

Armocromia capelli biondi

I capelli biondi, come detto, sono diffusissimi tra le donne primavera/estate.

Per l'estate, le nuance da preferire sono quelle che passano dal biondo molto chiaro (compreso il platino) a quello perlato, ma anche ai biondi dalle sfumature sabbia o dorate. Così come le nuance più particolari come il lilla o il rosa.

Per la primavera invece sono ottime le sfumature calde, come quelle dei biondi chiarissimi o vaniglia, dello champagne e fino al miele o al grano. Ma si può osare anche con colori come il rosso, non adatto alle capigliature delle donne estate.

Armocromia capelli castani

Se il vostro incarnato rientra nelle stagioni dell'inverno o dell'autunno i colori su cui virare sono quelli castani. Freddi, profondi e molto scuri per la donna inverno, con sfumature dorate e tendenti al cioccolato o al colore delle castagne per le donne autunno.

Per queste ultime, poi, benissimo anche le sfumature mogano o rosse/ramate.

Il rosso e il nero nell’armocromia capelli

Le nuance rosse sono le più difficili da portare ma grazie all'armocromia tutto diventa fattibile. In caso di carnagioni chiare e calde le sfumature su cui puntare sono quelle aranciate, fragola, i rossi cannella e spaziati. Se si hanno colori freddi, invece, meglio optare per cromie che virano al mirtillo, al vin brulè o ai rossi più profondi.

E per il nero? L'unica stagione che lo regge davvero bene è l'inverno, anche se arricchito con sfumature blu o violacee.

I tagli per ringiovanire il viso

Parlando di armocromia e di capelli, poi, non si può non parlare anche di tagli e di tutte quelle acconciature che aiutano a far apparire più giovani.

Una parte integrante della chioma che, insieme al colore giusto, è in grado di valorizzare ed enfatizzare i punti di forza del nostro viso.

Tra i tagli che maggiormente donano un aspetto più giovane a chi li porta ci sono:

  • I tagli corti, come il pixie cut o il bixie, che alleggeriscono i tratti del viso e regalano dinamicità alla chioma;
  • I caschetti, in versione classica o rivisitata, fino a virare ai bob, long bob o wob;
  • La frangia, di qualsiasi lunghezza e forma, piena o sfilata. Un dettaglio che ringiovanisce il viso e che dona carattere al proprio look.

Ovviamente optando sempre per un taglio che si adatti alla forma e ai lineamenti del volto, chiedendo aiuto e consiglio al vostro parrucchiere di fiducia. E optando per un'acconciatura che vi permetta di sfruttare al meglio il nuovo colore dei vostri capelli e le nuove conoscenze acquisite grazie all'utilizzo dell'armocromia.

CONDIVIDI: