Acido glicolico, a cosa serve: proprietà, benefici e caratteristiche

Acido glicolico, a cosa serve: proprietà, benefici e caratteristiche
Ultima modifica 02.02.2024
INDICE
  1. Acido glicolico: a cosa serve?
  2. Acido glicolico: cos’è?
  3. A cosa serve l’acido glicolico?
  4. Come si usa?
  5. Quante volte a settimana usare l’acido glicolico?
  6. Quando non usare l’acido glicolico?

Acido glicolico: a cosa serve?

Sempre più spesso si sente parlare delle proprietà dell'acido glicolico all'interno della routine di bellezza. È un principio usato nei cosmetici per via della sua azione esfoliante efficace ed efficiente, capace non solo di rendere la pelle più liscia, ma anche di trattare le macchie scure, le discromie, le rughe di superficie e, in alcuni casi, l'acne.

All'apparenza si tratta di un prodotto davvero strepitoso che potrebbe giocare un ruolo importante nella routine di skincare di tantissime donne e uomini. Per sapere se fa davvero al caso tuo, però, ti consigliamo di scoprire tutto quello che c'è da sapere: quando usarlo, quando non usarlo e, soprattutto, come impiegarlo in modo efficace. In più, un piccolo extra: ti ricordiamo di seguire il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere aggiornata su tutte le novità.

 

Acido glicolico: cos’è?

L'acido idrossiacetico, più conosciuto come acido glicolico, è scientificamente parlando un alfa-idroassiacido reperibile nella frutta, e di cui rappresenta il più piccolo esponente all'interno della struttura chimica di questi celebri acidi.

La molecola dell'acido glicolico ha proprietà esfolianti e schiarenti, le quali vengono sfruttate sia in ambito cosmetico che in quello dermatologico.

L'acido glicolico che trovi all'interno dei prodotti di bellezza è spesso ricavato da fonti naturali come la frutta, la barbabietola da zucchero o la canna da zucchero. In alcuni casi può essere sintetizzato in laboratorio.

Gli acidi della frutta come quello glicolico sono capaci di ridurre il legame coesivo che tiene uniti i corneociti degli strati superficiali della pelle, permettendo così una migliore esfoliazione superficiale della pelle. Come forse già sai, esfoliare la pelle significa non solo avere un aspetto più levigato e luminoso, ma questi benefici sono la diretta conseguenza di un aumento della velocità di ricambio cellulare.

Quando il rinnovo cellulare si velocizza, attraverso un processo chimico che coinvolge i fibroblasti, la pelle tende a sviluppare naturalmente più collagene, più elastina e altre molecole che favoriscono il trattamento delle rughe superficiali e ritardano gli effetti visibili dell'invecchiamento cutaneo.

A cosa serve l’acido glicolico?

L'acido glicolico svolge inoltre una funzione molto importante nel trattamento di alcuni problemi dermatologici, come per esempio la dermatite seborroica, la psoriasi e la cheratosi.

La differenza tra le creme all'acido glicolico a uso cosmetico e quelle a uso dermatologico sta nella quantità di molecola contenuta nei prodotti. Secondo alcune ricerche emergenti, inoltre, l'acido glicolico sarebbe perfino in grado di proteggere la pelle dai danni dei raggi UV, oltre ad attenuare quelli già presenti sulla pelle. Ulteriori studi, in futuro, proveranno la veridicità di questo nuovo e potenziale beneficio.

Quando viene utilizzato dalla medicina estetica, l'acido glicolico può trattare problemi derivanti dall'invecchiamento cutaneo, dalle lentiggini, dai melasmi, dai lentigo senili, dalle rughe superficiali e dalle smagliature. Questi problemi vengono trattati con l'uso di creme professionali a base di acido glicolico, le quali vengono somministrate o prescritte dai medici.

Per approfondire: Cosa sono gli esfolianti?

Come si usa?

Una concentrazione intorno al 10-15% di acido glicolico all'interno dei prodotti cosmetici aiuta l'idratazione e favorisce l'azione esfoliante e schiarente che vogliamo ottenere da questo prodotto.

L'acido glicolico svolge un'importante funzione nel trattamento delle pelli mature, nelle macchie e nelle cicatrici. È ottimo anche per ridurre le impurità di una pelle acneica per riequilibrare la pelle secca e grassa.

Spesso l'acido glicolico, insieme ad altri prodotti, viene impiegato nella preparazione di peeling chimici da utilizzarsi non solo in ambito cosmetico, ma anche in ambito dermatologico.

L'acido glicolico, sottoforma di crema, siero o prodotto cosmetico, va applicato su pelle detersa e asciugata. Si massaggia delicatamente sul derma per favorire il completo assorbimento prima di procedere alla fase successiva della routine di bellezza.

I risultati si vedono con il tempo e la costanza di applicazione: la pelle apparirà non solo più idratata, ma anche levigata, liscia e dal colorito omogeneo, oltre che naturalmente più luminosa.

Per approfondire: Cos'è e come funziona una crema all'acido glicolico?

Quante volte a settimana usare l’acido glicolico?

L'acido glicolico, presente in quantità ridotte nei prodotti acquistabili presso i negozi di cosmesi, possono essere utilizzati su base quotidiana all'interno della propria routine di bellezza della pelle.

Per quanto riguarda i trattamenti estetici professionali, è sempre meglio lasciar passare del tempo tra un trattamento e l'altro. Sarà il professionista a indicarti ogni quanto ripetere l'eventuale trattamento all'acido glicolico in base non solo al tipo di trattamento, ma anche al tipo di pelle che hai e hai problemi che stai cercando di trattare.

Quando non usare l’acido glicolico?

L'acido glicolico, come abbiamo visto, presenta una grande quantità di benefici. Assieme ad essi, però, è importante conoscere e riconoscere anche le potenziali controindicazioni. Ad esempio, l'effetto schiarente ed esfoliante potrebbe rivelarsi troppo aggressivo per alcune pelli sensibili o allergiche.

Prima di applicare una crema all'acido glicolico, infatti, è importante provarla su una piccola porzione di derma, e fare attenzione all'insorgere di eventuali bruciori o pizzicori.