Skincare

Acido cogico: cos'è e a cosa serve? Quali sono i benefici per la pelle?

Acido cogico: cos'è e a cosa serve? Quali sono i benefici per la pelle?
Ultima modifica 24.05.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Acido cogico: cosa è e a cosa serve questo schiarente naturale?
  2. Cos’è l’acido cogico?
  3. A cosa serve l'acido cogico?
  4. Come si usa l’acido cogico?
  5. Quanto spesso applicare l’acido cogico?
  6. A chi non è consigliato?

Acido cogico: cosa è e a cosa serve questo schiarente naturale?

L'acido cogico, anche scritto acido kojico, è un acido organico che viene utilizzato sempre più spesso come ingrediente fondamentale dei più recenti cosmetici anti-macchia, ovvero a effetto depigmentante.

In questo articolo esploriamo benefici, indicazioni e caratteristiche dell'acido cogico, così da invitare le lettrici a capire se è un ingrediente che può fare al caso loro, e dunque da ricercare nei prodotti. Prima, però, vi ricordiamo di seguire il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere aggiornate su tutte le novità su benessere, bellezza e salute.

Cos’è l’acido cogico?

L'acido cogico è una sostanza particolarmente nota nella cosmeceutica per la sua grande capacità depigmentante o schiarente che dir si voglia. Viene largamente adoperato nelle creme e nei gel per conferire loro un effetto anti-macchia.

Questo ingrediente è un inibitore della melanogenesi: questo significa che ha una funzione specifica che agisce sul processo metabolico che regola la produzione della melanina.

Fino a qualche anno fa, questo ingrediente veniva estratto dalla crusca del riso. Oggi, invece, l'acido viene estratto per via biotecnologica dal metabolismo dei funghi del genere Aspergillus, come Aspergillus flavus e Apergillus oryzae. Non ci siamo allontanati troppo dalla fonte: questo fungo, infatti, è uno dei protagonisti della fermentazione del riso per la produzione di sakè e salsa di soia.

Nel paper scientifico "Kojic acid applications in cosmetic and pharmaceutical preparations" viene spiegato che le macchie cutanee sono generate da vari fattori, come per esempio:

L'acido cogico è un metabolita naturale che ha la capacità di inibire la tirosinasi, ovvero un enzima fondamentale nella produzione di melanina.

A cosa serve l'acido cogico?

Questo ingrediente naturale, come abbiamo già detto, è considerato uno schiarente naturale di gran lunga meno aggressivo rispetto ad altri prodotti sul mercato, come per esempio l'idrochinone solitamente reperibile nelle creme schiarenti.

Tra i benefici troviamo anche:

  • Un'azione antiossidante, pensata per rallentare gli effetti visibili del tempo sulla pelle. Come le rughe o, appunto, le macchie.
  • Un'azione antibatterica, ideale per contrastare o comunque trattare l'acne. A tal proposito, quando si ha una pelle acneica, è sempre importante consultare un dermatologo prima di scegliere un nuovo prodotto da applicare sulla pelle.
  • Un'azione antifungina, ideale per il trattamento di infezioni della pelle da lieviti, tigna, candidosi o piede d'atleta.
  • In combinazione con gli esfolianti, questo ingrediente permette di creare una sinergia efficace per l'eliminazione delle cellule cornee di superficie, molto ricche di melanina e solitamente responsabile di macchie scure.

Inoltre, in accordo con il proprio medico curante e il proprio dermatologo, l'acido cogico può essere l'ingrediente che stai cercando se sei alla ricerca di prodotti pensati per contrastare le discromie cutanee, come per esempio lentiggini, lentigo senili, occhiaie, disordini da iperpigmentazione, melasma, cloasma e altre macchie da gravidanza.

Per approfondire: Pelle del viso senza macchie: come avere una pelle luminosa senza discromie

Come si usa l’acido cogico?

Naturalmente l'acido cogico nella cosmetica è a uso topico, e dunque dev'essere spalmato sulla pelle che presenta discromie o problemi specifici, ma comunque integra.

Viene spesso formulato in crema, gel siero o lozione in concentrazioni basse, dallo 0,2 all'1%, così da evitare i possibili effetti collaterali.

  • Usa l'acido cogico solo sulle aree coperte da macchie, specie se il prodotto che hai acquistato presenta concentrazioni molto elevate;
  • Applicalo su una pelle pulita e detersa;
  • Massaggia il prodotto fino a completo assorbimento;
  • L'acido cogico in fiale può essere addizionato alla normale crema idratante che utilizziamo ogni giorno, anche due volte al giorno, così da combinare i benefici di base di entrambe le formulazioni con una singola passata.
  • Se dopo l'applicazione si esce all'aria aperta, è fondamentale applicare anche la crema solare, possibilmente SPF 50.
  • Interrompi il trattamento se noti alcuni effetti collaterali come quelli che vedremo più avanti.
Per approfondire: Macchie sulla Pelle in Gravidanza

Quanto spesso applicare l’acido cogico?

La frequenza di applicazione varia in base al tipo di problema da trattare, ma anche al tipo di pelle. Il suo effetto schiarente e la sua composizione naturale lo rendono molto biocompatibile, ma è importante sapere che le pelli più sensibili potrebbero beneficiare di applicazioni meno frequenti.

Per chi ha una pelle normale, l'acido cogico può essere applicato anche due volte al giorno, mattino e sera, direttamente sulle macchie.

A chi non è consigliato?

I trattamenti all'acido cogico sono estremamente efficaci, ma dopo qualche tempo possono dare effetti collaterali come allergia, sensibilizzazione della pelle, dermatite e prurito. In questi casi, è importante interrompere l'applicazione o sospendere il trattamento.

Se sperimenti uno di questi effetti collaterali, rivolgiti immediatamente al tuo dermatologo e valuta la possibilità di provare altri ingredienti o altre strategie per attenuare le discromie, ma solo sotto la sua guida. Le pelli più sensibili, infatti, possono manifestare effetti come quelli elencati già dopo qualche applicazione.

CONDIVIDI: