Beauty wellness

Smagliature: prevenzione e trattamenti per combatterla

Smagliature: prevenzione e trattamenti per combatterla
Ultima modifica 18.04.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Smagliature: cosa sono
  2. Le 3 fasi delle smagliature
  3. La prevenzione
  4. Biodermogenesi® e smagliature

Smagliature: cosa sono

Le smagliature rappresentano un disturbo diffusissimo a tutte le età. Si stima addirittura che siano presenti in circa otto donne su dieci. È la patologia cutanea più diffusa al mondo, che colpisce miliardi di persone indipendentemente da sesso, etnia e fototipo cutaneo. In alcuni casi queste "striature" della pelle sono poche e non invasive a livello estetico. Ci sono casi, invece, in cui le smagliature diventano un problema importante.


Si tratta di lesioni cutanee assimilabili alle cicatrici. Morfologicamente hanno forma lineare ed allungata e possono variare di colore, dimensione e profondità. Ho chiesto la consulenza del professor Maurizio Busoni, Ricercatore, Docente presso il Master di Medicina Estetica dell'Università di Camerino e dell'Università di Barcellona e ideatore di Biodermogenesi®, una metodica che permette di migliorare sensibilmente l'aspetto estetico della smagliatura, di cui ne soffre tutto il mondo ormai.

Se fino a poche decine di anni fa, infatti, sembrava che la popolazione asiatica dei Paesi affacciati sul Pacifico fosse meno soggetta a tale alterazione, oggi sappiamo che questa differenza non è più significativa. Molti ricercatori ritengono che la smagliatura sia anche la conseguenza del cibo spazzatura e del cibo industrializzato che sta sostituendo progressivamente l'alimentazione naturale. I paesi asiatici sembrano confermare questa ipotesi in quanto la progressione dell'incidenza delle smagliature è avvenuta in parallelo con il cambio dell'alimentazione.

Le 3 fasi delle smagliature

La smagliatura attraversa tre fasi distinte:

  1. Infiammatoria: le smagliature si presentano con un colorito tendente al rosso intenso e rilevate. Possono dare una sensazione di prurito. Queste strie sono definite "striae rubrae" per via del loro colore dovuto all'aumentato afflusso sanguigno conseguenza dello stato infiammatorio.
  2. Cicatriziale iniziale: la smagliatura è caratterizzata da un'area di atrofia, ovvero di svuotamento della stria, che inizia nella sua parte centrale e che progressivamente si estende verso le estremità. Il colore della lesione schiarisce sino a divenire rosa pallido.
  3. Cicatriziale definitiva: le smagliature hanno terminato la loro trasformazione, si presentano svuotate, ricoperte da un sottile strato di epidermide e da uno strato corneo eccessivo che ne impedisce la corretta traspirazione. Le smagliature non si abbronzano. Si presentano molto chiare e madreperlacee.

La prevenzione

Non ci sono prove scientifiche che dimostrino cure o metodiche efficaci per prevenire le smagliature. È bene sapere, però, che la cura della pelle dall'interno e dall'esterno è utile anche nelle smagliature. Sana alimentazione variata e completa con cibi preferibilmente naturali, evitando quelli processati e ultra-processati. Dieta ricca di frutta e verdura, con il corretto apporto di vitamine e sali minerali è indispensabili per la pelle. E poi cercare di mantenere il giusto peso corporeo. Non per ultima l'idratazione, sia dall'interno che dall'esterno. Bere regolarmente acqua e idratare la pelle con massaggi con creme e oli idratanti e nutrienti che contribuiscono a mantenere l'elasticità della pelle e possono essere utili nel contrastare la formazione più grave di smagliature. Si tratta di aiuti, non di soluzioni certe. La cura della pelle, però, in particolare dell'addome e del seno durante la gravidanza è importantissima, quando il corpo vive un cambiamento importante.

 

Per approfondire: Come togliere le Smagliature? Trattamento, cosmetici e rimedi

Biodermogenesi® e smagliature

Una metodica che agisce favorendo la rigenerazione cutanea, erogando tre tipi di stimolazioni: vacuum, campi elettromagnetici ed una leggerissima stimolazione elettrica. La loro azione sinergica permette di ottenere una riorganizzazione della pelle lesionata formando nuovo collagene di tipo III (quello tipico della pelle dei bambini), nuove fibre elastiche e favorendo la produzione di nuove cellule. Tutto questo avviene con la formazione di nuovi capillari e rimodulando correttamente la membrana basale. Pertanto, la smagliatura si riempie e torna ad essere elastica come la pelle circostante e si abbronza normalmente con l'esposizione solare.
I risultati sono stati documentati negli anni da studi clinici su oltre mille pazienti eseguiti con la collaborazione delle Università di Pisa, Chieti-Pescara, Verona e Barcellona, corredati da decine di biopsie ed ecografie e pubblicati su prestigiose riviste scientifiche internazionali.
Una metodica sempre in evoluzione. Una nuova generazione di apparecchi medicali oggi permette di ottenere risultati migliori più velocemente e, soprattutto, ne ha ampliato i campi di applicazione. Se con la prima generazione di apparecchi per curare una smagliatura occorrevano venti sedute con una frequenza di due o tre volte a settimana, adesso ne occorrono tra sei e dieci e possono essere effettuate una o due volte a settimana. Notevole efficacia è stata riscontrata anche nella terapia anti-aging e nella cura delle cicatrici.

Cosa sapere

  • Non vi sono particolari controindicazioni. In ogni caso il protocollo prevede che il medico esegua una visita diagnostica preliminare nel corso della quale si elencano al paziente i casi in cui non si può eseguire la terapia, ad esempio su pazienti epilettici o portatori di pace-maker, ed i casi in cui si differisce di alcuni mesi, quali ad esempio gravidanza ed allattamento.
  • Il paziente che si sottopone al trattamento non ha alcuna limitazione nei propri stili di vita: un minuto dopo la seduta potrà fare tutto quello che faceva un minuto prima della terapia senza alcun problema. Le sedute si possono effettuare durante tutto l'anno, anche in estate, e permettono di esporsi al sole anche immediatamente dopo la terapia senza alcun rischio, ma anzi, vedendo le strie abbronzarsi.
  • Il trattamento non è assolutamente doloroso, anzi è piacevole e rilassante.

 

CONDIVIDI:

Autore

Angelica Amodei

Angelica Amodei

Beauty Trainer
Angelica Amodei (Roma, 1976) è una giornalista, scrittrice e autrice televisiva. Per diversi anni è stata caporedattrice del mensile "Più Sani Più Belli". Ha lavorato come autrice per il canale televisivo Alice tv. Si occupa del programma "La salute vien mangiando" ed ha scritto e preso parte a 40 puntate di "In Gran Forma", trasmissione di salute, alimentazione e bellezza. Ha partecipato a diversi programmi Rai e Mediaset. E' autrice dei libri Sorsi di Benessere (2020), Altri sorsi di Benessere (2020) e La salute nel bicchiere (2023).