Wellness: Significato, Storia ed Economia

Wellness: Significato, Storia ed Economia
Ultima modifica 11.01.2021
INDICE
  1. Generalità
  2. Etimologia e Cenni Storici
  3. Fattori Costituenti
  4. Importanza Economia
  5. Wellness Aziendale
  6. Criticità

Generalità

Il termine wellness potrebbe essere tradotto letteralmente come:

"stato psico-fisico di piena salute, al quale si aggiunge un benessere globale, che nel complesso denotano un'elevata qualità della vita".

wellness Shutterstock

Il wellness condivide le stesse radici dei movimenti socio-culturali della medicina alternativa americana ed europea del XIX secolo (ad es. New Thought, Christian Science e Lebensreform), finalizzati ad ottimizzare lo stato di salute generale nell'interezza della persona.

Nota: il termine wellness è spesso usato impropriamente da varie correnti di pensiero pseudoscientifiche nel tentativo di dimostrare l'efficacia dei propri mezzi e metodi.

Per approfondire: Fitness: Cos'è e a Chi è Indicato

Etimologia e Cenni Storici

Il termine wellness è stato in parte ispirato dal preambolo della "Organizzazione Mondiale della Sanità" (OMS), composto nel 1948, che diceva:

"La salute è uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale e non semplicemente l'assenza di malattia o infermità". [Zimmer, Ben (2010-04-16). "Wellness". The New York Times.].

Inizialmente diffuso negli Stati Uniti da Halbert L. Dunn (anni '50), veniva definito come "un metodo di funzionamento integrato, è orientato a massimizzare il potenziale di cui l'individuo è capace".

Il sostantivo fu poi adottato a metà degli anni '70 da John Travis, che aprì un "Wellness Resource Center" (medicina alternativa) a Mill Valley, in California, come parte della cultura edonistica della californiana settentrionale.

Il concetto di Travis venne reso ancor più popolare da Robert Rodale, attraverso la rivista "Prevention Magazine", da Bill Hetler, un medico dell'Università del "Wisconsin-Stevens Point" – che organizzò una conferenza accademica annuale sul wellness – e da Tom Dickey, che istituì la Berkeley Wellness Letter negli anni '80.

Il termine venne accettato come uso standard negli anni '90.

Fattori Costituenti

Da cosa è composto il wellness?

La "US Substance Abuse and Mental Health Services Administration" (SAMHSA – branca del U.S. Department of Health and Human Services) utilizza spesso il concetto di wellness, definendolo come il costrutto di otto aspetti ben distinti:

  • Emotivo;
  • Ambientale;
  • Finanziario;
  • Intellettuale;
  • Occupazionale;
  • Fisico;
  • Sociale;
  • Spirituale.

Far corrispondere la traduzione di wellness semplicemente a "benessere" è dunque abbastanza riduttivo.

["The Eight Dimensions of Wellness". Substance Abuse and Mental Health Services Administration (SAMHSA). 2016.].

Importanza Economia

Wellness e consumo

Negli ultimi decenni, le varie fonti mediatiche hanno iniziato a dedicare più spazio a "health and wellness themes", dei quali prodotti e servizi risultano particolarmente diffusi negli USA.

Paradossalmente, la stessa fascia di consumatori è anche una delle più colpite dalle malattie croniche come il diabete, il cancro e l'obesità.

Recentemente, produttori di articoli per il wellness, ricercatori industriali e medici hanno osservato che esistono specifiche chiavi collegate alla spesa economica dei consumatori statunitensi nel campo del wellness; le principali sono:

Approfondiamo alcuni di questi punti.

Alimentazione sana e nutrizione

Nell'economia del wellness, un'alimentazione e una nutrizione salutari contribuiscono in gran parte ai principali motori della spesa americana per il wellness.

Sempre più occidentali si muovono verso un'alimentazione sana, che consiste nella presenza di cereali integrali, coltivati ​​naturalmente, legumi, frutta, verdura ed erbe.

Allo stesso tempo, un minor numero di occidentali consuma formaggi grassi, prodotti a base di cereali raffinati e fast food, optando per alimenti biologici.

Secondo "Statista", in America le vendite totali di alimenti biologici e prodotti dietetici nel 2018 si sono attestate a 47,86 miliardi di dollari, segnalando un aumento della spesa per il wellness.

Controllo del peso e medicina preventiva

Secondo il "Boston Medical Center", gli americani spendono fino a 33 miliardi di dollari all'anno in soluzioni per la perdita di peso, con almeno 45 milioni – nello stesso paese – nelle terapie dietetiche dovute alla preoccupazione per il proprio peso.

Se da un lato si osserva una grande percentuale di americani è in sovrappeso od obesa, dall'altro è evidente che siano principalmente le persone ricche e benestanti ad impegnarsi maggiormente dal punto di vista finanziario nella la gestione del peso e nella prevenzione.

L'organizzazione di ricerca "MarketData" ha monitorato la spesa media americana sulla perdita di peso e sui regimi di medicina preventiva arrivando a un'incredibile cifra di $ 33 miliardi mossi solo nel 2018.

Fitness, mente e corpo

Il numero crescente di pazienti affetti dalle malattie croniche dovute a uno stile di vita errato ha dato luogo ad una vera e propria rivoluzione nell'ambito della salute e del fitness che, secondo le stime del "International Health, Racquet & Sports Club Association" (IHRSA) vale oltre 30 miliardi di dollari.

In combinazione a tale aumento della spesa per una dieta sana, la nuova tendenza fornisce informazioni utili sul motivo per cui più americani sono interessati ad attività come lo yoga, l'attività motoria all'aperto e l'abbonamento ai centri fitness.

La proliferazione delle palestre a basso costo ed aziendali sembra promuovere ulteriormente la spesa del paese per il wellness.

Fattore generazionale (millennial)

Stili di vita sano e fitness sono importanti per le ultime generazioni almeno quanto lo erano per i "millennial" di alcuni anni fa (nati tra gli anni '80 e la metà degli anni '90), a causa di una vera e propria proiezione sociale.

Il "Center for Generational Kinetics" afferma la maggior parte dei "millennial" americani non solo spende i propri soldi per il wellness, ma anche quelli dei genitori, segnalando un importante focus su questo mercato.

A parte i prodotti per il wellness di nicchia, riferiti a cibo e bevande, che attirano la spesa dei Millennial americani, altri prodotti di natura tecnologica come gadget sanitari indossabili, app in streaming e attrezzature per il fitness domestico stanno progressivamente affermandosi sul mercato.

Tecnologia e modernità

Molti americani interessati all'acquisto mirato di prodotti e servizi per il benessere considerano la tecnologia un fattore importante, soprattutto a scopo di raccolta di dati come la frequenza cardiaca.

Aziende come "Apple", "Samsung", "FitBit" e "Garmin" hanno progettato sensori installati all'interno di dispositivi indossabili come smartphone, bracciali e orologi utili alla raccolta di dati biometrici.

In combinazione alla crescita dell'e-commerce, gli americani hanno speso più di 200 miliardi di dollari all'anno per attrezzature speciali come dispositivi indossabili, e per prodotti destinati alla nutrizione e al benessere.

I media sociali e i mainstream hanno ulteriormente integrato la spesa americana in tecnologia destinata al benessere e allo stile di vita sano, come dimostrato osservando App tipo "Peloton", che trasmettono esercizi di fitness e consigli agli utenti.

Per approfondire: Funzionalità Totale e Personal Coaching

Wellness Aziendale

Alla fine degli anni 2000 il concetto di wellness divenne di ampio utilizzo nei programmi di assistenza ai dipendenti nei luoghi di lavoro e venne incluso nel "Affordable Care Act" il finanziamento per lo sviluppo di tali programmi nelle piccole imprese.

L'uso di programmi wellness aziendale venne criticato in quanto discriminatorio per le persone con disabilità.

Inoltre, se da un lato alcune prove suggeriscono un risparmio effettivo dovuto all'investimento sul wellness dei dipendenti da parte delle aziende, dall'altro tali si basano su studi osservazionali inclini a bias di selezione.

Alcuni studi randomizzati forniscono risultati meno positivi e spesso soffrono di difetti metodologici.

[Kirkland, Anna (1 October 2014). "What Is Wellness Now?". Journal of Health Politics, Policy and Law. 39 (5): 957–970.].

Criticità

Promozione della pseudoscienza

Come abbiamo cisto, wellness è un termine dal significato molto ampio.

La sua vastità è d'altro canto spesso usata dai promotori di terapie mediche non provate.

Jennifer Gunter – ginecologa canadese-americana, una giornalista del New York Times sulla salute delle donne, un'autrice e una specialista in medicina del dolore cronico e disturbi vulvovaginali – ha criticato apertamente ciò che si potrebbe considerare la "promozione di diagnosi eccessive da parte della comunità del wellness".

La posizione degli oppositori è quindi di "scetticismo sullo status quo" ed offre varie alternative di approccio meno "distorsote".

Healthism (salutismo)

Il wellness è stato criticato per la sua maggior attenzione allo stile di vita piuttosto che, più in generale, alla prevenzione.

Petr Skrabanek – medico e professore universitario sostenitore per tutta la vita del pensiero chiaro, dello scetticismo e della valutazione critica – additò il movimento del wellness considerandolo responsabile di pressioni eccessive sugli utenti e valutandolo scarsamente sostenibile.

Altri critici identificano anche un'analogia tra wellness e "Lebensreform", suggerendo una possibile conseguenza ideologica tra il movimento wellness è la convinzione che "l'apparenza" sia "un'indicazione di salute fisica, spirituale e mentale".

La tendenza al wellness è stata poi criticata come una forma di consumismo piuttosto cospicua.

Autore

Riccardo Borgacci
Laureato in Scienze motorie e in Dietistica, esercita in libera professione attività di tipo ambulatoriale come dietista e personal trainer