Vertigini Post Allenamento: Cause

Vertigini Post Allenamento: Cause
Ultima modifica 29.04.2021
INDICE
  1. Introduzione
  2. Respirazione causa di vertigini
  3. Sforzo eccessivo
  4. Disidratazione come causa di vertigini post allenamento
  5. Livello di zuccheri durante l'allenamento
  6. Vertigini in caso di pressione bassa
  7. Conclusioni

Introduzione

Le vertigini che si manifestano nel post-allenamento di solito non sono un sintomo dell'insorgenza di qualcosa di grave. Spesso sono il risultato di una respirazione impropria, di disidratazione o di un abbassamento improvviso di pressione dovuto allo sforzo eccessivo.

 

Respirazione causa di vertigini

Durante l'allenamento, i muscoli consumano molto ossigeno. La respirazione e la frequenza cardiaca aumentano in modo che il sangue più ossigenato possa fluire nei muscoli. Se la respirazione non avviene nel modo corretto, durante o dopo l'esercizio, il cuore potrebbe non pompare abbastanza sangue ossigenato al cervello. Le vertigini possono verificarsi ogni volta che il cervello è in carenza di ossigeno.

Come trovare sollievo- Sedersi sul pavimento e fare 3 respiri profondi ed espirare lentamente. Continuare per 3-5 minuti prima di alzarsi lentamente in posizione eretta.

Come prevenirlo in futuro -Molte persone trattengono o limitano il respiro durante determinati allenamenti, come gli esercizi di base. Trovare una giusta via di mezzo tra la resistenza e il trattenere il respiro.

Sforzo eccessivo

Sebbene lo sforzo eccessivo sia comune nelle sessioni di allenamento, può accadere che spingere troppo possa far abbassare la pressione sanguigna o provocare disidratazione. Questo può causare una sensazione di torpore, stordimento o addirittura, senso di svenimento. Se si avvertono le vertigini, prendere un minuto per rinfrescarsi, riprendere fiato e rallentare il battito cardiaco. Bere quanta più acqua possibile per reidratare i muscoli esauriti. Ridurre gli allenamenti di qualche livello e poi aumentare gradualmente la loro intensità ogni settimana fino a raggiungere il livello desiderato.

Disidratazione come causa di vertigini post allenamento

La disidratazione si verifica ogni volta che durante una sessione di allenamento si perde più acqua di quella che si sta assumendo. Durante l'esecuzione degli esercizi, la temperatura corporea aumenta. Il corpo suda per rinfrescarsi. Se l'esercizio è intenso si possono perdere discreti quantitativi di acqua e sali minerali. Le vertigini, potrebbero essere accompagnate da bocca asciutta, arsura estrema e fatica.

E' fondamentale avere abbastanza acqua per tutta la durata dell'allenamento. Il fabbisogno può variare a seconda dell'intensità dell'esercizio e la durata complessiva della sessione.

 

Livello di zuccheri durante l'allenamento

Quando ci si allena, i muscoli consumano più energia del normale. Durante i primi 15 minuti di esercizio, il corpo attinge allo zucchero (glucosio) che fluttua nel flusso sanguigno e nei muscoli. Una volta esaurito questo carburante, il livello di zucchero nel sangue diminuisce. Il corpo attinge allora alle riserve, attingendo glucosio dal fegato.

Il cervello fa affidamento sul glucosio per funzionare normalmente. Quando il cervello è in carenza di glucosio, potrebbero manifestarsi le vertigini, spesso accompagnate da altri sintomi quali: sudorazione, tremolio, confusione, mal di testa, estrema fatica.

ll basso livello di zucchero nel sangue può essere facilmente risolto mangiando un piccolo spuntino, come una banana o una barretta. Per risultati più rapidi, è consigliato bere un bicchiere di succo. Il succo contiene fruttosio, una forma naturale di glucosio che il corpo assorbe in maniera molto rapida. Per evitare che i livelli di zucchero nel sangue scendano nel corso degli allenamenti, è necessario assicurarsi che il corpo abbia molte riserve di glucosio a cui attingere. Facendo spuntini con cereali integrali o proteine ​​magre circa un'ora prima dell'allenamento, si previene l'abbassamento degli zuccheri.

Vertigini in caso di pressione bassa

La pressione sanguigna è normalmente al suo livello più basso circa 30-60 minuti dopo l'esercizio. Alcune persone sperimentano un calo più rapido. Questo può accadere durante qualsiasi tipo di esercizio, ma può essere più comune dopo un allenamento intenso. Quando ci si allena, il cuore continua a pompare il sangue, in modo che i muscoli possano ottenere l'ossigeno di cui hanno bisogno. Quando si interrompe bruscamente l'allenamento, il cuore e i muscoli tornano rapidamente al loro ritmo normale. Ciò significa che il sangue ossigenato può fluire al cervello a una velocità più lenta del normale. Quando il cervello non riceve abbastanza ossigeno, si avverte un senso di stordimento.

Se ci si sente storditi o deboli, sedersi e mettere la testa tra le ginocchia. Ciò contribuirà a portare il sangue ossigenato al cervello. Non è sempre possibile prevenire l'abbassamento della pressione sanguigna. Può essere utile essere completamente idratati, poiché la disidratazione può aggravare il problema. In caso di terapia medica con farmaci per la pressione sanguigna, è utile consultare il proprio medico. 

Conclusioni

In alcuni casi, le vertigini potrebbero essere un segno di anemia da carenza di ferro o preeclampsia. Rivolgersi immediatamente a un medico se si sta riscontrando: gonfiore al viso o alle mani, ipertensione, visione offuscata ed emicranie persistenti. Il medico eseguirà alcuni test per determinare le cause dei sintomi. In caso di gravidanza non si dovrebbe verificare alcun effetto sulla routine di allenamento, il che significa che le vertigini potrebbero essere causate da una delle condizioni sopra elencate.