Urlare mentre ci si allena serve?

Urlare mentre ci si allena serve?
Ultima modifica 09.07.2023
INDICE
  1. Pro di urlare durante un allenamento
  2. Contro di urlare durante un allenamento

Capita spesso di sentire persone che mentre si allenano emettono suoni potenti, che spesso sfociano in veri e propri urli. Svolgere attività fisica con regolarità è fondamentale per mantenere uno stile di vita sano e attivo e se c'è chi lo fa in tranquillità, c'è anche chi incanala la propria energia, la concentrazione e la fatica che sta provando nella parola urlata.

Farlo rappresenta sicuramente un atto liberatorio e motivazionale e porta con sé diversi benefici da non sottovalutare. Tuttavia esistono anche alcuni aspetti negativi che è bene conoscere.

Pro di urlare durante un allenamento

  • Aumenta l'intensità dell'esercizio
  • Migliora la concentrazione
  • Aumenta la forza
  • Aumenta il buonumore
  • Fa sprigionare più endorfine
  • Diminuisce lo stress

Urlare a squarciagola mentre si compiono esercizi di fatica può aiutare ad allenarsi con molta più intensità. L'urlo, infatti, è visto dal cervello umano come un'azione di sfogo e compierlo invia all'organismo stimoli precisi che aiutano gli sportivi a scaricare la tensione in eccesso che si accumula durante l'allenamento. Questo, di conseguenza, può portare a investire maggior impegno in ciò che si sta facendo e a migliorare la propria prestazione fisica.

Quando si compie un esercizio piuttosto impegnativo o si sta partecipando a una gara importante, urlare può anche aiutare a rimanere concentrati e, anche grazie al rumore che si emette, a non farsi distrarre da eventuali pensieri negativi e da ciò che succede attorno a sé.

Inoltre, urlare può anche trasformarsi in un rituale che aiuta a focalizzarsi su ciò che si sta facendo e sull'obiettivo da raggiungere, incanalando l'energia e aumentando la determinazione.

Anche se c'è chi è scettico, è dimostrato che le urla possono anche aumentare la forza. A dirlo sarebbe uno studio nel quale un gruppo di ricercatori ha analizzato le mani di atleti impegnati in arti marziali, divisi in due gruppi: uno formato da persone solite gridare durante l'allenamento e uno costituito da chi invece rimane in silenzio. Alla fine dell'osservazione, il confronto ha portato alla scoperta che coloro che urlano mentre compiono un allenamento tenderebbero ad essere più forti nella presa del 7%, rispetto a chi non lo fa.

Questo studio non è però l'unico visto che uno simile è stato svolto sui tennisti, dando esisti paragonabili. In questo caso è emerso infatti che gridare durante una competizione aiuta a mantenere la forza per più tempo e ad avere una maggiore forza nei colpi che si danno con la racchetta.

Non bisogna dimenticare poi che gridare stimola il buonumore, soprattutto se si sta raggiungendo ciò che ci si era prefissati e si è particolarmente felici. Urlare a squarciagola quando si prova una gioia intensa amplifica infatti tale emozione e fa sembrare anche lo sforzo più grande divertente. Il merito è anche delle endorfine, che gridando si sprigionano molto di più che stando in silenzio, generando una immediata sensazione di benessere ed euforia.

Per questo, gridare mentre ci si allena aiuta ad alleviare lo stress e a gestire meglio la frustrazione e le altre emozioni negative che possono sopraggiungere, magari a causa di risultati inferiori alle proprie attese o a prestazioni che si giudicano sottotono.

Ovviamente non tutti sentono questa esigenza ma in caso sia presente, reprimere l'impulso di urlare durante l'attività fisica può rivelarsi contro producente e inficiare ulteriormente i risultati.

Ecco perché gridare mentre ci si allena porta benefici non solo fisici ma anche mentali.

Contro di urlare durante un allenamento

  • Si possono disturbare gli altri
  • Si rischia di danneggiare le corde vocali
  • Si rischia di peggiorare la salute delle vie respiratorie

Urlare mentre ci si allena ha indubbiamente molti lati positivi ma purtroppo non sempre è possibile farlo.

Se il luogo scelto per compiere attività fisica è una palestra o uno spazio pubblico, molto probabilmente si renderà necessario modulare i suoni che si producono o astenersi del tutto dal gridare per non disturbare le persone attorno, ognuna delle quali impegnata in attività differenti e da esigenze che possono anche necessitare di silenzio.

Attenzione anche alla salute. Gridare ogni tanto durante il workout va benissimo ma farlo tutti i giorni e con grande intensità potrebbe sforzare eccessivamente le corde vocali, infiammandole o procurando loro piccole o grandi lesioni.

Per lo stesso motivo anche il benessere delle vie respiratorie potrebbe essere compromesso. È bene quindi non esagerare e dosare bene l'energia che si usa mentre si urla.