Somatotipi: cosa e quali sono
Ultima modifica 13.06.2024
INDICE
  1. Mesomorfo
  2. Endomorfo
  3. Ectomorfo
  4. Misti

"Perché, a parità di allenamento e alimentazione, alcuni soggetti vantano una maggio massa muscolare, mentre altri non guadagnano risultati apprezzabili?"

Soprattutto a causa della soggettività (patrimonio genetico, educazione e familiarità, back-ground d'allenamento, pregresso utilizzo di farmaci dopanti ecc.).

A livello antropometrico tuttavia, possiamo apprezzare caratteristiche "simili", ovvero che si ripropongono tra le persone.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2022/05/19/somatotipi-orig.jpeg Shutterstock

Per identificare una "logica" di distribuzione delle peculiarità somatiche, diversi studiosi (fin dall'Antica Grecia) hanno cercato di stilare classificazioni che raggruppassero prorprietà anatomiche, funzionali, metaboliche e perfono comportamentali sovrapponibili tra loro.

Stiamo parlando dei somatotipi - o morfotipi o biotipi, che dir si voglia.

Per dire il vero, ad oggi questo approccio è considerato obsoleto, perché non supportato da alcuna evidenza scientifica degna di nota. In pratica, non esiste una vera e propria correlazione con i vari aspetti che, come si credeva, dovrebbero tendere a riproporsi nei vari soggetti.

Questo non significa che sia "impossibile" ritrovare peculiarità simili tra le persone; ma semplicemente che "non è detto" che chi mostra certe caratteristiche ne possieda necessariamente altre correlate.

Di seguito forniremo comunque una breve descrizione della biotipologia di Sheldon, la più recente e "accreditata" (si fa per dire) tra le varie teorie di questo genere.

Nel 1940, Sheldon teorizzò la suddivisione di 3 somatotipi (successivamente approfonditi da altri specialisti quali Richard W. Parnell e Barbara H. Heath e J.E. Lindsay Carter):

Nota: è curioso notare come, nella maggior parte delle illustrazioni disponibili sui somatotipi, tutte le figure di riferimento vengano riprodotte con elevata muscolarità o con variazioni della massa grassa. Questo anche se, in origine, la biotipologia non era assolutamente incentrata su tali aspetti (o comunque, non solo su di essi); costituiva piuttosto un metodo di identificare personalità ed attitudini specifiche, soprattutto a scopo terapeutico (generale).

Mesomorfo

Il mesomorfo ha considerevole massa muscolare e poco grasso, si presta alla maggior parte delle discipline sportive ed è molto attivo. Sono piuttosto rari e vengono identificati come "geneticamente fortunati".

Di solito, risponde bene all'allenamento di muscolazione, anche se potrebbero mostrare alcune carenza nelle cosce, nei glutei e nei polpacci.

Endomorfo

"Grosso" ma "sporco". Statisticamente, è frequente che abbiano spalle abbastanza strette (clavicole corte) e un addome sporgente. Hanno una buona attitudine alle relazioni sociali.

Questi soggetti, di solito sono, sono abbastanza forti e crescono bene a livello muscolare, ma hanno notevoli difficoltà a scendere sotto percentuali di grasso che, invece, si richiedono per un lavoro estetico.

Ectomorfo

L'ectomorfo è l'hard-gainer per eccellenza. Questi soggetti sono esili e longilinei, con una muscolatura poco abbondante ma una percentuale di grasso ridotta. Non vanno confusi con gli skinny-fat. Pare che abbiano l'attitudine ad essere agitati e poco espansivi.

Il lavoro con i pesi ha risultati meno evidenti rispetto alle categorie precedenti, ma è comunque l'unica soluzione; d'altro canto, essi hanno costantemente l'addome in evidenza.

Misti

Secondi gli stessi crismi, sono stati identificati dei somatotipi intermedi - che, di per sé, toglie credibilità alla classificazione stessa. Ad ogni modo, li menzioniamo:.

Meso-ectomorfo: con caratteristiche di entrambi, ma maggior tendenza all'ectomorfo, con muscolatura più sviluppata sopra.

Meso-endomorfo: con caratteristiche di entrambi, con particolare deposito adiposo sulla circonferenza vita.

Autore

Dott. Riccardo Borgacci

Dott. Riccardo Borgacci

Dietista e Scienziato Motorio
Laureato in Scienze motorie e in Dietistica, esercita in libera professione attività di tipo ambulatoriale come dietista e personal trainer