Super Jump e rebound exercise: Come allenarsi con tappeto elastico

Super Jump e rebound exercise: Come allenarsi con tappeto elastico
Ultima modifica 27.06.2022
INDICE
  1. Rebound exercise
  2. Super Jump
  3. Esempio di Trampoline Exercises
  4. Vantaggi e Benefici

In questo breve articolo parleremo di come allenarsi con trampolino o tappeto elastico; più precisamente del super jump e del rebound exercise.

Dopo una panoramica generale su cosa sono e in cosa consistono, entreremo nel dettaglio dei potenziali vantaggi di queste pratiche fitness, analizzando chi potrebbe trarre beneficio dalla loro pratica.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2022/06/22/allenarsi-con-tappeto-elastico-orig.jpeg Shutterstock

Rebound exercise

Il rebound exercise (o rebounding) è un tipo di allenamento a basso impatto che sfrutta il concetto di rimbalzo per risposta elastica di uno o più dispositivi specifici.

Viene solitamente eseguito su di uno specifico dispositivo noto come rebounder (trampolino o tappeto elastico).

Alcuni dei movimenti base del rebound exercise sono: rimbalzo sul posto, jumping jack, twist, movimenti laterali, corsa sul posto, danza e un'ampia varietà di altri gesti con o senza l'uso di pesi liberi o altri accessori.

La nascita di questo metodo è identificabile a cavallo degli anni '80 e, ancora oggi, trova un discreto consenso tra l'utenza fitness; questo soprattutto in virtù di alcuni vantaggi rispetto alle altre attività, tra i quali spicca senza dubbio il basso impatto articolare.

Il rebound exercise può concentrarsi su obbiettivi differenti: aerobica, forza o ginnastica dolce, a seconda delle esigenze.

Di forma tipicamente circolare, i rebounder risultano più piccoli (circa 0,9-1,2 metri di diametro) rispetto ai normali trampolini e non sono progettati per le acrobazie.

Altre attrezzature usate per il rebound exercise sono l'Aerower / Kangoo e le palle BOSU.

Super Jump

Come suggerisce il nome, il super jump fitness è un metodo di allenamento eseguito (solitamente) a ritmo di musica.

Le due caratteristiche tecniche principali del sistema sono:

A livello pratico, il super jump consiste nell'esecuzione e nella combinazione di due tipologie di movimento:

  1. salti a velocità variabile su di un rebounder (trampolino o tappeto elastico), aspetto che permette di modulare l'intensità del workout;
  2. esercizi fitness dell'aerobica, gesti di combattimento ecc.

Nel super jump, l'utente non scende mai dal trampolino e sfrutta anche il manubrio (thunderbell) per eseguire i vari movimenti.

Il protocollo del super Jump differenzia 8 allenamenti, suddivisi in base all'intensità, alla finalità e al livello dei partecipanti.

Lo sapevi che…

Esiste una variante del super jump eseguita in piscina, chiamata acqua jump? La caratteristica principale di questo allenamento è un impatto articolare ancora più basso e una maggior resistenza nei movimenti degli arti superiori.

Esempio di Trampoline Exercises

Gli esercizi eseguibili con i piccoli trampolini da rebounding workout sono numerosissimi; i più interessanti sono probabilmente:

  1. Jumping jacks: quando esegui i jumping jack, piega leggermente il busto in avanti. Puoi anche alzare le braccia all'altezza delle spalle invece che sopra la testa; esegui per 1 o 3 minuti;
  2. Pelvic floor jumps: si tratta di un esercizio si rivolge ai muscoli del pavimento pelvico e della coscia - Per farlo: metti una piccola palla da ginnastica tra le ginocchia; lentamente e delicatamente, salta su e giù; concentrati sul coinvolgimento dei muscoli nella tua regione pelvica; spremi la palla impegnando l'interno coscia; continua per 1 o 3 minuti;
  3. Tuck jumps: da in piedi, salta in alto e porta le ginocchia al petto; all'atterraggio, esegui un piccolo salto di recupero; una volta presa la mano, puoi fare una flessione delle cosce ad ogni salto; continua per 1 o 3 minuti;
  4. Squat jumps: da in piedi, salta e allarga i piedi più dei fianchi; atterra in posizione di squat; piega le ginocchia in modo che le cosce siano parallele al pavimento, allungando le braccia davanti; alzati e torna alla posizione di partenza; esegui da 1 a 3 serie da 8 a 12 ripetizioni;
  5. Butt kicker jumps: da in piedi, inizia a correre sul posto; quindi piega il ginocchio per calciare indietro una gamba alla volta, portando il tallone verso il sedere; prova anche a rimbalzare e piegare entrambe le ginocchia allo stesso tempo; continua per 1 o 3 minuti;
  6. Seat drops: dalla posizione eretta, salta in alto ed estendi le gambe verso l'esterno; tieni le gambe stese mentre atterri sul sedere; metti i palmi delle mani verso il basso come supporto; salta di nuovo; continua per 1 o 3 minuti;
  7. Twists: questo esercizio sviluppa la coordinazione e lavora sulla parte superiore del corpo, sulla schiena e sul core - in piedi, salta in alto e ruota le gambe a sinistra mentre ruoti la parte superiore del corpo verso destra; ritorna alla posizione di partenza all'atterraggio; quindi, salta e ruota le gambe a destra mentre ruoti la parte superiore del corpo a sinistra; esegui da 1 a 3 serie da 8 a 16 ripetizioni;
  8. Pike jumps: dalla posizione eretta, salta ed estendi le gambe davanti; allunga le braccia per portare le mani verso i piedi; continua per 1 o 3 minuti.

Vantaggi e Benefici

A cosa fa bene saltare sul tappeto elastico?

Riguardo ai benefici per la salute e sulla forma fisica dell'esercizio di rimbalzo, potremmo affermare oggettivamente quanto segue:

  • Miglioramento della fitness generale: l'allenamento con trampolino è di base aerobico di resistenza, il che offre vantaggio cardio-circolatori, bronco-polmonari e periferici (vascolarizzazione muscolare ecc.), ma può essere anche parzialmente integrato con resistance training utile al miglioramento della forza;
  • Miglioramento coordinativo, di equilibrio e propriocettivo: soprattutto in certe modalità, l'allenamento rebounding permette di recuperare parte delle capacità propriocettive e stimola l'equilibrio e la coordinazione;
  • Basso impatto articolare: questo può consentire di far lavorare anche le persone con fragilità particolari a livello della caviglia, del ginocchio, dell'anca e della schiena. Ovviamente, in tal caso sarà necessario selezionare accuratamente i movimenti da poter eseguire e quelli invece da evitare. Ciò detto, è innegabile che la flessibilità del rebounding scarichi gran parte della pressione articolare, così come la sua elasticità restituisca parte dell'energia cinetica riducendo lo sforzo seguente;
  • Si presta all'allenamento dei neofiti: con basso livello di intensità e limitato arco di movimento, i rebounding workout si prestano moltissimo all'allenamento dei principianti non ancora condizionati;
  • Divertimento, convivialità e socializzazione: come gran parte delle attività fitness – in particolare quelle che sfruttano anche la musica – gli allenamenti con tappeto elastico riscuotono un grande successo grazie agli aspetti sociale e di svago. Oltre alla fatica, è sempre presente un alto indice di divertimento;
  • Se associato a una dieta ipocalorica, promuove il dimagrimento.

Non senza polemiche da parte degli esterni, i sostenitori del metodo affermano inoltre che l'allenamento con rebounding possa anche:

  • Rafforzare le cellule: ciò avverrebbe attraverso la meccanica del rimbalzo, a causa dei cambiamenti di gravità o dei differenziali di pressione;
  • Aumentare il flusso linfatico e la funzione immunitaria: il rimbalzo porterebbe a un aumento della circolazione del fluido linfatico, portando all'ottimizzazione delle difese.

Quante calorie si bruciano con il Super Jump?

È impossibile stabilire con accuratezza l'impegno calorico soggettivo dell'attività di super jump; servirebbero strumenti all'avanguardia. Scrutando le varie fonti, ciò che emerge è un'evidente sovrastima del dispendio energetico teorico. Ricordiamo che la capacità di mantenere alti carichi d'allenamento, a loro volta responsabili di elevate spese caloriche, è direttamente collegata al livello di allenamento. Un neofita brucia meno della metà rispetto ad un atleta esperto.

Quanto si dimagrisce con trampolino elastico?

Come anticipato, l'uso del trampolino elastico può solo enfatizzare i risultati di una dieta ipocalorica. Nel senso che l'allenamento partecipa ad aumentare il consumo energetico giornaliero, fattore chiave per la riduzione ponderale a carico della massa grassa. Sconsigliamo, in caso di dieta dimagrante già impostata su un'abitudine sedentaria, di allenarsi con tappeto elastico più di 3 volte a settimana (sarebbe eccessivo).

Per approfondire: Quale è il tappeto elastico migliore?

Autore

Riccardo Borgacci
Laureato in Scienze motorie e in Dietistica, esercita in libera professione attività di tipo ambulatoriale come dietista e personal trainer