Power walking: cos’è e come si pratica la camminata intensificata

Power walking: cos’è e come si pratica la camminata intensificata
Ultima modifica 20.04.2022
INDICE
  1. Cos’è e come si esegue il power walking
  2. Benefici del power walking
  3. A chi è adatto

Nonostante sia spesso sottovalutata, la camminata è un toccasana per la salute. Esattamente come la corsa, il nuoto, la bicicletta e molte altre discipline, rientra nella categoria delle attività cardio e apporta numerosi benefici.

Il fatto che sia naturalmente implementata nei movimenti quotidiani porta alla conseguenza che la maggior parte delle persone la compia senza prestarvi particolare attenzione, tuttavia si tratta di un ottimo punto di partenza di un allenamento più completo, soprattutto se svolta correttamente e alzandone leggermente il livello.

Un modo per aumentare la difficoltà è quello di abbracciare la variante denominata power walking, una tipologia che non richiede semplicemente di camminare e che proprio per questo è in grado di generare benefici extra per il corpo e la mente.

Cos’è e come si esegue il power walking

Come suggerisce la parola stessa, il power walking è una camminata più intensa della norma, sia a livello di velocità sia di movimenti da eseguire, che prevede che vengano rispettate alcune regole.

Nello specifico, per praticare il power walking si deve mantenere un ritmo abbastanza veloce e non casuale, compreso tra i 7 e i 9 km orari, a seconda del proprio livello di allenamento.

Per quanto riguarda la tecnica, è necessario appoggiare bene i piedi a terra, facendo aderire ad ogni passo tutta la loro superficie, dal tallone fino alla punta.

Attenzione anche alla postura di gambe e braccia. La gamba che avanza mentre compie il movimento deve piegarsi a 90°, mentre quella che resta dietro rimanere quasi distesa. Le braccia invece inizialmente devono essere piegate a 90° e una volta iniziata la corsa seguire lo slancio e l'oscillazione del corpo in movimento.

Nemmeno la posizione della schiena può essere dimenticata perché questa parte del corpo gioca un ruolo determinante per la buona riuscita del power walking. Prima di partire e durante tutto il tempo dell'esecuzione, quindi, è importante assicurarsi che sia ben dritta, rilassata e non tesa, onde evitare di diminuire i benefici della disciplina e incappare in strappi muscolari o infortuni.

Benefici del power walking

A differenza della camminata classica o di altre varianti, le potenzialità del power walking si esprimono al meglio praticandolo su terreni morbidi ed elastici, come ad esempio sabbia o sterrato, che proprio per le loro caratteristiche consentono ai piedi di ammortizzare meglio i colpi con il suolo in fase di atterraggio.

Se svolta con costanza e in modo corretto, questa disciplina è un'ottima opzione da scegliere in caso ci si voglia impegnare in un'attività che faccia lavorare il corpo in modo completo. Rientrando nella categoria cardio, infatti, per prima cosa aumenta la frequenza cardiaca e migliora il funzionamento dell'apparato circolatorio e respiratorio. Senza contare che consente di bruciare un grande numero di calorie, molto di più rispetto a una camminata normale, e di conseguenza risulta particolarmente indicata per le persone che sono impegnate in un percorso finalizzato alla perdita di peso.

I benefici del power walking però non si limitano a questo. I movimenti che lo caratterizzano, infatti, coinvolgono buona parte dei muscoli del corpo, rafforzando e tonificando in particolare quelli di gambe, polpacci, glutei, addome, spalle e braccia.

Inoltre, questa camminata migliora l'elasticità e la resistenza dei muscoli stessi e delle articolazioni.

Praticare sport, infine, genera il rilascio delle endorfine, gli ormoni della felicità, e proprio per questo tra gli effetti positivi del power walking ci sono anche il miglioramento dell'umore, accompagnato all'infusione di un senso di rilassatezza e dalla sensazione di distaccarsi, se pur momentaneamente, dallo stress e dalle preoccupazioni della vita quotidiana.

Nonostante si tratti di una disciplina la cui esecuzione è possibile anche indoor su un tapis roulant, per beneficiare degli effetti di un terreno non troppo rigido e omogeneo è preferibile svolgerla all'aria aperta possibilmente lontano dai contesti urbani, anche per fare propri benefici extra legati all'attività fisica outdoor come esposizione al sole e conseguente stimolazione della produzione di vitamina D, maggior ossigenazione dei tessuti e rilassamento dato dalla pratica sportiva immersi nella natura.

A chi è adatto

Le persone che normalmente conducono una vita sedentaria prima di iniziare a praticare power walking dovrebbero consultarsi con il proprio medico di fiducia. Tuttavia genericamente si tratta di una pratica sportiva adatta a tutti e particolarmente indicata per le persone che vogliono perdere peso, rimettersi in moto dopo un periodo di inattività o che già siano dedite alla camminata ma cerchino una variante più impegnativa, senza però passare alla corsa.

Anche i soggetti che svolgono sport a livello agonistico possono trarne beneficio, utilizzandola come attività defaticante da fare nei giorni di riposo attivo.

Questa camminata accelerata, se svolta con la supervisione di un fisioterapista, può essere molto utile anche come riabilitazione post incidente o infortunio, perché in grado di tonificare i muscoli e riattivare le articolazioni dopo un periodo di fermo.