Meglio correre o camminare se vuoi dimagrire?

Meglio correre o camminare se vuoi dimagrire?
Ultima modifica 29.02.2024
INDICE
  1. Introduzione
  2. Correre o camminare: come si bruciano più calorie?
  3. Meglio correre o camminare : fattori individuali
  4. Quanto e come camminare per dimagrire

Introduzione

L'esercizio fisico gioca un ruolo fondamentale associato alla dieta per il dimagrimento. Correre o camminare sono tra le attività più semplici e alla portata di tutti. Ma qual è la scelta migliore per perdere peso?

Correre o camminare: come si bruciano più calorie?

La differenza principale tra correre e camminare quando si deve perdere peso sta proprio nel dispendio energetico, ossia dal quantitativo di calorie che si riescono a bruciare. Iniziamo subito col dire che, dato lo stesso tempo di esercizio, con la corsa si consumano più calorie rispetto alla camminata.

Ciò è determinato dal fatto che la corsa richiede un maggiore sforzo muscolare e un aumento del consumo di ossigeno.

il nostro organismo sfrutta una molecola chiamata adenosina trifosfato (ATP), che attraverso il catabolismo si libera nei muscoli consentendo la contrazione e il movimento. Per la sintesi dell'ATP occorrono gli zuccheri, ossia i carboidrati e i grassi

Il nostro metabolismo consuma prima il glicogeno, perché rispetto ai grassi le scorte di glicogeno sono limitate, e quando l'intensità dell'allenamento aumenta, correndo, il processo di catabolismo attinge dai grassi.

Entrambe le attività contribuiscono a bruciare calorie, soprattutto se si cammina a ritmo costante per almeno un'ora, ma la corsa, a parità di tempo, essendo più intensa, può portare a consumo di ossigeno post-esercizio (EPOC). Tradotto significa che dopo aver finito di correre, il corpo continua a bruciare calorie.

Ecco i benefici di correre 10 minuti al giorno.

Ecco i cibi con meno di 50 calorie, perfetti per la dieta.

Perché fa bene camminare dopo cena?

Meglio correre o camminare : fattori individuali

Se correndo si bruciano più calorie, è altresì vero che non tutti sono in condizioni fisiche, individuali, di salute, per farlo ed è quindi preferibile che si dedichino a camminate. Soprattutto per il rischio maggiore di infortuni. Inoltre, l'attività fisica deve rappresentare anche un piacere per essere mantenuta con costanza nel tempo, quindi anche la preferenza del singolo soggetto è da considerare come fattore di scelta. 

I fattori individuali da tenere in considerazione sono:

  • Livello di forma fisica
  • Età anagrafica
  • Condizioni fisiche e di salute
  • Preferenze personali

Si può dimagrire senza che il seno diminuisca?

Quanto e come camminare per dimagrire

Per bruciare i grassi, e quindi perdere peso, occorre arrivare al processo catabolico, come descritto nei paragrafi precedenti. Per bruciare calorie è necessario mantenere una frequenza cardiaca pari circa al 60-70% della frequenza cardiaca massima (numero che varia in base al sesso e l'età).  Raggiunta quella frequenza, il metabolismo inizia a bruciare il grasso

In sintesi: camminare aiuta nella perdita di peso se si mantiene un passo sostenuto per un lungo periodo di tempo di circa un'ora.

Ecco i benefici della corsa sul posto

La sauna fa dimagrire?