Fitness: Cos’è e a Chi è Indicato
Ultima modifica 18.12.2020
INDICE
  1. Cos’è
  2. Due Tipi
  3. Perché è Importante
  4. Per Chi è Indicato
  5. Accorgimenti Utili
  6. Tipi di Fitness

Cos’è

Cosa si intende per fitness?

Ormai da quasi mezzo secolo, il fitness e tutti i concetti da esso evoluti – come wellness e funzionalità totale – sono al centro delle campagne preventive e terapeutiche per numerose condizioni disagevoli.

Allenamento Fitness: Cos’è e a Chi è Indicato Shutterstock

È un dato di fatto che il fitness, inteso come attività fisica di esercizio motorio auspicabile, con attitudine sportiva o ricreativa ed obbiettivi estetici o funzionali, contribuisca ad ostacolare: sovrappeso, malattie metaboliche, sintomi ansiosi e depressivi, sindromi e patologie osteo-articolari e muscolari, invecchiamento ecc.

La costante mutazione del fitness in princìpi ben più articolati sarebbe dovuta sostanzialmente a due fattori:

  • la semplicità del significato iniziale, ovvero "buona salute" – o "corretto meccanismo fisiologico", se applicato ad una funzione, un apparato o un sistema;
  • la complessità delle abitudini e dei bisogni collettivi della popolazione occidentale nel nuovo millennio.

Da dove deriva la parola fitness e chi l'ha inventata?

Sono diverse le aziende di attrezzature e macchine fitness (anche home fitness) che "fanno a gara" per accaparrarsi la coniazione del termine e proclamarsi "i primi".

Nel 1978, ad Alma-Ata, in Russia, alla conferenza internazionale sull'assistenza primaria si disse che "la salute è uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale; non semplicemente l'assenza di malattia o infermità. Parliamo di un diritto umano fondamentale"

ed ancora:

"il raggiungimento del livello di salute ottimale sarebbe un risultato sociale estremamente importante, da perseguire in tutti i paesi del mondo. Tuttavia, la realizzazione di un progetto simile richiede il contributo di molteplici settori, economici ma anche sociali, in aggiunta a quello sanitario".

È per questo che – giunti al termine del primo ventennio del XXI secolo – la figura del personal trainer, o dell'allenatore di collettività, dovrebbe essere finalmente accorpata tra le discipline di interesse sanitario ed opportunamente regolamentata – dalla formazione accademica all'adeguamento dei tariffari retributivi.

Due Tipi

In linea generale e assolutamente approssimativa, si potrebbe parlare di fitness sotto due punti di vista:

Il primo è di pertinenza fisiologica e riguarda tutte quelle caratteristiche psico-fisiche che, messe insieme, offrono un quadro di buona salute. In tal senso, lo stato di fitness generale implica:

  • Peso corporeo normale e altrettanto fisiologico rapporto tra massa magra e massa grassa*;
  • Quantità di massa muscolare (si inizia a comprendere che, anche indipendentemente dalla quantità di adipe, la massa muscolare partecipa a migliorare lo stato di salute generale) *;
  • Omeostasi metabolica;
  • Funzionalità neuro-muscolare*;
  • Livello di stress entro i limiti di gestione;
  • Funzionamento normale ed assenza di patologie a tutti gli apparati e sistemi (non solo locomotore, ma anche il digerente ecc.).

*ATTENZIONE! I parametri con asterisco compaiono sia nel primo che nel secondo punto di vista.

Ovviamente, per ottenere tutto questo è indispensabile:

  • Praticare attività motoria, o esercizio fisico, con regolarità e in modo costruttivo, non distruttivo;
  • Nutrirsi in maniera sana e equilibrata;
  • Evitare abuso di alcolici e l'uso di tabacco o droghe;
  • Evitare l'abuso farmacologico;
  • Non avere patologie, sindromi o forti predisposizioni genetico-ereditarie.

Il secondo modo è di pertinenza sportiva, funzionale-prestativa o di cultura estetica; riguarda gli obbiettivi, i metodi e tutti i risultati (al di fuori della salute). Stiamo parlando dei tre punti con asterisco della lista precedente e delle relative capacità condizionali e coordinative ad essi correlate. Queste ultime, se ben sviluppate ed allenate, portano il soggetto verso uno stato di sempre maggior efficacia ed efficienza globali:

  • Forza (che è correlata anche alla massa muscolare e al rapporto con la massa grassa);
  • Velocità (che è correlata ad aspetti nervosi e muscolari);
  • Resistenza (che è correlata al peso normale e alla fitness cardiocircolatoria e respiratoria);
  • Coordinazione;
  • Mobilità articolare e flessibilità muscolare;
  • Equilibrio.

Perché è Importante

Benefici del fitness

Gli elementi che abbiamo elencato, che come avrete capito, sono due facce della stessa medaglia. Tutti ugualmente importanti ed utili al raggiungimento di un buon livello di salute, nel complesso riducono il rischio di malattia, migliorano il tono dell'umore e ottimizzando le capacità di interazione sociale.

Con una visione più evoluzionistica, potremmo dire che i benefici del fitness raggruppano un insieme di adattamenti i quali ci riavvicinano a cosa e a come "dovremmo essere".

Camminare, correre, arrampicarsi, lanciare, nuotare, sollevare e tante altre attività hanno fatto parte dell'esistenza umana fino al progresso e alla relativa sedentarietà, con tutte le problematiche che ciò sta comportando.

Obesità, malattie metaboliche e cardiovascolari, bassa capacità ventilatoria, scarsa mobilità, ipotonia muscolare e poca funzionalità motoria generale, capacità nervose limitate, incapacità di interpretare gli stimoli corporei, affaticamento precoce e addirittura cancro o sintomi di natura psichiatrica, sono le conseguenze di: assenza di movimento fisico, dieta scorretta, eccesso di stress nervoso.

Praticare fitness significa, a conti fatti, combattere alla radice gli aspetti negativi che affliggono l'uomo moderno, senza rinunciare alla crescita intellettuale.

Per Chi è Indicato

Chi può dedicarsi al fitness?

Tutti. Il fitness non è sinonimo di sport agonistico. All'opposto, nasce proprio per soddisfare le necessità anche di chi non ha potuto svolgere alcunché in età evolutiva o comunque in gioventù.

Praticare fitness non significa voler diventare un culturista o un atleta callistenico, non impone di depilarsi e fare lampade ogni settimana, e nemmeno dover seguire una dieta "impossibile" dalla mattina alla sera per ogni giorno della propria vita.

Chiunque può praticare una sana e proporzionata attività fisica, dal ragazzino alla persona anziana, traendone notevoli benefici sotto tutti i punti di vista. Il carico di allenamento del fitness, a differenza di quello sportivo, è quindi estremamente personale.

Cimentarsi nel fitness significa praticare costantemente una singola attività motoria o una serie di esercizi fisici, ed avere uno stile di vita sano ed equilibrato.

Visti gli obbiettivi e i presupposti, da 0 a 100 anni, maschio o femmina, sano oppure no (ma dipende dalla condizione) chiunque potrebbe, anzi dovrebbe, praticare fitness.

Accorgimenti Utili

Appurato i potenziali praticanti fitness occupano praticamente il 99 % della popolazione, è comunque doveroso suddividerli in vari gruppi, ognuno dei quali presenta esigenze ed accortezze specifiche

Fitness per Sedentari

In questa categoria raggruppiamo tutti quei soggetti che per motivi di lavoro o per altre cause, fanno una vita statica, dedicando poco o niente del loro tempo all'attività sportiva.

Nel momento in cui iniziano a praticare un'attività fisica, in questo caso fitness, sono i principianti del settore. Come tali, presentano il vantaggio di apprezzare subito le prime migliorie funzional indotte dall'allenamento, in quanto passano da dal "nulla" a un condizionamento iniziale.

Non sanno tuttavia ancora muoversi bene e potrebbero incorrere in inconvenienti.

Gli immediati benefici funzionali non sempre (nel breve termine) si associano a quelli estetici di dimagrimento, portando talvolta all'abbandono dell'attività.

Fitness per Sportivi di Medio Livello

Questa categoria che, a seconda del livello, presenta una già invidiabile forma fisica, si avvicina al fitness per migliorare le capacità condizionali.

Questo perché evidentemente il loro allenamento non riesce a sviluppare bene certi aspetti, non permette di scaricare lo stress da allenamento, non consente di recuperare eventuali traumi che si sono creati, non riequilibra la postura e gli squilibri muscolari ecc.

Fitness per Junior

I soggetti giovani possono praticare fitness solo se rispetteranno canoni specifici, che sono posture corrette, carichi moderati, esecuzione corretta degli esercizi e multilateralità dello stimolo.

Si parla di soggetti in accrescimento e sottoposti a repentini cambiamenti fisici e psicologici.

Le metodiche migliori per gli junior sono gli allenamenti improvvisati, i giochi e i circuiti, perché vari, divertenti e con finalità di stimolare tutto il corpo.

Fitness per Anziani

È una categoria piuttosto nuova al mondo del fitness, per ragioni culturali e sociali, e perché in passato il settore non era ben preparato al target.

In assenza di patologie degenerative importanti, i senior hanno come risultato una serie di benefici fisici che rallenterà i processi di invecchiamento o addirittura (in certi casi) ne invertirà la tendenza.

Una regolare attività fisica apporta anche notevoli benefici sullo stato dell'umore e per questi soggetti può essere momento di ritrovo e socializzazione.

Fitness per Soggetti con Patologie

Asmatici, diabetici, ipertesi, dislipidemici, osteoporotici, cardiopatici, con sintomi depressivi o ansiosi, dopo consulto medico e sotto l'osservazione di validi professionisti dovrebbero praticare fitness, costituendo quest'ultimo un vero e proprio rimedio.

Il carico di lavoro sarà diverso rispetto ai canoni tradizionali, ma è chiaro che per essi il fitness avrà il pieno compito di "terapia".

Tipi di Fitness

I tipi di attività fisica che rientrano nel macro-insieme del fitness sono infiniti. Outdoor o indoor, di resistenza o di forza o misti, a corpo libero o con attrezzi o macchine, concepiti più per dimagrire o per aumentare la muscolatura o per allenare la mobilità generale ecc.

Nell'home fitness è frequentissimo il connubio tra callistenico (ginnastica a corpo libero, anche con TRX o altri supporti) o resistance training (esercizi contro resistenza, come l'uso dei sovraccarichi tipo manubri e bilancieri o kettlebell, elastici ecc.) e attività cardio-aerobica su macchine fitness (stepper, ellittiche, tapis roulant, cyclette, spin bike ecc.).

In qualsiasi modo ci si approcci però, una buona attività fitness è sempre gestita dalla figura preposta, il personal trainer o trainer di gruppo.

Autore

Riccardo Borgacci

Riccardo Borgacci

Laureato in Scienze motorie - indirizzo Tecnico Sportivo Laureato in Dietistica
Laureato in Scienze motorie e in Dietistica, esercita in libera professione attività di tipo ambulatoriale come dietista e personal trainer