Dita dei piedi intorpidite durante la corsa: cause e rimedi

Dita dei piedi intorpidite durante la corsa: cause e rimedi
Ultima modifica 29.03.2024
INDICE
  1. Introduzione
  2. Che cos'è l'intorpidimento alle dita dei piedi
  3. Perché si intorpidiscono le dita dei piedi quando si corre
  4. Passi troppo lunghi
  5. Allenamento eccessivo
  6. Utilizzo di scarpe inadeguate
  7. Disidratazione
  8. Sindrome del tunnel tarsale
  9. Quando dipende da altre malattie

Introduzione

La corsa è una delle attività fisiche più popolari e praticate. Del resto, apporta tanti benefici, ma non è priva di piccoli disturbi che possono sopraggiungere. Fra questi, anche un intorpidimento alle dita dei piedi. In molti casi, questa perdita di sensibilità dipende da fattori facilmente controllabili, come l'utilizzo di calzature inadeguate, ma talvolta dipende da malattie che richiedono trattamenti mirati, per questo non va mai sottovalutata.

Segui il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere aggiornato su tutte le novità.

Che cos'è l'intorpidimento alle dita dei piedi

Le dita dei piedi intorpidite rappresentano un inconveniente abbastanza comune della corsa. In genere, sono dovute a una compressione o a uno stress eccessivo a carico dei nervi dei piedi e si manifestano con una sensazione di formicolio, irrigidimento e insensibilità.

Spesso, questa problematica dipende da fattori facilmente controllabili, ma se compare anche al di fuori dell'attività sportiva e in maniera frequente è meglio indagare con il medico perché alla base potrebbero esserci dei disturbi che richiedono una gestione mirata. Si consiglia di chiedere un consulto medico anche in presenza di un intorpidimento improvviso, che magari si diffonde ad altre parti del corpo e si accompagna a vertigini e confusione.

Perché si intorpidiscono le dita dei piedi quando si corre

  • Passi troppo lunghi
  • Allenamento eccessivo
  • Utilizzo di scarpe inadeguate
  • Disidratazione
  • Sindrome del tunnel tarsale 

Passi troppo lunghi

Alla base delle dita intorpidite potrebbe esserci l'abitudine a fare passi molto lunghi. Si tratta infatti di un atteggiamento che aumenta lo stress sui piedi. In questi casi possono comparire altri sintomi come dolore alle anche e alle ginocchia e condizioni come tendinite di Achille e stiramenti muscolari del polpaccio

Come rimediare: cercare di fare passi più brevi quando si corre e di fare attenzione quando si appoggia il tallone a terra.

Allenamento eccessivo

La corsa è un'attività benefica, ma è importante non esagerare. Correre per lunghi periodi con ritmi intensi può essere rischioso, specie se non si è particolarmente allenati. In questi casi, il rischio di intorpidimento alle dita dei piedi aumenta. Non solo. Possono comparire anche altri sintomi, come dolore, affaticamento e difficoltà di respirazione.

Come rimediare: evitare di compiere sforzi eccessivi rispetto al proprio grado di allenamento. Un buon consiglio è provare ad aumentare la distanza e la velocità della corsa non più del 10% ogni settimana. È importante anche prevedere delle pause dall'attività fisica, per dare al proprio corpo il tempo di riposarsi e rigenerarsi.

Utilizzo di scarpe inadeguate

Fra le cause più comuni dell'intorpidimento alle dita dei piedi quando si corre c'è l'utilizzo di calzature troppo strette o allacciate troppo strette. Anche nel caso in cui il modello scelto sia indicato per correre si può incorrere in problemi se la misura non è corretta. Infatti, durante la corsa è normale che i piedi si gonfino un po', per cui se le scarpe stringono troppo potrebbero subentrare problemi. Oltre alla perdita di sensibilità alle dita dei piedi, calzature inadeguate possono causare anche altri problemi, come vesciche, dolore al tallone e fratture da stress.

Come rimediare: si consiglia di indossare scarpe da corsa un po' più grandi della taglia abituale e di non allacciarle troppo strette. Meglio provare ad allentare i lacci, soprattutto vicino alle caviglie, per ridurre la pressione sui nervi.

Disidratazione

Durante la corsa, per disperdere il calore in eccesso, l'organismo aumenta la sudorazione. Se non si compensano le perdite di liquidi bevendo in maniera adeguata si rischia di disidratarsi. Ma la disidratazione, fra le altre cose, restringe i vasi sanguigni, processo che può causare intorpidimento e gonfiore dei piedi, oltre a secchezza delle fauci, aumento della sete e affaticamento.

Come rimediare: per prevenire la disidratazione, è importante bere acqua prima, durante e dopo la corsa. Per reidratarsi dopo una corsa può essere utile bere una bevanda contenente elettroliti, mentre bisogna evitare le bevande che possono peggiorare la disidratazione, come la soda e l'alcol.

Sindrome del tunnel tarsale

L'intorpidimento alle dita dei piedi può essere dovuto anche a problematiche muscolo-scheletriche come la sindrome del tunnel tarsale, una condizione della caviglia simile ma molto meno comune della sindrome del tunnel carpale nel polso. Si tratta di una neuropatia dovuta alla compressione del nervo tibiale all'interno della caviglia. È molto comune nei runner perché può essere legata alla pressione costante derivante dalla corsa. Oltre all'intorpidimento, possono comparire formicolii e dolore acuto.

Come rimediare: a seconda dei casi il medico può consigliare di tenere a riposo la parte, applicare del ghiaccio per 10-15 minuti più volte al dì, applicare un bendaggio e tenere il piede sollevato. Per contrastare il dolore, può consigliare anche una breve cura a base di farmaci antinfiammatori.

Quando dipende da altre malattie

  • Malattia arteriosa periferica: si tratta di una malattia che provoca il restringimento dei vasi sanguigni, ostacolando la circolazione periferica. Insieme al dolore alle gambe o ai glutei o ai crampi durante la corsa, può causare proprio intorpidimento o freddo alle dita dei piedi.
  • Neuropatia periferica: è una problematica che si verifica quando la trasmissione nervosa è compromessa a causa di danni causati da una lesione, un'infezione o altre condizioni di salute. Molto frequente la neuropatia diabetica, che compare nelle persone con diabete.
  • Neuroma di Morton: si tratta di un ispessimento non canceroso del tessuto attorno ai nervi plantari del piede, spesso favorito dall'uso di scarpe strette che comprimono le ossa delle dita dei piedi e pizzicano i nervi. Causa dolore e intorpidimento nella pianta del piede, solitamente tra il terzo e il quarto dito.

Ecco i benefici della corsa sul posto