Curl bilanciere EZ: come si esegue, benefici ed errori da non commettere

Curl bilanciere EZ: come si esegue, benefici ed errori da non commettere
Ultima modifica 16.01.2023
INDICE
  1. Come si esegue il curl bilanciere EZ?
  2. Vantaggi del curl bilanciere EZ
  3. Svantaggi del curl bilanciere EZ
  4. Errori da non commettere nel curl bilanciere EZ

La curl bilanciere EZ è un esercizio monoarticolare, con i pesi liberi e two-arm, finalizzato all'allenamento dei muscoli flessori dell'avambraccio sul braccio, e che pertanto si basa sulla flessione del gomito.

Viene eseguito tipicamente in piedi, il che consente di mantenere la spalla in posizione anatomica.

L'uso del bilanciere sagomato è necessario ad un maggior confort dei polsi che, diversamente rispetto alla barra dritta, lavorano solo parzialmente supinati.

È bene precisare che la funzione motoria di flessione dell'avambraccio sul braccio non viene assolta esclusivamente dal bicipite brachiale, ma anche da altri muscoli: brachiale (il più forte) e brachioradiale.

Ciò detto, nel contesto del bodybuilding, i curls rimangono ugualmente gli esercizi principali all'ipertrofia di questo specifico distretto.

Nota: molti definiscono i curl – come tutti i monoarticolari – come esercizi di isolamento. Si tratta di una "semplificazione" da adottare prevalentemente nell'ambito del culturismo, dove la crescita muscolare è finalizzata principalmente ai grandi muscoli superficiali e ben visibili.

In questo caso può avere infatti senso distinguere un esercizio che coinvolge più muscoli, come ad esempio un rematore (muscoli della schiena e del braccio) rispetto ad un curl (muscoli del braccio).

Come abbiamo visto tuttavia, non è possibile creare un focus specifico sul bicipite brachiale, poiché risulta inevitabile l'intervento degli altri flessori.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2023/01/16/curl-bilanciere-ez-orig.jpeg

Come si esegue il curl bilanciere EZ?

L'esecuzione del curl bilanciere EZ (in piedi) è semplice; di seguito i passi fondamentali:

  1. Carica in maniera adeguata il bilanciere e impugnalo nell'inclinazione che ti permette di mantenere gli avambracci parzialmente supinati (rotazione esterna di circa 45° rispetto alla posizione anatomica);
  2. Poniti in piedi davanti allo specchio, con le gambe divaricate in posizione "comoda e stabile" – diversamente che con i manubri, non ci sono raccomandazioni precise;
  3. Mantenendo un assetto scapolare neutro, esegui una flessione dei gomiti, cercando di mantenere la tensione del bicipite – la chiusura completa del gomito, soprattutto senza supinare completamente l'avambraccio, può ridurre la tensione sul bicipite;
  4. Non flettere la spalla, portando in avanti l'omero, e non estenderla, portando in dietro l'omero;
  5. Ritorna quindi in posizione di massima estensione, controllando bene il movimento.

Guarda il video

Focus su: come raggiungere la posizione di partenza. Impugnatura corretta. Massima estensione del gomito. Evitare oscillazioni del busto.

Vantaggi del curl bilanciere EZ

Il curl bilanciere EZ permette di far lavorare i flessori dell'avambraccio in posizione "anatomica", quindi neutra.

Dopo il curl con manubri alternato, si tratta dell'esercizio monoarticolare che permette di esprimere il maggior grado di forza nel movimento di flessione del gomito.

L'uso del bilanciere sagomato è ottimo quando si vuole migliorare il confort dei polsi.

Svantaggi del curl bilanciere EZ

Il curl bilanciere EZ ha pochi aspetti negativi.

Come il curl con manubri alternato, anch'esso è abbastanza soggetto a cheating.

Il grado di tensione muscolare in fase di massima estensione del bicipite è scarso.

Errori da non commettere nel curl bilanciere EZ

I potenziali errori nel curl bilanciere EZ non sono molti:

  1. Flettere la spalla durante le rep (gomito in avanti rispetto al busto), in cheating per l'utilizzo dei muscoli deltoidi anteriori;
  2. Estendere la spalla durante le rep (gomito in dietro rispetto al busto), in cheating per utilizzo dei muscoli della schiena e delle spalle posteriori;
  3. Inarcare la schiena in dietro in cheating;
  4. Molleggiare con le ginocchia e oscillare con il busto;
  5. Partire con il gomito solo parzialmente esteso;
  6. Chiudere eccessivamente il gomito in massima concentrica.

Autore

Dott. Riccardo Borgacci

Dott. Riccardo Borgacci

Dietista e Scienziato Motorio
Laureato in Scienze motorie e in Dietistica, esercita in libera professione attività di tipo ambulatoriale come dietista e personal trainer