Come saltare la corda in modo corretto

Come saltare la corda in modo corretto
Ultima modifica 20.09.2022
INDICE
  1. Benefici del salto con la corda
  2. Come saltare la corda in modo corretto
  3. Come migliorare l’esercizio

Anche se comunemente si tratta di un'azione percepita come un gioco da bambini, il salto della corda è un'attività che rientra a pieno titolo tra quelle fitness. Facile da compiere e accessibile a tutti perché non necessita di strumenti extra se non la corsa stessa, può generare diversi benefici ma solo se svolto correttamente.

Ecco le cose principali da sapere per non incappare in errori.

Benefici del salto con la corda

Il salto della corda fa parte delle attività cardio e per questo offre molti dei benefici solitamente associati alla corsa.

Per prima cosa, saltare la corda fa aumentare la frequenza cardiaca e questo può migliorare la resistenza, la capacità cardiovascolare e favorire il dimagrimento.

Inoltre, coinvolgendo sia la parte inferiore sia quella superiore del corpo, fa lavorare i muscoli delle spalle, gli avambracci, i polpacci, i quadricipiti e i muscoli posteriori della coscia.

Secondo diversi studi, saltare la corda può anche aumentare la velocità e l'agilità e la potenza e migliorare la coordinazione.

Una ricerca pubblicata nell'ottobre 2019 sul Research Journal of Pharmacy and Technology e svolta su un gruppo di studenti universitari ha rilevato dopo 12 settimane di salto con la corda un generico miglioramento della forma fisica. Un altro apparso nel gennaio 2015 sull'American Journal of Health Promotion suggerisce invece che praticare regolarmente questa attività possa supportare la densità ossea nelle persone in premenopausa, rendendolo un complemento ottimale per chiunque soffra di osteopenia, la fase prima dell'osteoporosi.

Gravando sulle articolazioni, il salto della corda è però poco idoneo a chi soffre di qualche problema o acciacco in tali parti del corpo, per questo prima di iniziare a praticarlo è sempre meglio chiedere un consiglio al proprio medico.

Come saltare la corda in modo corretto

  • Mettersi in posizione eretta, con i piedi uniti, tenendo un'estremità della corda per saltare in ciascuna mano e la corda dietro di sé.
  • Tenendo i gomiti vicino ai fianchi e i palmi delle mani rivolti verso l'esterno, far oscillare la corda con i polsi sopra la testa e lasciare che cada verso i piedi.
  • Saltare con entrambi i piedi prima che la corda li colpisca e ripetere il movimento per quante volte si riesce.

Durante la fase di salto far leva sulla punta dei piedi. Non è necessario saltare molto in alto, è sufficiente riuscire a far passare la corda nello spazio di elevazione.

Come migliorare l’esercizio

Per eseguire correttamente il salto della corda esistono alcuni particolari da tenere in considerazione.

Assicurarsi che la corda sia della giusta lunghezza

La lunghezza della corda è fondamentale per la buona riuscita dell'esercizio. Se è troppo corta, infatti, potrebbe essere impossibile riuscirci, se al contrario è lunga il rischio è di inciampare su di essa.

La maggior parte dei modelli di corde esistenti sul mercato hanno nelle loro confezioni, o nelle descrizioni prodotti nel caso si prediliga l'acquisto online, le indicazioni su come scegliere la lunghezza più idonea, ma se se ne possiede già una esiste un metodo per verificare se sia della misura giusta.

È sufficiente piegarla a metà e pestare con i piedi proprio il mezzo, poi tirare le maniglie fino al petto in modo che ci sia la stessa quantità di corda da entrambi i lati. Per essere idonea dovrebbe fermarsi all'incirca all'altezza dei capezzoli.

Scegliere il materiale giusto

Le corde per saltare non sono tutte uguali ma differiscono per materiali e peso, più o meno idonei a seconda del livello di esperienza che si ha.

Se si è principianti meglio scegliere una corda leggermente più pesante, così da sentirla mentre la si fa girare intorno al proprio corpo e capire se si stanno facendo i movimenti giusti. Con il passare del tempo e l'acquisizione dell'esperienza si può passare ad un attrezzo più leggero e dinamico.

Tenere le mani nella giusta posizione

Saltare la corda è un'azione che si compie fin da bambini per gioco ma proprio perché si tratta di un gesto automatico è facile incappare in qualche errore involontario, soprattutto per quanto riguarda la posizione delle mani.

Il loro corretto posizionamento però è essenziale per compiere questo esercizio nel modo più efficiente e confortevole possibile. Perché sia tale devono quindi essere tenute lungo i fianchi, a circa la larghezza delle spalle.

Fare esercizi di preparazione

Anche se può sembrare paradossale, il primo passo per imparare a saltare la corda consiste nel non saltare affatto.

Prima di cimentarsi con questa attività, infatti, è utile prendere dimestichezza con il movimento che si andrà a compire, ruotando la corda intorno al corpo come se ci si stesse aprendo e chiudendo una giacca velocemente. Questo esercizio insegna a muovere i polsi per portare la corda intorno al corpo, invece di far forza sulle spalle.

Dopo aver compiuto questo esercizio si può iniziare a saltare la corda ma per evitare di cadere o farsi male è sempre bene procedere in modo lento e, nelle prime fasi, non fare troppi salti consecutivi.