Allenarsi con il condizionatore acceso: le regole da seguire

Allenarsi con il condizionatore acceso: le regole da seguire
Ultima modifica 26.07.2023
INDICE
  1. Regole per allenarsi all’aria aperta in estate
  2. Regole per allenarsi con l'aria condizionata

Chi è abituato ad allenarsi regolarmente sa che nel corso dei mesi deve fare i conti con le temperature che cambiano e adattare i propri esercizi in base ad esse, soprattutto se l'attività fisica svolta è all'aperto.

In estate, e in particolare nei giorni caratterizzati dai picchi di calore, per non fermarsi del tutto molti sostituiscono l'allenamento outdoor con quello indoor, munendosi di aria condizionata.

Ma per dedicarsi al fitness con il condizionatore acceso senza ripercussioni per la salute è necessario rispettare alcune fondamentali regole.

La stessa cosa vale anche per chi decide invece di continuare la propria fitness routine all'aria aperta.

Regole per allenarsi all’aria aperta in estate

Quando fa caldo ogni aspetto può contribuire ad aumentare la sensazione di disagio, come la scelta errata dell'abbigliamento. Se ci si allena all'aperto è necessario optare per pochi vestiti ma di qualità, che siano fatti in materiale traspirante che permetta alla pelle di non trattenere il sudore e pensati appositamente per supportare l'attività fisica all'aperto in inverno.

Durante l'attività sportiva mantenere l'idratazione a un livello ottimale è fondamentale e lo è ancora di più in estate, quando scendere sotto una determinata soglia potrebbe significare andare incontro a diversi problemi di salute come svenimenti, colpi di calore ma anche, nei casi più gravi, edemi cerebrali. Per questo è importante bere molta acqua, ma anche bevande sportive addizionate di sali minerali, necessari per reintegrare quelli persi durante l'allenamento al caldo.

Bere con regolarità significa anche non aspettare di avere sete perché quando si avverte questa sensazione si è già perso il 2% dei liquidi e si è più vicini alla disidratazione. Inoltre,a quel punto il proprio rendimento è già sceso di circa il 10%.

Anche bere prima di allenarsi è un'abitudine da non tralasciare assolutamente. Circa 500 ml di liquidi un'ora prima dello sforzo fisico outdoor, o indoor senza aria condizionata, è la quantità consigliata.

Se si avverte molto caldo, un trucco per sentire un po' di refrigerio è bagnarsi abiti, corpo e capelli prima di iniziare ad allenarsi. Con il passare dei minuti l'acqua evaporerà lasciando una leggera, seppur momentanea, sensazione di refrigerio.

Infine, quando le temperature sono molto elevate è meglio allenarsi senza superare il 75 - 80% della propria frequenza cardiaca massimale. Molti studi, infatti, hanno dimostrato che mantenere questa intensità può migliorare la termoregolazione del corpo.

Regole per allenarsi con l'aria condizionata

Praticare attività sportiva in un ambiente climatizzato rende lo sforzo molto più agevole, visto che quando ci si allena il corpo tende ad alzare la propria temperatura, che poi si riabbassa grazie all'azione della sudorazione. Attenzione però a non esagerare e a non tenere il condizionatore a una temperatura troppo bassa, altrimenti il rischio è di ammalarsi.

Tenere il condizionatore in modo che le temperature all'interno dell'ambiente nel quale ci si allena siano troppo basse può anche esporre maggiormente a rischio infortuni. Fare attività fisica a 18 o 20 °C, infatti, è piacevole ma una volta terminato l'allenamento, quando si è molto sudati, si può rischiare di sviluppare contratture e dolori muscolari, esattamente come quando in inverno ci si allena all'aria aperta e si è vittime di un colpo di freddo.

Tra le possibili conseguenze negative di un allenamento con l'aria condizionata troppo intensa ci sono anche problemi intestinali e dolori allo stomaco.

Se il caldo non è estremo e non si vuole correre questo rischio, la soluzione ideale potrebbe essere quella di non accendere il condizionatore nella maniera classica ma di impostarlo in modalità deumidificatore. Così facendo non si abbassano le temperature direttamente ma solo il tasso di umidità in casa e il peso dell'afa, e questo molto spesso è sufficiente per riuscire ad allenarsi serenamente senza mettere a rischio la salute e i risultati degli esercizi che si compiono.

Perché il ventilatore da sollievo anche se non crea aria fredda?