Stitichezza: le erbe che aiutano il transito intestinale

Stitichezza: le erbe che aiutano il transito intestinale
Ultima modifica 04.01.2021
INDICE
  1. Cosa causa la stitichezza
  2. Oli essenziali per alleviare la stitichezza
  3. Come utilizzare gli oli essenziali per la stitichezza
  4. Le erbe che aiutano il transito intestinale

Cosa causa la stitichezza

Un aumento dello stress, un cambiamento nella routine, lo stile di vita sedentario e un regime alimentare poco sano e non equilibrato (povero di fibre) sono tutti fattori che possono causare stitichezza, un disturbo (non una malattia) che può insorgere a causa di svariate alterazioni organiche o funzionali dell'intestino. Alcune patologie, poi, possono interferire indirettamente con la funzionalità intestinale, come ad esempio batteri intestinali, l'ipoiroidismo, il diabete, problemi ai muscoli del pavimento pelvico o rettali. Generalmente, quando una persona soffre di stitichezza presenta un ritardo o un'insufficienza e difficoltà nell'evacuazione delle feci, che hanno particolare consistenza (dure, caprine o nastriformi). Si tratta comunque di sensazioni soggettive che variano spesso da persona a persona, nell'entità degli espisodi e nella durata dei sintomi. 

Quando il transito intestinale non è regolare, i lassativi da banco possono fornire sollievo dalla stitichezza, ma possono anche causare effetti collaterali. Ecco perché molte persone scelgono soluzioni naturali come oli essenziali da massaggiare sull'addome, erbe, oppure cibi fermentati ricchi di probiotici come crauti, kimchi e kombucha, kefir, cetrioli, misoyogurt

Esistono però differenze tra prebiotici e probiotici.

 

 

Oli essenziali per alleviare la stitichezza

Sei oli essenziali che massaggiati sulla zona addominale e pelvica, possono promuovere l'espulsione delle feci:

1. Finocchio

Il finocchio ha un composto fitoterapico costituito da oli essenziali che possono aiutare il transito intestinale. Diversi studi clinici hanno dimostrato come questo olio essenziale abbia effetti lassativi e abbia proprietà antispasmodiche in grado di alleviare i crampi addominali.

2. Zenzero

Lo zenzero aiuta a contrastare la formazione di gonfiore e gas e aumenta la mobilità gastrointestinale, alleviando anche i dolori addominali.

3. Menta piperita

La menta piperita, con i suoi composti monoterpeni, ha dimostrato di essere utile nei pazienti con sindrome dell'intestino irritabile (IBS). L'olio di menta piperita contiene L-mentolo, che può alleviare i crampi del tratto digestivo.

4. Camomilla

La camomilla ha anche mostrato risultati promettenti nel sollievo dei sintomi dell'IBS come gonfiore e dolore addominale. Adatta ad essere assunta sia come tisana o decotto, che massaggiata come olio essenziale.

5. Rosmarino

L'aromaterapia con olio essenziale di rosmarino combinato con il massaggio addominale ha dimostrato di alleviare la stitichezza 

6. Limone

L'olio di limone è stato combinato con il rosmarino per uno degli studi sulla stitichezza e sul massaggio addominale.

Come utilizzare gli oli essenziali per la stitichezza

Il modo migliore per utilizzare gli oli essenziali per la stitichezza è diluire alcune gocce dell'olio essenziale scelto in un olio vettore come l'olio di jojoba, di mandorle dolci, o di argan e usarlo per fare un massaggio addominale. Durante il massaggio, gli esperti consigliano di respirare profondamente per inalare il profumo e ad avere così un effetto aromaterapico. La quantità indicata è di: 10-20 gocce. (Per i bambini, attenersi a 3-6 gocce.)
Come massaggiare: lungo l'intera lunghezza del colon con movimenti circolari in senso orario e antiorario per circa 5-10 minuti. Prima di applicare su un'area più ampia, è sempre bene provare l'olio su una piccola zona di pelle per assicurarsi di non avere una reazione allergica.

Le erbe che aiutano il transito intestinale

Se gli oli essenziali sono indicati per l'aplicazione esterna, alcune erbe officinali ed aromatiche, in decotto o tisana, sono in grado di alleviare i sintomi della stitichezza, regolarizzare il transito intestinale e stimolare la normale evacuazione.

  • Psillio. I semi di questa pianta sono ricchi di mucillagini utili a stimolare la produzione di feci dalla consistenza più morbida. Come assumerli: lasciare riposare uno o due cucchiai di semi di Psillio nell'acqua tiepida per 10 minuti circa e poi berli insieme all'acqua, al risveglio o prima di andare a dormire.
  • Frangola. La corteccia di questa pianta, essicata, ha proprietà benefiche e favoriscre il transito intestinale. Ha un'azione lassativa diretta sull'intestino e stimola la produzione di bile. Come assumerla: si prepara un decotto con due-tre cucchiai di polvere di corteccia sciolta in 2 litri di acqua. Dopo aver bollito per 15 minuti, si lascia riposare qualche ora prima di bere.
  • Rosmarino. Il rosmarino agisce in caso di stitichezza temporanea, non cronica o abituale. Come assumerlo: usare le foglie in infuso, mettendo un cucchiaio di foglie per ogni tazza di acqua bollente, lasciando in infusione per 10 minuti. L'infuso caldo andrà bevuto appena dopo i pasti.
  • Lino. I semi di lino hanno un'efficace azione lassativa, emolliente e antinfiammatoria. Si preparano versando due cucchiai di semi in una tazza d'acqua e poi lasciandoli a bagno per 7-8 ore. Bere alla sera o al mattino a digiuno.
  • Manna. Adatta ai bambini per via del suo sapore molto gradevole. È un blando lassativo da sciogliere in acqua calda o in una tisana da 5 a 15 grammi.