Si deve disinfettare la frutta prima di mangiarla?

Si deve disinfettare la frutta prima di mangiarla?
Ultima modifica 10.07.2024
INDICE
  1. Perché è importante disinfettarla sempre?
  2. Quali elementi nocivi sono presenti sulla buccia?
  3. Cosa si rischia non disinfettandola?
  4. Come si disinfetta la frutta?

Perché è importante disinfettarla sempre?

Disinfettare la frutta prima di mangiarla è fondamentale per eliminare le sostanze chimiche che sono presenti sulla buccia come conseguenza dell'uso di pesticidi che vengono sparsi durante la loro coltivazione. Lavarla semplicemente sotto l'acqua corrente non basta per eliminarli.

Quali elementi nocivi sono presenti sulla buccia?

I pesticidi usati in agricoltura e che se ingeriti possono creare non pochi problemi sono diversi. Quelli che più comunemente si trovano sulla frutta, ma anche sulla verdura per la quale valgono le stesse raccomandazioni, sono insetticidi, erbicidi, fungicidi e battericidi.

Cosa si rischia non disinfettandola?

Mangiare frutta non sterilizzata significa rischiare di essere esposti a sostanze chimiche nocive. Particolare attenzione andrebbe prestata a quelle che contenenti elementi noti come interferenti endocrini, sostanze che anche in piccole quantità possono modificare il normale equilibrio ormonale e che, in alcuni casi, agiscono come "imitatori degli ormoni", soprattutto gli estrogeni, ingannando il sistema endocrino e sostituendosi agli ormoni naturali.

Disinfettando bene la frutta prima di mangiarla si riduce la probabilità di ingerire queste sostanze. Un'alternativa può essere quella di sbucciarla, anche se così facendo si perdono fibre e sostanze nutritive preziose per la salute dell'intestino e non solo.

Come si disinfetta la frutta?

  • Riempire una bacinella di vetro di acqua fresca.
  • Aggiungete un po' di detergente a base di cloro seguendo le indicazioni posologiche presenti sulla confezione
  • Lasciare in ammollo la frutta per circa 15-20 minuti.
  • Sciacquare la frutta sotto l'acqua corrente

Nel fare questa operazione è importante non usare una bacinella di plastica ma rigorosamente di vetro. 

Se la frutta è piccola e delicata come nel caso di ciliegie o fragole, meglio riporla in uno scolapasta da immergere poi nella bacinella d'acqua e non superare i 5 minuti di ammollo.

In caso di varietà di dimensioni grandi o con la buccia rigida, come quella di mele o prugne, sfregare delicatamente la parte esterna con una spazzola da cucina, prima di lascarla in ammollo.

Se non la si mangia subito, dopo aver disinfettato la frutta è importante ricordarsi di asciugarla bene prima di metterla in frigorifero perché riporla da bagnata stimola la formazione di un ambiente umido, a sua volta ideale per la proliferazione dei batteri.

Anche la frutta biologica deve essere disinfettata prima di essere consumata perché anche se l'esposizione alle tossine è minore non è nulla. La stessa cosa vale per frutta o verdura che riportino la dicitura "già lavata e pronta all'uso", della quale è bene non fidarsi ciecamente.

Segui il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere aggiornato su tutte le novità.