Frutta secca: quante volte mangiarla a settimana?

Frutta secca: quante volte mangiarla a settimana?
Ultima modifica 21.05.2024
INDICE
  1. Quante volte a settimana si può mangiare la frutta secca?
  2. Quanta frutta secca a settimana secondo le linee guida?
  3. Quanti sono 20 gr di frutta secca?
  4. Frutta secca vs Frutta disidratata
  5. Quando evitare di mangiare frutta secca?

Quante volte a settimana si può mangiare la frutta secca?

La frutta secca può essere uno spuntino spezza fameda consumare fino a 3 volte a settimana, in porzioni che vanno dai  20-30 grammi

Si tratta di uno snack sano perché ricco di antiossidanti, acidi grassi Omega 3 e acido folico, facile da trasformare in un ingrediente per arricchire insalate, zuppe, bruschette, ma anche yogurt e porridge

Tuttavia va consumata con moderazione perché abbastanza calorica: 100 grammi possono apportare fino a 500-600 calorie.

Segui il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere aggiornato su tutte le novità

Quanta frutta secca a settimana secondo le linee guida?

Le Linee Guida per una Sana e corretta alimentazione indicano un consumo di piccole porzioni di frutta secca pari a 20-30 grammi 2 o 3 volte la settimana

Vanno poi consumate lontano dai pasti, magari a metà mattina o a metà pomeriggio, come spuntino, o prima dell'allenamento come "carburante energetico" per gli sportivi. 

Vanno mangiare al naturale, e quindi non tostate e salate, o ancora caramellate, come arachidi e pistacchi serviti all'aperitivo o le nocciole caramellate. 

Quanti sono 20 gr di frutta secca?

Frutta secca vs Frutta disidratata

Sia la frutta secca che quella disidratata sono ottime dal punto di vista nutritivo se inserite nella dieta, con giusti quantitativi. Le due tipologie, la frutta a guscio e la frutta disidratata, presentano differenze. Il quantitativo di grassi, in prevalenza insaturi, e il valore energetico (kcal) sono maggiori nella frutta secca.

Viceversa il contenuto di carboidrati e zuccheri è superiore nella frutta disidratata rispetto alla frutta secca ed essa fornisce energia di più rapido utilizzo.

Il contenuto proteico è più alto nella frutta a guscio. Le fibre sono una componente abbastanza importante di entrambi i prodotti, anche se il quantitativo è più alto nella frutta secca. Il contenuto di sodio è più alto nella frutta secca. 

Quale e quanta frutta disidratata mangiare

Quando evitare di mangiare frutta secca?

La frutta secca contiene molte fibre e potrebbe essere altamente irritante. La frutta disidratata, invece, non è un alimento consigliato per chi soffre di diabete in quanto ricca di zuccheri. 

Ecco come conservare le albicocche e farle durare di più.