Quante fragole mangiare al giorno per non alzare la glicemia?

Quante fragole mangiare al giorno per non alzare la glicemia?
Ultima modifica 28.05.2024
INDICE
  1. Fragole: proprietà speciali o bombe di pesticidi?
  2. Che rapporto fra frutta e glicemia?
  3. Le fragole alzano la glicemia?
  4. Quante fragole mangiare al giorno?
  5. Quali sono i benefici delle fragole?

Fragole: proprietà speciali o bombe di pesticidi?

Guarda il video

Guarda il Video

Che rapporto fra frutta e glicemia?

Consumare frutta, come è noto, alza il livello di zuccheri nel sangue perché ricca di zuccheri, soprattutto il fruttosio. Ne consegue che la glicemia si innalzi e che, spesso, non sia consigliato mangiare frutta se non in esigue quantità, a chi soffre di diabete o presenta una resistenza insulinica.

Tuttavia è bene fare dei distinguo su alcuni frutti che risultano essere più innocui da questo punto di vista. Le fragole, ad esempio, hanno un basso indice glicemico, cosa che evita i pericolosi picchi glicemici, diretti responsabili a lungo andare, dell'insorgenza del diabete, aumento di peso e complicazioni cardiovascolari. 

Le fragole alzano la glicemia?

Le fragole hanno un indice glicemico pari a 25 e quindi un impatto sulla glicemia inferiore rispetto ad altri frutti di stagione come le albicocche, pesche, prugne. Grazie al generoso quantitativo di acqua e fibre viene rallentato l'assorbimento degli zuccheri.

Anche chi presenta valori elevati di glicemia o soffre di diabete di tipo 2 può consumare -con moderazione, ovviamente- le fragole come frutto. Non è vera la convinzione che i soggetti diabetici si debbano astenere dal consumare frutta, basta non eccedere nelle quantità e scegliere varietà a minor indice glicemico come lamponi, kiwi, mirtilli, arance, pompelmo, mele

Fragole e Diabete: lo studio

Secondo un recente studio statunitense pubblicato su "Molecular Nutrition & Food Research", le fragole, in quanto ricche di antocianine, hanno il potere benefico di migliorare la sensibilità dell'organismo all'insulina.

I ricercatori hanno indagato l'effetto degli antociani, contenuti nelle fragole, sulla risposta insulinica in un gruppo di 21 adulti obesi con insulino-resistenza che hanno consumato bevande con diverse concentrazioni di fragola. Con la bevanda più concentrata si è riscontrato un miglioramento nella sensibilità all'insulina.

Quante fragole mangiare al giorno?

Si possono consumare, dunque, un minimo di 8 ad un massimo di 15 fragole al giorno nei soggetti con glicemia alta, in accordo con quanto riportato nelle linee guida per una sana alimentazione che indicano, in generale, il consumo di tre porzioni di frutta al giorno, pari a 300 o 400 grammi. 

Quando è meglio mangiare le fragole? Meglio mangiare le fragole a colazione, o come spuntini tra un pasto principale e l'altro. Infatti le fragole hanno un buon potere saziante, per via del grande quantitativo di acqua e fibre. Chi vuole soddisfare la voglia di dolce a fine cena, ad esempio, potrà mangiare una tazzina di fragole: 8 frutti medi apportano circa 25 kcal.

Quali sono i benefici delle fragole?